Fingere un orgasmo: 8 motivi comuni

Le persone possono fingere un orgasmo per evitare di ferire i sentimenti del partner, per ridurre la tensione sessuale, o per accelerare la fine del rapporto sessuale.

|
Primo colloquio gratuito
Primo colloquio gratuito

Le ragioni dietro la simulazione dell’orgasmo femminile

Raggiungere l'orgasmo è più facile a dirsi che a farsi, soprattutto per le donne (Muehlenhard e colleghi, 2009).

Uno studio pubblicato su Springer Link (Harris e colleghi, 2019) ha dimostrato che il 67% delle donne ha simulato un orgasmo con il partner attuale e il 77% ha finto di raggiungere il piacere nel corso della vita; tra queste, l'orgasmo è stato finto rispettivamente il 25% delle volte con il partner e il 32% delle volte totali in cui hanno avuto un rapporto sessuale.

I dati a nostra disposizione dimostrano un'ulteriore differenza tra relazioni a lungo termine e sesso occasionale. Una ricerca pubblicata su Zava ha dimostrato che sia gli uomini che le donne hanno maggiori probabilità di fingere l'orgasmo nelle relazioni stabili piuttosto che nelle avventure di una notte; un dato che sottolinea una sostanziale differenza tra fare l'amore e fare sesso.

Gli esperti definiscono la finzione dell'orgasmo nelle donne e negli uomini come una forma o un momento di affetto ingannevole. Con questo termine indichiamo quelle situazioni in cui dimostriamo un affetto che non proviamo; fingere di raggiungere il piacere ne è un esempio eclatante (Horan & Booth-Butterfield, 2019).

Le ragioni dietro questa simulazione possono essere diverse, complesse e del tutto individuali. Quello che possiamo affermare con certezza è che, come qualsiasi forma di affetto ingannevole, anche la simulazione dell'orgasmo è un elemento che indica la presenza di problemi nascosti che devono essere indagati con attenzione.

 

Perché le donne fingono orgasmo

 

Fingere un orgasmo: le motivazioni psicologiche

Il piacere sessuale femminile è complesso e varia a seconda dell'attività sessuale della donna, della sua età ed è soggetto alle variazioni ormonali tipiche dei cicli femminili.​​​

L'organo del piacere sessuale femminile è il clitoride; l'orgasmo clitorideo è più rapido, breve e acuto rispetto all'orgasmo vaginale che solitamente impiega più tempo a manifestarsi, è più prolungato, più diffuso e anche più profondo.

Il 95% delle donne riesce a raggiungere facilmente il climax tramite la stimolazione del clitoride; la stessa cosa non succede invece nell'orgasmo vaginale. Il rapporto Hite del 1976 e ricerche più recenti hanno dimostrato che la maggior parte delle donne che hanno un rapporto sessuale vaginale ha finto almeno una volta di raggiungere il piacere.

Le motivazioni psicologiche che portano le donne a fingere un orgasmo sono numerose: il desiderio di compiacere il partner, la paura del giudizio, la necessità di mantenere l'armonia nella relazione e non solo. Il timore di non riuscire a soddisfare il partner sessualmente può farci sentire insicure e ansiose; in questo caso la simulazione dell’orgasmo diventa un meccanismo di difesa. Molte donne inoltre pensano che la loro incapacità di raggiungere l'orgasmo possa essere interpretata come una mancanza di attrazione o amore verso il partner.

Tra le motivazioni più comuni inoltre ricordiamo:

  • problemi di comunicazione: una comunicazione errata o mancante all'interno della coppia può ostacolare l'espressione aperta dei propri bisogni e desideri;
  • esperienze passate negative: esperienze traumatiche o abusi legati alla sessualità possono portare la donna ad avere difficoltà durante i rapporti;
  • scarsa conoscenza del proprio corpo: una scarsa conoscenza di sé può frenare il piacere e portarci a fingere per evitare di sentirci frustrate o incomplete.

Il sesso è più importante di quello che si pensa

Inizia un percorso di sessuologia e aggiusta quello che non funziona.

  • Primo colloquio gratuito
  • Sedute online
  • 97% recensioni positive

Gli 8 motivi più comuni della finzione dell’orgasmo

  1. Compiacere il partner. Fingere un orgasmo, in molti casi, evita di ferire il partner e può essere considerato una forma di comunicazione affettuosa se è radicato in sentimenti di affetto e cura (Denes e colleghi, 2019).
  2. Noia. Il calo del desiderio sessuale, la mancanza di stimoli o di fantasie sessuali possono rendere il rapporto, soprattutto se a lungo termine, stanco e privo di slanci. In questo caso, la soluzione più semplice è simulare il piacere. Capire come fingere un orgasmo può far finire il sesso il più velocemente possibile.
  3. Senso di inadeguatezza e ansia da prestazione. L'ansia da prestazione può derivare dalla pressione di voler dimostrare la propria bravura e letto o dal timore di essere giudicate negativamente dal partner. La simulazione dell'orgasmo, in questo caso, è una strategia di evitamento che ci sottrae dal confronto con le nostre insicurezze.
  4. Raggiungere l'orgasmo. Sembra un paradosso ma, in alcuni casi, fingere ci aiuta davvero a guadagnare il famigerato orgasmo. In pratica proviamo piacere nel fare sesso ma non sappiamo come arrivarci: fingere i gemiti può aiutarci a provare i sintomi dell'eccitamento e quindi a raggiungere il climax.
  5. Mancanza di educazione sessuale. Una scarsa educazione sessuale e la mancata conoscenza del corpo femminile può portare molte donne a fingere per evitare di affrontare l'ignoranza o l'imbarazzo legati alla propria sessualità.
  6. Stress. Il ruolo dello stress nell'eccitamento sessuale è spesso sottovalutato eppure le sfide quotidiane, le pressioni alle quali siamo sottoposti ci rendono stanchi e svogliati; il sesso invece ha bisogno di relax e della capacità di staccare la spina.
  7. Mancanza di dialogo sessuale. Molte persone hanno difficoltà, durante i rapporti, a orientare i movimenti del proprio partner e a chiedere cambiamenti nella pratica sessuale; la comunicazione è importante non solo prima e dopo il rapporto sessuale, ma anche durante lo stesso.
  8. Dolore durante i rapporti sessuali. In ambito ginecologico esistono disturbi come il vaginismo o la vulvodinia che possono influenzare la capacità di una donna di raggiungere l'orgasmo.

Frequenza della finzione dell'orgasmo

La frequenza con cui le donne fingono l'orgasmo è determinata dall'età, dalla cultura, dalla relazione e dalle esperienze individuali. In linea di massima, la frequenza di simulazione dell'orgasmo è più frequente nelle ragazze; con l'avanzare dell'età e l'aumento dell'esperienza sessuale, le donne tendono a sentirsi più libere di esprimere i propri bisogni e desideri.

 

Non riesco ad avere un orgasmo: a chi rivolgermi?

La prima figura di riferimento può essere un sessuologo o un terapeuta specializzato in problemi sessuali. Questi professionisti possono aiutarci a identificare le cause del problema e a elaborare le strategie di coping più efficaci per risolverlo. In alcuni casi, è necessario richiedere il parere di un ginecologo per escludere la presenza di patologie.

Inoltre, potresti pensare anche di rivolgerti a uno psicologo. Gli psicoterapeuti di Serenis possono aiutarti ad acquisire una maggiore consapevolezza della tua sessualità e a migliorare la comunicazione e l'intimità con il partner grazie alla psicoterapia online.

 

Fonti:

Il nostro processo di revisione
Scopri di più
Approfondimento
Coinvolgiamo nella stesura dei contenuti clinici terapeuti con almeno 2.000 ore di esperienza.
Verifica
Studiamo le ricerche sul tema clinico e quando possibile le inseriamo in bibliografia.
Chiarezza
Perfezioniamo gli articoli dal punto di vista stilistico privilegiando la comprensione del testo.
Validano gli articoli