Come funziona il coaching

Questa pagina parla di coaching

Cercheremo di spiegarti cos'è, a cosa serve e chi può svolgerlo. Abbiamo verificato la correttezza dei contenuti, ma è pur sempre un articolo: se hai bisogno di più informazioni, puoi prenotare un colloquio gratuito con una persona esperta.

Prima di tutto: perché ci occupiamo di Coaching?

Perché siamo un centro medico specializzato in psicoterapia e supporto psicologico. Collaboriamo con centinaia di terapeute e terapeuti per rendere il benessere mentale sempre più accessibile, anche cercando di comunicare in modo chiaro e responsabile.

Questa pagina è stata controllata dal punto di vista clinico

Capire il meccanismo del coachingCapire il meccanismo del coachingCapire il meccanismo del coaching

Cos’è il “coaching”?

Il coaching è un’attività di supporto che serve per migliorare le prestazioni e le competenze in un determinato campo. Gli ambiti di intervento possono essere diversi, dallo sport al lavoro, dalla salute alla vita privata.

Il coaching non è una tecnica magica e non manipola le persone: è uno strumento che può stimolare il cambiamento a livello culturale, individuale e organizzativo. Il o la “coach” aiuta il o la “coachee” a crescere focalizzandosi in maniera più efficace e consapevole sugli obiettivi da raggiungere.

Il coaching in Italia non è ancora regolamentato: non esiste un albo professionale, come quello degli psicologi. Per questo motivo, può essere offerto anche da persone senza formazione in ambito clinico o psicologico.

Presso il nostro centro medico, l'attività di coaching viene proposta solo da psicoterapeuti e psicoterapeute con almeno 9 anni di studi alle spalle.

A cosa può servire il coaching?

Ciascuna persona stabilisce degli obiettivi motivazionali con il coach. Di solito rientrano in queste macro-categorie:

- affrontare e cogliere nuove sfide e opportunità personali.
- accrescere le capacità di pensiero e di prendere decisioni.
- migliorare le relazioni interpersonali.
- incrementare la fiducia e l’autostima.
- riuscire ad avere un livello di efficienza più alto (sul lavoro e non).

Qual è la storia del coaching?

Come si è sviluppato il coachingCome si è sviluppato il coachingCome si è sviluppato il coaching

L'attività di coaching nasce da un allenatore di tennis, Timothy Gallwey, che negli anni ‘70 decise di provare un nuovo metodo di lavoro: invece di affidarsi alla comunicazione aggressiva (quel classico stile da "film americano), aiutava i suoi giocatori a visualizzare i propri obiettivi, per limitare l’influenza negativa di fattori esterni.

Oggi le cose sono cambiate. L’attività di coaching contemporanea si basa sulla “Teoria dell’apprendimento costruttivo” di Williams & Irwing (2001), che parte da questo assunto: non esiste una sola e vera interpretazione della realtà, quindi si può imparare a percepirsi in maniera diversa da quella che si pensa.

Si può fare coaching online?

  • Sì: l'attività di coaching può essere svolta anche a distanza, presso i centri che offrono questo servizio (come noi).

  • I nostri percorsi di coaching prevedono un numero limitato di sedute, da svolgere sotto la supervisione di uno psicoterapeuta specializzato.

  • Se ti interessa, rispondi al nostro questionario – selezionando il percorso "Coaching" – e prenota un colloquio gratuito.

Come affrontare il coaching online Come affrontare il coaching online Come affrontare il coaching online
Fare coaching con la terapia di Serenis

A chi rivolgersi per fare coaching?

Come abbiamo detto prima, quella del "coach" è una professione non regolamentata. Riuscire a trovare un o una coach di cui fidarsi potrebbe essere come navigare senza una bussola. Su internet non mancano "guru" e influencer che sostengono di poter offrire un supporto professionale senza una formazione adeguata.

Noi preferiamo affidare il nostro servizio di coaching a psicoterapeute e psicoterapeuti, cioè a persone che oltre ad avere esperienza nel coaching hanno almeno una laurea in psicologia e una specializzazione in psicoterapia.

Trovare un coach che sia anche un terapeuta potrebbe darti maggiori garanzie. Se vuoi saperne di più, prenota un colloquio gratuito e parlane con la/il terapeuta che troveremo per te.

Rispondi al questionario

Abbiamo un segreto

“La terapia mi ha aiutato a trovare un equilibrio”

Giorgia, che lavora in Serenis

Sappiamo cosa significa fare terapia: ogni dipendente di Serenis (o quasi) ha alle spalle uno o più percorsi.

Conosciamo bene gli ostacoli pratici e culturali che rendono poco accessibile il benessere mentale. Il nostro lavoro è cercare di superarli – non è semplice, ma l’esperienza aiuta.

A cosa serve la terapia?

Fare una lista è difficile, perché può servire per tantissime cose: l’idea di base è lavorare su ciò che si prova e cercare un cambiamento. Queste sono alcune delle situazioni di cui ci occupiamo più spesso.

Stress da lavoro

Crescita personale

Ansia

Genitorialità

Coppie

Depressione

Fobie

Sonno

Panico

Adolescenza

Ricapitoliamo

  • Se rispondi al questionario troveremo il tuo o la tua terapeuta.

  • Il primo colloquio è gratuito. Se andrà male, potrai farne un altro.

  • Gli incontri saranno tutti in videochiamata e senza vincoli.

  • Avrai anche un diario dove annotare i tuoi progressi.

  • Potrai smettere in ogni momento.

Leggi anche

No items found.

Domande frequenti

Quanto costa il percorso di coaching online?
Quanto dura il percorso di coaching online?
I contenuti di questa pagina sono verificati?
Come funziona Serenis?
Quanto costano le sedute di terapia individuale?