Perdita di capelli nell’adolescenza: cause e cura

Questo articolo parla della perdita di capelli femminile e maschile in adolescenza e dell’importanza del supporto psicologico per trattare gli effetti della caduta su autostima e benessere psicologico complessivo dei ragazzi e delle ragazze.
Perdita dei capelli in adolescenza

Perdita capelli in adolescenza: di cosa si tratta

La perdita dei capelli è un problema adolescenziale che può verificarsi come disturbo primario oppure come conseguenza di altri problemi di salute. Quando l’alopecia colpisce gli adolescenti può causare insicurezze e preoccupazioni che si sommano alle già delicate transizioni fisiche, emotive e psicologiche tipiche di questa età. La perdita di capelli nell’adolescenza è un fenomeno che può avere numerose cause ormonali, ambientali e psicologiche.

Gli studi: un fenomeno diffuso a partire dai 12 anni

Secondo uno studio condotto da “IHRF, fondazione di ricerca per la patologia sui capelli”, presieduta dal Prof. Fabio Rinaldi, dermatologo a Milano, sembra che la calvizie giovanile stia diventando sempre più diffusa tra i giovani italiani. Il sondaggio, che ha coinvolto un campione di 10.000 ragazzi nel paese, ha rilevato che il 18% dei ragazzi di età compresa tra i 12 e i 20 anni soffre di perdita precoce dei capelli, un fenomeno che si estende ai giovani adulti. I risultati evidenziano che la calvizie colpisce il sesso maschile con una percentuale del 60%, mentre il restante 40% riguarda il sesso femminile. Questi dati sono allarmanti e sottolineano l’importanza di affrontare precocemente questo problema e di fornire supporto e trattamenti appropriati per gestire la calvizie giovanile.

Perdita capelli adolescenza: quando è un problema

È importante capire quando la caduta dei capelli in adolescenza è un problema. La perdita di capelli nell’adolesenza maschile diventa un problema se c’è un aumento significativo nella quantità di capelli persi o se si cominciano ad intravedere chiazze calve del cuoio capelluto. Se una ragazza dice “ho 17 anni e mi cadono i capelli” oppure se si assiste alla perdita di capelli in un ragazzo di 15 anni significa che l’adolescente potrebbe aver bisogno di una consulenza specialistica per valutare il problema. Questa condizione può diventare un problema anche quando incide in modo significativo sul benessere mentale dell’adolescente. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Current Opinion in Pediatrics le forme più comuni di alopecia nell’adolescenza sono il telogen effluvium, l’alopecia androgenetica e l’alopecia areata (Bedocs & Bruckner, 2008):

  • l’effluvio telogen può presentarsi improvvisamente e causare la perdita di capelli nell’adolescenza femminile in seguito a una varietà di fattori scatenanti;
  • l’alopecia androgenetica inizia in adolescenza a causa di un eccesso di androgeni;
  • l’alopecia areata è di origine psicosomatica e consiste nella formazione di chiazze calve sul cuoio capelluto.

Gli autori di questo studio sostengono che i trattamenti attualmente esistenti per l’alopecia adolescenziale non sempre sono curativi e suggeriscono di aiutare i pazienti che ne sono affetti offrendo sostegno psicologico.

Cosa succede a livello fisiologico nella caduta adolescenziale

Durante l’adolescenza il corpo subisce cambiamenti ormonali che possono influenzare il ciclo di crescita dei capelli. A livello fisiologico ci può essere una maggiore caduta di capelli dovuta ad un eccesso di produzione ormonale. Questo tipo di alopecia potrebbe causare la caduta di capelli anche nei bambini di 12 anni quando entrano nella fase della pubertà.

La caduta dei capelli durante l’adolescenza femminile e maschile: differenze

Nelle ragazze adolescenti, la perdita dei capelli può essere causata da una serie di fattori, tra cui cambiamenti ormonali legati alla pubertà, carenze nutrizionali, stress emotivo, uso eccessivo di prodotti per capelli o trattamenti aggressivi, nonché condizioni mediche come la sindrome dell’ovaio policistico. Questi fattori possono contribuire al diradamento dei capelli su tutto il cuoio capelluto o a perdite concentrate in specifiche aree.

Nei ragazzi adolescenti, invece, la perdita dei capelli è spesso più strettamente legata a cause genetiche e all’effetto dell’ormone testosterone sul cuoio capelluto. La calvizie maschile è caratterizzata da una graduale perdita di capelli nella parte anteriore e superiore del cuoio capelluto, formando tipicamente una forma a “M” o a “corona”. Questo processo è influenzato dalla sensibilità dei follicoli piliferi all’ormone testosterone (Fonte: Sitri).

Quali sono le cause? Perché succede?

Le cause della perdita di capelli nell’adolescenza possono essere influenzate da aspetti genetici, ormonali, ambientali e psicologici. Una recente ricerca ha approfondito le caratteristiche della perdita di capelli nell’adolescenza femminile chiamata alopecia ad esordio precoce. Questo tipo di problema potrebbe essere correlato agli androgeni che causano l’untuosità del cuoio capelluto, la follicolite e la sindrome dell’ovaio policistico (Ohn et al., 2022). Un altro studio scientifico ha esaminato il ruolo dell’ambiente e ha dimostrato che la prevalenza della perdita di capelli nell’adolescenza femminile è maggiore nelle ragazze che abitano in aree rurali rispetto a quelle urbane (Youssef et al., 2021). Altre cause della caduta di capelli in adolescenza riguardano i fattori psicologici che includono stress scolastico, autolesionismo, problemi comportamentali, problemi adolescenziali o condizioni di ansia.

La caduta stagionale

La caduta stagionale dei capelli è un fenomeno comune che si verifica durante i cambiamenti di stagione, soprattutto in autunno e in primavera. Questo fenomeno è noto come “telogen effluvium” ed è dovuto a diversi fattori legati al ciclo naturale di crescita dei capelli.Durante l’autunno, ad esempio, i capelli tendono a cadere più abbondantemente a causa dei cambiamenti nei livelli di luce solare e di temperatura. Durante i mesi estivi, i capelli crescono più rapidamente, mentre in autunno il ciclo di crescita rallenta e molti capelli entrano nella fase telogen, in cui sono inattivi e predisposti alla caduta. Questo può portare a una maggiore perdita di capelli durante questo periodo.

È importante sottolineare che la caduta stagionale dei capelli è generalmente temporanea e i capelli tendono a rigenerarsi una volta che il ciclo stagionale si stabilizza.

Come capire se i capelli in adolescenza cadono per lo stress?

Lo stress può manifestarsi a seguito di problemi adolescenziali con sintomi fisici e emotivi come mal di testa, tensione muscolare, disturbi del sonno, ansia o irritabilità. Se si manifestano questi sintomi insieme alla caduta dei capelli, potrebbe esserci una connessione. Alcuni specifici fattori potrebbero contribuire allo stress, come problemi di amicizia, tensione scolastica, conflitti adolescenziali, cambiamenti significativi nella vita o difficoltà nelle relazioni interpersonali come in caso di bullismo.

Cosa fare per contrastare la caduta dei capelli in adolescenza

Il problema della caduta dei capelli può avere conseguenze drammatiche nella vita di un adolescente, che potrebbe sentirsi a disagio con i suoi coetanei e in certi casi addirittura subire forme di body shaming a causa della sua condizione. Per contrastare la caduta dei capelli in adolescenza è necessario consultare un medico per avere una diagnosi accurata, fare una dieta equilibrata, ridurre lo stress e mantenere una sana routine.

Trattare i capelli con prodotti anticaduta

I trattamenti cute e i prodotti anticaduta possono essere sotto forma di shampoo rinforzanti, lozioni a base di minoxidil o a base di biotina. In particolare i trattamenti ideali sono quelli purificanti che possono essere astringenti, idratanti, equilibranti o detossinanti a seconda del tipo di cuoio capelluto e della gravità del problema. L’uso di questi prodotti dovrebbe essere supervisionato da un dermatologo.

I rimedi naturali per prevenire la caduta

L’uso di rimedi naturali per trattare la caduta dei capelli durante l’adolescenza può essere preferibile per un minor rischio di effetti collaterali indesiderati, soprattutto quando si tratta di adolescenti che potrebbero essere più sensibili agli agenti chimici.

Tra questi:

  • Massaggiare delicatamente il cuoio capelluto può aumentare la circolazione sanguigna e stimolare i follicoli piliferi, favorendo la crescita dei capelli e riducendo la caduta. Puoi fare un massaggio con le dita o utilizzare oli naturali come l’olio di cocco o l’olio di rosmarino.
  • Alcuni integratori alimentari naturali, come biotina, collagene, cheratina e silicio, possono essere utili per migliorare la salute dei capelli e ridurre la caduta. Parla con il tuo medico prima di assumere qualsiasi integratore per assicurarti che sia sicuro e adatto alle tue esigenze.
  • Utilizzare prodotti naturali e non aggressivi sulla cute.

Caduta dei capelli adolescenziale: a chi rivolgersi?

In caso di caduta dei capelli durante l’adolescenza, è consigliabile rivolgersi a diversi professionisti per una valutazione completa e un trattamento adeguato:

  1. Dermatologo: Un dermatologo è un medico specializzato nella diagnosi e nel trattamento delle malattie della pelle, comprese quelle che coinvolgono i capelli e il cuoio capelluto. Può valutare la tua condizione e determinare se la caduta dei capelli è causata da problemi dermatologici come dermatite seborroica o alopecia.
  2. Tricologo: Un tricologo è uno specialista che si occupa specificamente dei problemi legati ai capelli e al cuoio capelluto. Possono fornire una consulenza più approfondita sulla caduta dei capelli, eseguire esami del cuoio capelluto e consigliare trattamenti mirati.
  3. Psicologo: La caduta dei capelli durante l’adolescenza può causare stress emotivo e problemi di autostima. In caso di preoccupazioni emotive legate alla caduta dei capelli, potresti trarre beneficio da una consulenza con uno psicologo. L’adolescenza è infatti un periodo molto delicato per lo sviluppo della propria identità e questa condizione mette a dura prova la propria autostima e l’interazione con gli altri, funzionale alla crescita personale.

L’importanza di intervenire sui fattori di stress e depressione

La perdita di capelli può essere causata da problemi emotivi come fattori di stress in adolescenza e depressione.

I genitori possono supportare i propri figli cercando di seguire alcune semplici regole per comunicare con gli adolescenti e ponendosi in una posizione di ascolto e fiducia: un aspetto che può senz’altro beneficiare alla relazione genitori-figli in adolescenza. Anche la psicoterapia può essere uno strumento molto efficace per affrontare le cause psicologiche e le conseguenze emotive della perdita di capelli in adolescenza.

L’ascolto attivo delle emozioni e dei sentimenti provati a causa di questo problema è fondamentale in quanto, se trascurato, può portare a forme depressive adolescenziali più gravi.

Insicurezza causata dalla perdita di capelli in adolescenza: come se ne esce?

Il primo passo è parlare con un professionista del benessere mentale. Se non sai a chi rivolgerti, possiamo aiutarti.

Primo colloquio gratuito

Terapia da dove vuoi

+500 recensioni a 5 stelle

Trova terapeuta

Grazie alla psicoterapia in adolescenza, intervenire sui fattori psicologici ed emotivi correlati alla caduta dei capelli è un passaggio di fondamentale importanza. Serenis offre consulenza a distanza per adolescenti e famiglie grazie ad una rete di professionisti della salute mentale esperti in questo campo. Gli psicologi e le psicologhe online di Serenis possono aiutare l’adolescente a identificare le cause dello stress e a sviluppare strategie per gestirlo in modo sano e costruttivo.

I nostri articoli sull’adolescenza:

Fonti:

  • Bedocs, L. A., & Bruckner, A. L. (2008). Adolescent hair loss. Current Opinion in Pediatrics, With Evaluated MEDLINE 20(4), 431–435;
  • Ohn, J., Son, H., Yu, D. J., et al. (2022). Early onset female pattern hair loss: A case–control study for analyzing clinical features and genetic variants. Journal of Dermatological Science, 106(1), 21–28;
  • Youssef, S. M. E., Atallah, R. B., Zaky, M. S., et al. (2021). Urban‐rural differences in the prevalence of female pattern hair loss among secondary school girls: A cross‐sectional study. Journal of Cosmetic Dermatology, 21(5), 2229–2235.
Federico Russo

Approccio:
Titolo di studio
Descrizione

Questa pagina è stata verificata

I nostri contenuti superano un processo di revisione in tre fasi.

Scrittura

Ogni articolo viene scritto o esaminato da uno psicoterapeuta prima di essere pubblicato.

Controllo

Ogni articolo contiene una bibliografia con le fonti citate, per permettere di verificare il contenuto.

Chiarezza

Ogni articolo è rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e la comprensione.

Revisori

reviewer

Dott. Domenico De Donatis

Medico Psichiatra

Ordine dei Medici e Chirurghi della provincia di Pescara n. 4336

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Parma. Specializzazione in Psichiatria presso l'Università Alma Mater Studiorum di Bologna.

reviewer

Dott. Federico Russo

Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale e Neuropsicologo, Direttore Clinico di Serenis

Ordine degli Psicologi della Puglia n. 5048

Laurea in Psicologia Clinica e della Salute presso l’Università degli Studi “G. D’Annunzio” di Chieti. Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale a indirizzo neuropsicologico presso l’Istituto S. Chiara di Lecce.

reviewer

Dott.ssa Martina Migliore

Psicologa Psicoterapeuta specializzata in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

Ordine degli Psicologi dell'Umbria n.892

Psicologa e Psicoterapeuta cognitivo comportamentale, docente e formatrice. Esperta in ACT e Superhero Therapy. Membro dell'Associazione CBT Italia, ACT Italia e SITCC. Esperta nell'applicazione di meccaniche derivanti dal gioco alle strategie terapeutiche evidence based e alla formazione aziendale.