Nella Friendzone: Piaccio al mio amico maschio?

Aggiornato l’08 ottobre 2021

I ragazzi si chiedono sempre se sono bloccati nella friendzone, ma ci sono anche molte ragazze che si chiedono: “Piaccio al mio amico maschio?”. Può essere particolarmente frustrante essere da una parte o dall’altra. La ragazza dovrebbe chiedere al ragazzo di uscire? Può farlo. È un concetto antiquato che una ragazza debba aspettare che un ragazzo venga a chiederle un appuntamento. Ma, come può dire se il ragazzo sarà interessato? È una situazione terrificante chiedere a qualcuno di uscire e non sapere mai cosa dirà. Questo è ancora più difficile quando il ragazzo in questione è anche un amico.

Può essere straziante se si scopre che non gli piaci, e può essere sufficiente per distruggere l’amicizia. La cosa spiacevole è che il solo chiedere al tuo amico ragazzo di uscire potrebbe rovinare l’amicizia da solo, anche se nessuno di voi due lo vuole. L’imbarazzo della situazione, sia che decidiate di uscire o meno, potrebbe rendere le cose estremamente difficili in seguito. Se ti senti come se fossi nella stessa barca, ci sono alcune cose che puoi osservare nel comportamento del tuo amico prima di decidere di fare il grande passo.

Coppia che si diverte
Fonte: unsplash.com

“Piaccio al mio amico maschio”: Modi in cui puoi dirlo

Ci sono alcuni modi per capire se piaci al tuo amico maschio.

Per prima cosa, devi osservare come si comporta con te. Se ti fissa molto, flirta con te o inizia un contatto fisico con te, è probabile che sia interessato. Queste sono cose che potrebbe anche non notare o essere in grado di controllare. Si comporta in un certo modo perché gli viene naturale. Naturalmente, potrebbe anche essere più nervoso intorno a te o ritirato. Se si rende conto di come si sente potrebbe farlo sentire in imbarazzo anche all’idea di rovinare l’amicizia.

Durante le conversazioni con lui, potrebbe farti domande personali, rendendo il tempo trascorso con lui più intimo, vicino o memorabile. Potrebbe anche mostrare segni di gelosia quando parli di altri uomini. Ancora una volta, questa può essere una cosa conscia o inconscia. Potresti notare che il tuo amico vuole sempre sapere di più su di te e che cerca di allontanare altri potenziali fidanzati dalla tua vita. Un’altra cosa che potrebbe fare è ricordare e commentare i piccoli dettagli del vostro passato insieme.

Per esempio, potrebbe ricordare e chiederti di seguire una storia che gli hai raccontato sul lavoro poco tempo fa. Potrebbe commentare come ti sei tagliata i capelli di un centimetro più corti. Questo dimostra che ti sta prestando più attenzione di quanto tu creda. È vero, alcuni ragazzi sono solo osservatori. Ma, in generale, prestare così tanta attenzione può essere un segno che ti sta guardando più da vicino e vuole vederti come qualcosa di più di un semplice amico. Quando è stata l’ultima volta che hai notato questo tipo di cose su qualcuno a cui non sei così vicina, dopo tutto?

Potrebbe anche mostrare segni di apprezzamento quando è lontano da te. Cioè, potrebbe scriverti o chiamarti più spesso. In effetti, potrebbe usare questi mezzi di comunicazione per fissare degli orari per incontrarsi con te o per trovare dei motivi per vederti di nuovo. È importante prestare attenzione a quanto spesso si fa sentire. Ricorda che stai cercando un fidanzato, non uno stalker. Questo significa che se ti manda messaggi o ti chiama ossessivamente, potresti voler esaminare la relazione un po’ più da vicino. Se sembra controllare senza essere ossessivo, potrebbe essere un segno di qualcosa di romantico.

Coppia che cammina
Fonte: unsplash.com

Se il tuo amico ha mostrato uno di questi segni, è chiaro che gli piaci. Se non ti chiede di uscire presto, dovresti chiederglielo perché c’è qualcosa tra voi due che semplicemente non può essere ignorato. Naturalmente, può essere difficile navigare in questa situazione perché entrambi potreste essere preoccupati di ciò che significa per la vostra amicizia. Potreste entrambi cercare di decidere se siete disposti a rischiare la vostra amicizia per portare la vostra relazione ad un nuovo livello.

Tu sei l’unico che può prendere questo tipo di decisione per te stesso. Se ti piace davvero questo ragazzo, allora potrebbe valere la pena di vedere cosa succede. Tieni a mente, tuttavia, che c’è sicuramente un rischio coinvolto. Cercherai di rafforzare la tua relazione. Ma se la parte romantica non funziona, potresti non essere in grado di salvare il resto. Devi essere disposto a correre questo tipo di rischio prima di decidere di chiedergli di uscire e provare la vostra relazione come qualcosa di più. Se lui ti piace davvero e sei sicuro che lui prova la stessa cosa, allora forse dovresti parlarne per scoprire cosa ne pensa lui dell’idea.

D’altra parte, se non sei ancora sicura di piacergli, puoi provare a chiedergli comunque di uscire. Altrimenti, te lo chiederai sempre. Può essere snervante chiedere a un ragazzo di uscire senza sapere cosa dirà, ma non lo saprai mai se non ci provi. Potresti finire con una relazione fantastica che non avresti mai ottenuto in nessun altro modo. Potresti finire con il ragazzo che sei sempre stata destinata a trovare e questa sarà un’esperienza incredibile. Certo, dovrai rischiare che lui ti dica di no. In alcuni casi, rischierete anche la vostra amicizia. Ma la possibilità non vale la pena?

Il tuo futuro potrebbe dipendere dal fatto che tu abbia il coraggio di prendere una decisione e uscire dalla tua zona di comfort. Questo potrebbe essere il vero affare e lui potrebbe essere quello giusto. Ma non lo saprai mai se voi due non siete disposti a fare un tentativo e vedere cosa succede. Forse sta cercando di trovare il coraggio di chiederti di uscire. Il fatto che tu glielo chieda potrebbe aiutare entrambi.

I benefici della psicoterapia di coppia

Forse non sai con certezza se piaci al tuo amico maschio. Ci vuole molto per mettere in gioco una buona amicizia per il potenziale di un partner romantico ancora migliore. Se stai lottando con problemi come questi, potresti voler prendere in considerazione l’idea di una psicoterapia di relazione.

Molti hanno già sentito parlare di psicoterapia matrimoniale o di relazione – e la maggior parte delle persone pensa che sia solo per le persone che stanno per divorziare. Questo non potrebbe essere più lontano dalla verità. Tutti lottano con qualche relazione nella loro vita. Psicologi e scienziati sociali hanno studiato le relazioni romantiche praticamente dalla nascita del campo.

La prima cosa da ricordare quando si cercano consigli sulle relazioni è che si ha a che fare con un professionista preparato. Il vostro terapeuta non sparerà nel buio. Alcuni studi hanno scopertoche la psicoterapia di relazione aiuta fino a sette su dieci coppie che la cercano. Naturalmente, è più difficile tracciare le percentuali di successo quando sono applicate agli individui.


Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).