Aggiornato il 25 gennaio 2022

CoppiaFonte: unsplash.com

È naturale che gli opposti si attraggano? In altre parole, gli esseri umani sono predisposti ad essere attratti da coloro che sono diversi da loro, o il concetto è solo un mito romantico?

 

Le origini di “Gli opposti si attraggono”

Alto e basso. Schietto e timido. Di sinistra o di destra. Persona cane e persona gatto. Cattivo ragazzo e brava ragazza. Tutti conosciamo gli stereotipi, e possiamo anche conoscere coppie reali che esemplificano il concetto di “gli opposti si attraggono”. Ma come ogni cosa nella vita, la realtà non è proprio così… bianca e nera, se volete.

L’idea di “gli opposti si attraggono” è stata posta per la prima volta in psicologia da Robert Francis Winch, che ha studiato i coniugi negli anni ’50 ed è giunto alla conclusione che non erano le somiglianze a far funzionare una relazione – piuttosto, era la complementarità. In altre parole, se una persona è estroversa, sarebbe più adatta a stare con una persona introversa, e viceversa. Perché? La teoria diceva che ognuno è in definitiva alla ricerca di caratteristiche che gli mancano. Quindi una grande coppia è quella in cui i tratti di personalità si completano a vicenda.

L’opposto può non essere affatto opposto

Vi starete chiedendo perché quest’idea di “gli opposti si attraggono” è così pervasiva se non è vera. Una ragione è che, come detto prima, alcune persone sono attratte da coloro che sono diversi da loro. Ma questa attrazione di solito si rivela di breve durata, più adatta ad essere archiviata sotto la categoria di “lussuria” o “infatuazione” che “amore”.

Un’altra grande ragione è che non sempre comprendiamo appieno il significato di “opposto”. Diciamo che tu e il tuo partner vi frequentate da qualche anno. Siete felici, ma avete molti interessi diversi. A te piace l’indie rock mentre loro preferiscono l’hip-hop. Tu leggi pile di romanzi, mentre il tuo partner non ha mai messo piede nella biblioteca locale. Tu sei un nottambulo, mentre loro sono in piedi prima del sole ogni giorno. I tuoi amici potrebbero ridere e dire che state insieme perché “gli opposti si attraggono”! Ma se guardi oltre la superficie delle vostre personalità, probabilmente scoprirai che tu e il tuo partner siete molto più simili che diversi.

Così vi piacciono diversi tipi di musica e avete diversi hobby, ma potreste entrambi condividere una profonda relazione con la spiritualità o essere cresciuti nella stessa città. Potreste condividere opinioni politiche e pratiche culturali. Potreste entrambi dare più valore alle esperienze che alle cose materiali. La lista continua – ma nel cuore della maggior parte delle relazioni, troverete una solida base di valori simili. Sono queste solide fondamenta che fanno prosperare le relazioni più sane.

 

Come far funzionare gli “opposti” in una relazione romantica

Detto questo, un po’ di differenza nel romanticismo può effettivamente andare molto lontano. Si dice, dopo tutto, che “la varietà è il sale della vita”. E un pizzico di tensione aggiunge l’eccitazione e la passione tanto necessarie alle relazioni a lungo termine.

Quindi qual è la risposta? Dovremmo cercare partner che siano più simili a noi o che possiedano tratti di personalità che ci mancano?

Naturalmente, non c’è un’unica risposta definitiva. Invece, la maggior parte delle relazioni sane, romantiche o platoniche, fanno meglio quando c’è un equilibrio di somiglianze e differenze. È salutare perseguire diversi interessi e passatempi, così come trascorrere del tempo a parte, quando si ha una relazione con qualcuno. Come esseri umani, siamo su un percorso costante verso l’auto-miglioramento, e spesso questo miglioramento viene dalle sfide alla nostra zona di comfort. In altre parole, avere un partner o un amico che ci sfida a causa delle loro differenze uniche è spesso una componente chiave della nostra crescita personale.

Se hai una relazione con qualcuno che temi possa essere il tuo “opposto”, prova a riformulare la tua narrazione. Invece di pensare a loro come “opposti” a te, pensa a loro come “complementari”. Semplicemente pensare in modo diverso può avere un grande impatto sul modo in cui vediamo le nostre relazioni e noi stessi.

In questa riorganizzazione, puoi anche scegliere di vedere le differenze del tuo partner come un potenziale percorso di crescita personale. Il vostro partner chiacchiera sempre con la gente alle feste mentre voi guardate da un angolo? Forse puoi chiedere al tuo partner qualche consiglio per il networking!

Altri due componenti cruciali per far funzionare questo tipo di relazioni sono fondamentali in qualsiasi relazione: la comunicazione e il compromesso. Se sei un nottambulo in coppia con un mattiniero, parla di come puoi trovare un compromesso andando a letto presto in certe sere o rimanendo alzato fino a tardi per andare a ballare in altre. O, forse, vi incontrate nel mezzo!

Sia che siate più simili o diversi, è sempre importante parlare apertamente con il vostro partner delle vostre esigenze e aspettative, e ricordate: non è probabile che possiate cambiare la personalità di una persona, quindi se siete preoccupati per una particolare differenza, è probabilmente meglio andare avanti o elaborare un piano d’azione su come affrontare il problema.

Bibliografia e approfondimenti