Come smettere di preoccuparsi di qualcuno che non si preoccupa di te

Aggiornato il 29 ottobre 2021

Ci sono diverse ragioni per cui ci si può preoccupare di qualcuno che non ricambia questo sentimento. Potresti trovarti in una brutta relazione romantica, o potresti essere nella fase post-rottura. Inoltre, potresti avere un genitore o un fratello che non sembra preoccuparsi di te. Chiunque sia la persona che ti ignora o ti inimica, potrebbe essere meglio imparare a trattare con qualcuno che non sembra interessarsi a te.

Ragazza che guarda fuoriFonte: unsplash.com

Perché è necessario affrontarlo

Continuare a prendersi cura di qualcuno che non può, o non vuole, ricambiare i tuoi sentimenti, ti porta a sentirti infelice. Non c’è motivo di permettere a qualcuno di avere quel tipo di potere su di te. Non importa come qualcuno sia collegato a te o quale sia il tuo passato con lui, non ha il diritto di continuare a buttarti giù. Non siete obbligati a rimanere in queste relazioni. Non abbiamo il controllo su nessuno se non su noi stessi. Più ci permettiamo di concentrarci su cose al di fuori del nostro controllo, più ci sentiamo frustrati. Parleremo di più delle soluzioni più avanti nell’articolo.

Come gestire i tuoi sentimenti per qualcuno

Non c’è certamente nulla di male nell’interessarsi sinceramente ad un’altra persona. E a volte amiamo qualcuno anche quando non ricambia i nostri sentimenti. Una responsabilità fondamentale di ogni genitore sano, per esempio, è amare incondizionatamente i propri figli, indipendentemente dal fatto che quell’amore venga ricambiato. A volte è sano, appropriato, maturo e responsabile essere disposti ad amare un altro che potrebbe essere incapace di restituire il nostro amore. Ma quando ci si preoccupa molto di qualcuno che non prova lo stesso, o si preoccupa troppo poco, e che è anche un adulto con la capacità di amare in modo appropriato, è ragionevole valutare criticamente le proprie scelte.

Forse può essere utile considerare cosa costituisce l’amore genuino. Spesso crediamo che se amiamo veramente qualcuno, accetteremo praticamente qualsiasi cosa da lui. Ma anche i genitori hanno la responsabilità di insegnare ai loro figli che alcuni pensieri, atteggiamenti o azioni sono inaccettabili.

Naturalmente, il genitore non dovrebbe suggerire che sta ritirando il suo amore al bambino. Ma l’amore genuino include confini sani, limiti, aspettative e conseguenze significative per il cattivo comportamento. Rinunciare alle conseguenze è meno amorevole che fornire ciò di cui il bambino ha veramente bisogno in risposta alle sue azioni inappropriate o disobbedienti.

A volte questo può essere il caso anche con i coetanei o altri adulti. L’azione più genuinamente amorevole, premurosa e reciprocamente rispettosa che possiamo scegliere in risposta a un altro adulto è di permettergli di sperimentare le conseguenze naturali o logiche delle sue azioni. Se qualcuno vi sta trattando in modo inappropriato, irrispettoso o scortese, e se avete provato a parlare con lui senza successo, potrebbe essere il momento di considerare se sia meglio rimanere nella relazione.

Ragazza in piedi Fonte: unsplash.com

Considera anche la relazione tra i tuoi pensieri e i tuoi sentimenti. Mentre è impossibile cambiare i tuoi sentimenti, hai una capacità molto maggiore di cambiare i tuoi pensieri, prospettive, conclusioni e aspettative. Poiché i tuoi sentimenti sono quasi sempre creati direttamente da quelle cognizioni, cambiandole puoi cambiare i tuoi sentimenti.

Gran parte della delusione, del dolore, dell’offesa, della tristezza e della rabbia che sperimentiamo è il risultato di aspettative non soddisfatte. Quindi, se possiamo cambiare le nostre aspettative, saremo in grado di diminuire drasticamente i sentimenti negativi che derivano dallo sperimentare aspettative non soddisfatte, giusto? Questo vale certamente per una situazione in cui una persona a cui teniamo non ricambia i nostri sentimenti.

Prenditi più cura di te

Potresti trovarti a spendere un sacco di energia mentale su questa persona che vorresti si preoccupasse anche di te. Ma c’è una persona su cui puoi sempre contare che si preoccupa per te, e quella sei tu. Mentre ti stai adattando a spendere meno del tuo tempo e della tua attenzione su un’altra persona, usa quel tempo libero per pensare a quello che vuoi tu. Cosa vorresti che qualcun altro facesse per te? Quando hai capito che cos’è, vai avanti e regalatelo a te stesso!

Vorresti avere un partner che ti aiuti con i piatti? Assumi qualcuno che lo faccia. Vorresti avere qualcuno che ti faccia i complimenti per il tuo aspetto? Fai cose che ti fanno sentire bella. Vorresti che qualcuno si congratulasse con i tuoi successi con un bel regalo? Comprati quella cosa che hai desiderato quando raggiungi i tuoi obiettivi. Non devi aspettare che qualcun altro ti faccia sentire importante. Scegli di concentrarti su ciò che puoi controllare. Spesso abbiamo molto più controllo di quanto percepiamo. C’è speranza nello scegliere di guardare noi stessi, per assicurarci di essere le persone che vogliamo essere.

Uomo che sorrideFonte: unsplash.com

Tutti abbiamo spazio per crescere, cambiare, migliorare. E poiché il nostro auto-miglioramento è completamente sotto il nostro controllo, c’è speranza, potere e fiducia nel passare del tempo ad acquisire consapevolezza delle aree in cui potremmo voler crescere, e poi essere intenzionati ad attuare azioni concrete a tal fine.

Spesso le caratteristiche più frustranti e offensive per noi sono quelle di cui siamo colpevoli noi stessi. Quindi è sempre una buona pratica rivolgere la nostra attenzione a noi stessi non appena ci rendiamo conto di essere infastiditi da qualcun altro. La consapevolezza è fondamentale per fare dei cambiamenti in noi stessi. Ciò che non capiamo di noi stessi ci controllerà. A volte, basta prendere coscienza di una tendenza in noi stessi per scegliere di pensare o agire in modo diverso. Tendiamo ad attrarre coloro che ci complimentano in qualche modo. Questo è il motivo per cui gli abusatori tendono ad essere attratti dalle “vittime”. Coloro che sono più dominanti tendono ad essere attratti da coloro che sono più sottomessi e viceversa. Chi prende è attratto da chi dà, ecc.

Per questo motivo, è molto saggio fare il possibile per diventare il più sano possibile prima di entrare in una nuova relazione. Più siamo sani in modo indipendente, più è probabile che gli altri attraggano e siano attratti da noi stessi. Questo può anche essere un buon momento per considerare se abbiamo sperimentato un “tema” di essere attratti da coloro che finiscono per non piacerci molto. Se riconosciamo un tale schema, potremmo voler elaborare questo con un terapeuta professionista per aiutarci sia a capire questa tendenza che a romperla.

Preoccuparsi meno delle opinioni in generale

A volte il problema non riguarda ciò che una persona pensa di voi. A volte voi sentire il bisogno di rendere tutti gli altri felici. Sei tu che ti preoccupi di cosa penserà il tuo partner se provi un nuovo look. Copri gli altri quando loro non farebbero mai lo stesso per te. Hai paura di esprimere la tua opinione perché qualcuno potrebbe non apprezzarti per questo.

Può essere difficile rompere questi schemi di pensiero ansiosi. Ma sarete più felici di preoccuparvi meno e di circondarvi di persone che non hanno paura di vedere il vostro vero io. Preferiresti passare del tempo con qualcuno con cui devi stare costantemente in guardia o con qualcuno con cui puoi rilassarti perché ti accetta?

Altre soluzioni

Ciò che rende difficile questo viaggio è l’agitazione interiore che porta. Se hai sentimenti di tristezza, prova a trovare uno. Disegnare o leggere sono solo un paio di cose che puoi provare. Qualsiasi cosa tu possa fare per distogliere la tua mente dalle cose ed essere felice funzionerà.

Se ti senti stressato o ansioso, prova lo yoga. Lo yoga può aiutarti a calmare la tua mente e il tuo corpo, ed è una buona forma di esercizio.

Capire il tuo valore ti catapulterà verso il successo. Se stai lottando con una bassa autostima, pratica quotidianamente. Essere gentili con noi stessi è una delle abilità più importanti che possiamo imparare. Questo è particolarmente vero quando abbiamo a che fare con la negatività portata dagli altri.

Conclusione

Affrontare le emozioni di essere maltrattati non è mai facile. Se riesci a cambiare il tuo pensiero o a chiedere aiuto, starai molto meglio. Il modo in cui ti senti ora non deve essere per sempre – durerà solo se glielo permetti. Fai il primo passo verso una vita più sana con relazioni soddisfacenti oggi.

Bibliografia ed approfondimenti

  • Peiqi Lu, Jeewon Oh, Katelin E. Leahy, William J. Chopik. Friendship Importance Around the World: Links to Cultural Factors, Health, and Well-Being. Frontiers in Psychology, 2021; 11

Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).