Amo i miei amici, ma mi sento come se non mi amassero

Aggiornato il 22 novembre 2021

Mantenere le amicizie può diventare più difficile quando si invecchia. Le nostre vite diventano più impegnative. Alcune persone scelgono partner, si sposano, hanno figli, costruiscono carriere, comprano case, si trasferiscono in posti nuovi e così via. Con tutti questi cambiamenti di vita arrivano responsabilità e obblighi che possono prendere il sopravvento sulla nostra vita al punto che non possiamo trovare il tempo per le stesse cose divertenti che facevamo con i nostri amici. Potresti sentire che i momenti divertenti e avventurosi con i tuoi amici, come le maratone al cinema e le vacanze spontanee, sono ormai lontani; tuttavia, puoi ancora trovare nuovi modi per connetterti con i vecchi amici.

donna triste alla finestra

Questo sito è di proprietà e gestito da Serenis, che riceve tutti i compensi associati alla piattaforma.

Fonte: unsplash.com

I miei amici non stanno più al passo con me

A volte la vita si dà da fare. A volte le amicizie svaniscono. E a volte le persone semplicemente non sono amici compatibili a lungo termine. La sensazione di “essere stati ignorati” da un amico può far male, indipendentemente dalla causa. Tuttavia, perdere il contatto con un amico non significa necessariamente che uno dei due abbia smesso di preoccuparsi dell’altro o che voglia chiudere l’amicizia. Potrebbe essere che il tuo amico stia attraversando un cambiamento di vita o una transizione che lo preoccupa o gli porta via tutto il suo tempo libero; potrebbe anche attraversare un periodo di lotta privata e non voler caricare un vecchio amico come te dei suoi nuovi problemi. Se non siete sicuri dello stato di un’amicizia, potete contattarli in molti modi. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Se hai l’indirizzo postale del tuo amico, mandagli una breve e premurosa nota per posta. Le cartoline sono un ottimo modo economico per far sapere a un vecchio amico che stai pensando a lui e gli stai augurando il meglio. Quasi certamente gli rallegrerai la giornata!
  • Se tu e il tuo amico avete un posto preferito in comune, un film, un cibo, mandagli un messaggio con un saluto veloce e un ricordo di quando vi siete divertiti insieme. Aprite una conversazione e chiedete se gli piacerebbe guardare quel film preferito qualche volta o offritevi di portare il cibo da asporto preferito per una chiacchierata di aggiornamento.
  • Resta al passo con il tuo amico sui social media se siete entrambi attivi online. “Mi piace” un post è bello, ma impegnarsi con un commento di sostegno è ancora meglio.
  • Se stai attraversando qualcosa di difficile e pensi che il tuo caro amico possa capire, mandagli un messaggio di testo e chiedigli se sarebbe disposto a darti qualche consiglio. Fagli sapere che ti fidi della loro opinione e che pensi bene di loro.

E se i miei amici non mi amano quanto io amo loro?

Anche se hai una sana autostima, potresti avere una sensazione di insicurezza con alcuni amici. Se i piccoli commenti risultano giudicanti o sprezzanti, o le discussioni continuano a spuntare senza motivo apparente, o i vostri piani con loro continuano a essere cancellati all’ultimo minuto, o semplicemente “fantasma” dell’amicizia, potreste sentirvi messi da parte o guardati dall’alto in basso. Se un amico ti fa sentire così, sappi che i tuoi sentimenti sono validi.

Proprio come una relazione romantica ha bisogno dell’impegno e del rispetto dei suoi partner per fiorire, un’amicizia duratura ha bisogno di una comunicazione rispettosa per rimanere sana. Se vi trovate a mettere in dubbio la comunicazione o le azioni di un amico nei vostri confronti, pensate a come comunicate tra di voi e a quando avete avuto l’ultima volta una conversazione piacevole e sincera. Se vi siete incontrati solo tramite brevi testi e commenti sui social media e non riuscite a mantenere un dialogo premuroso o sincero su argomenti più profondi, forse vi state allontanando, il che non è colpa di nessuno. Potete cercare di riavvicinarvi reciprocamente o semplicemente lasciare andare l’amicizia delicatamente. Se, d’altra parte, ti senti mancato di rispetto o messo da parte, allora non hai alcun obbligo di continuare a cercare di sistemare un’amicizia che non funziona.

Considerate anche gli eventi della vita che ognuno di voi sta vivendo. Se state scoprendo che un amico è fidanzato o aspetta un bambino attraverso i social media, allora stanno condividendo questa notizia con voi nello stesso momento del loro pubblico generale. Se ricevete notizie eccitanti (o difficili) e non avete alcuna inclinazione a raggiungerli prima di condividerle più in generale, allora potreste non essere così vicini come lo eravate una volta. Tuttavia, se non c’è stato nessun litigio o conflitto tra di voi, non è mai troppo tardi per raggiungerlo con un messaggio di sostegno sincero e personale.

Il mio migliore amico non prova lo stesso per me

Può essere straziante scoprire che la persona che consideri il tuo migliore amico non prova lo stesso per te. Dopo tutto, potresti aver provato qualcosa di simile all’innamoramento mentre costruivi quella stretta relazione con il tuo migliore amico. Vederli descrivere qualcun altro come il loro “migliore” amico può ferire profondamente, soprattutto perché ci tenete a loro e volete che siano felici.

Se ti trovi in questo doloroso incrocio di emozioni, considera cosa ti ha fatto spostare questa persona nel tuo slot mentale di “migliore amico”. Ti ha sostenuto in un periodo difficile, o avete vissuto, frequentato la scuola o lavorato nelle vicinanze per un certo periodo di tempo? Chiedetevi se l’amicizia, per quanto preziosa e significativa sia stata, era radicata in qualcosa di temporaneo o situazionale, piuttosto che nella vostra generale compatibilità e vicinanza.

Invecchiando, le nostre priorità cambiano. Le stesse ragioni per cui alcune coppie non stanno insieme per sempre sono le stesse ragioni per cui anche alcuni amici si lasciano. Vi allontanate. Le cose che una volta erano importanti possono non esserlo più, e le cose che sono importanti per te possono non esserlo per il tuo amico. Questo è il vero motivo per cui alcuni amici che crescono insieme, e che basano molto dell’importanza di un’amicizia sulla loro storia condivisa, non resistono alla prova del tempo. Ricordate, però, che non essere “migliori” amici non deve impedirvi di essere amici.

Come affrontare la situazione

Se pensi che ci sia un problema nella tua amicizia, potrebbe essere il momento di parlare. Sii il più aperto e onesto possibile e permetti al tuo amico di parlare, anche se fa male sentirlo. Potreste scoprire che qualcosa che avete fatto ha fatto arrabbiare o ferire il vostro amico, o potrebbe essersi verificato un errore di comunicazione. In questi casi, potreste essere in grado di risolvere la frattura semplicemente affrontando il problema e parlandone.

Quando parlate con il vostro amico, cercate di usare le frasi “io” piuttosto che “tu”. Per esempio, invece di dire qualcosa come “mi hai ferito quando hai fatto questo”, dite “mi sono sentito ferito quando hai fatto questo”. Usare le affermazioni “tu” può sembrare un attacco, e mentre si può essere feriti, frasi che suonano accusatorie possono solo alimentare ulteriormente la discussione. L’ultima cosa che vuoi è far sì che il tuo amico si chiuda e si metta sulla difensiva.

amiche felici

Fonte: unsplash.com

Allo stesso modo, fai del tuo meglio per evitare di metterti sulla difensiva con il tuo amico. Scoprire che qualcuno a cui tieni non prova più la stessa cosa o ha bisogno di spazio dalla relazione può far male, ma queste conversazioni difficili possono aiutarti a crescere, sia come amico che come persona. Mentre valutate le vostre amicizie esistenti, vi riconnettete con i vecchi amici e costruite relazioni con quelli nuovi, assicuratevi di trattarvi con la stessa gentilezza e pazienza con cui trattereste un buon amico. Ti meriti un’amicizia sincera e solidale, e può iniziare da te.

Modi per sostenere sé stessi

Se ti senti costantemente stressato per lo stato di un’amicizia, potresti soffrire di ansia sociale. Sono disponibili molte opzioni per il trattamento dell’ansia, tra cui esercizi di consapevolezza, farmaci e terapia.

Come già detto, cerca di trattarti bene come tratteresti un buon amico. Concediti del tempo per la cura di te stesso. Quando si prende il tempo per dedicarsi a sé stessi, è più facile bilanciare le opinioni e le azioni degli altri con il proprio senso di autostima.

Iniziare un nuovo hobby o un’attività sociale. Che tu voglia farti nuovi amici da solo o trovare qualcosa di nuovo da fare con i tuoi amici, un nuovo hobby potrebbe essere un’ottima opzione. Impara una nuova abilità o un nuovo talento e portalo avanti!

Cercare aiuto

Valutare le amicizie e costruirne di nuove può essere difficile, persino intimidatorio. Molte persone cercano un supporto aggiuntivo per aiutarle lungo il percorso, in particolare quelle che soffrono di ansia o di bassa autostima. Se pensi che la responsabilità e il sostegno calmo e non giudicante possano essere utili per te mentre vai avanti, potresti considerare di lavorare con un terapeuta. Dopo tutto, costruire la tua autostima sulla base dei tuoi sentimenti interiori è più salutare che basarla sulle opinioni degli altri, e un terapeuta online attraverso Serenis può consigliarti dalla comodità di casa tua.

La terapia online è conveniente e confidenziale; poiché puoi organizzare le tue sessioni con un terapeuta in base ai tuoi orari e al tuo stile di vita, puoi incontrarti quando e dove vuoi.

Conclusione

Sentire che i tuoi amici non ti amano è difficile, ma puoi superare le lotte di amicizia con gli strumenti giusti e il supporto. Non lasciate che le amicizie insoddisfacenti vi trattengano. Meritate di trovare amicizie significative, e potete fare il primo passo oggi stesso.

Bibliografia e Approfondimenti


Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).