Amore platonico: quando si sta insieme senza fare l’amore

La parola amore può definire molte realtà. L’appagamento di questo sentimento dipende dalle caratteristiche della persona che lo prova e si può per questo sviluppare in molteplici forme. Ma qual è la relazione tra sessualità e amore? Molti dicono che la sessualità sia fondamentale in ogni relazione d’amore. Al giorno d’oggi il sesso senza amore è diventato quasi una regola. Molti arrivano al punto di considerare che il sesso è piacere mentre l’amore significa impegno, tendendo così distinte le due cose. Provando ad esplorare la condizione inversa, è possibile l’amore senza il sesso? In altre parole si può stare insieme senza fare l’amore? La risposta che danno gli psicologi è assolutamente affermativa. Molte coppie infatti possono avere una relazione felice e durevole senza fare l’amore. Alcune persone possono trovare innumerevoli altre forme di intimità che possono essere più importanti di fare l’amore come come la connessione emotiva o l’intimità fisica non sessuale.

Le ragioni di chi sta insieme senza fare l’amore


Ci sono molte ragioni per cui si può stare insieme senza fare l’amore, tra cui:

  • motivazioni religiose o morali: alcune persone credono che il sesso dovrebbe essere riservato al matrimonio o che dovrebbe essere consumato solo all’interno di una relazione monogama;
  • problemi di salute: alcune persone possono avere problemi di salute che rendono difficile o impossibile fare l’amore;
  • età avanzata: l’invecchiamento può comportare la perdita del desiderio sessuale;
  • difficoltà emotive: alcune persone possono avere difficoltà emotive che rendono difficile o impossibile fare l’amore, come la depressione, l’ansia o aver subito un trauma;
  • differenze di desiderio sessuale: in alcune coppie ci possono essere differenze nel desiderio sessuale;
  • scelta personale: alcune coppie possono semplicemente scegliere di non fare l’amore perché non lo considerano importante per la loro relazione.

Cosa dice la psicologia sulle coppie che non fanno l’amore


Premesso che provare amore per qualcuno non sempre equivale a fare l’amore con quella persona, è possibile provare sentimenti romantici e passionali come una cotta o un’infatuazione intensa ma breve oppure avere un legame a lungo termine in assenza di desiderio sessuale? Sono molte le coppie che dopo aver vissuto insieme per diversi anni sono ancora innamorate del proprio partner anche se non fanno più l’amore. Non vogliono lasciare il partner perché la relazione è stabile e gratificante ma allo stesso tempo non ne sono sessualmente attratti. Ci sono molte teorie psicologiche che riescono a spiegare bene cosa accade quando si sta insieme senza fare l’amore.

L’amore platonico


Un modello psicologico che spiega questo fenomeno è la teoria dell’amore platonico. L’amore platonico è un tipo di un amore in cui manca il fattore dell’attrazione fisica o della sessualità ma in cui sono presenti una forte intimità emotiva e una profonda connessione tra i partner. Si ritiene che questo amore sia basato sull’amicizia, sugli interessi condivisi e sulla reciproca ricerca della verità e della saggezza.

Nell’antica filosofia greca, questo concetto di amore è emerso come mezzo per descrivere un tipo unico di relazione. E’ stato il filosofo Platone a sostenere che l’amore non fosse solo un sentimento ma un mezzo per ascendere a livelli superiori di conoscenza e comprensione dell’esistenza. Secondo questo modello filosofico l’amore era uno strumento per trascendere il mondo fisico e connettersi con una realtà superiore e più perfetta.

L’amore platonico per gli antichi greci era la più alta forma di amore perché rappresentava un’amicizia profonda e duratura basata su valori condivisi, credenze e un impegno reciproco che consentiva la crescita e lo sviluppo personale. Nel corso della storia e attraverso le culture il concetto di amore platonico ha subito delle trasformazioni. Durante il Medioevo, l’amore platonico era spesso associato all’amor cortese, un tipo di amore caratterizzato da cavalleria, onore e devozione. Nel Rinascimento invece l’amore platonico era associato al movimento umanista che metteva in primo piano l’importanza della ragione, della conoscenza e della crescita personale.

Ancora oggi l’amore platonico continua ad essere un concetto importante in psicologia e filosofia così come nella cultura popolare. L’amore platonico rappresenta un tipo di relazione unico e prezioso che si basa sulla connessione piuttosto che sull’attrazione fisica o sul desiderio sessuale.

Ci sono una serie di caratteristiche che distinguono una relazione platonica da altri tipi di relazione. Oltre alla mancanza dell’aspetto sessuale una relazione platonica tende anche ad essere contrassegnata da:

  • vicinanza: entrambi i membri della coppia sentono una vicinanza reciproca e hanno molte cose in comune;
  • onestà: entrambi gli individui sentono di poter condividere ciò che pensano e sono empatici con l’altra persona;
  • accettazione: in queste relazioni i partner tendono a sentirsi a proprio agio. Entrambi si sentono al sicuro e liberi di essere se stessi;
  • comprensione: le persone che condividono una relazione platonica riconoscono e rispettano lo spazio personale dell’altro. Non cercano di costringere l’altra persona a fare cose che non vuole fare o essere qualcosa che non è.

Intimità emotiva


Il significato dell’intimità emotiva come componente fondamentale dell’amore è ben documentato da molte ricerche. A differenza dell’intimità fisica che è principalmente caratterizzata dal contatto fisico e dall’attrazione sessuale, l’intimità emotiva è fondata su un legame profondo ed emotivo che unisce due individui. In alcune coppie l’intimità emotiva prevale su quella fisica e ciò rende chiaro il fatto che si può stare insieme senza fare l’amore. L’intimità emotiva fornisce infatti un senso di appagamento dovuto alla comprensione e al sostegno reciproci accompagnati dalla capacità di condividere i propri pensieri e sentimenti più profondi con un altro individuo.

Questo livello di intimità emotiva non solo fornisce un senso di conforto e sicurezza, ma rappresenta anche un’opportunità unica per le persone di provare gioia e appagamento nella loro vita insieme. L’intimità emotiva non solo permette la crescita personale e il benessere ma aiuta anche le persone ad affrontare con maggiore resilienza tutte le sfide che la vita presenta. Inoltre l’intimità emotiva protegge da tutte quelle complicazioni che possono sorgere nelle relazioni a causa dell’attrazione fisica. In questo modo fornisce un ambiente sicuro affinché gli individui possano approfondire le proprie emozioni e creare legami significativi con gli altri. Quando a prevalere in una relazione è l’intimità emotiva secondo la teoria di Sternberg si possono sviluppare due tipi di amori:

  • amore vuoto: anche se questo termine può far pensare a qualcosa di negativo, viene utilizzato per indicare una relazione che si è formata per soddisfare bisogni diversi dall’intimità fisica o dalla passione. In questo tipo di amore i due partner si impegnano a rimanere insieme per una serie di motivazioni legate ad aspetti economici, religiosi, per l’educazione dei figli o per il bisogno di sicurezza;
  • amore amicizia: quando in una relazione sono presenti l’intimità emotiva e l’impegno reciproco, i partner si amano, si rispettano e si impegnano a stare insieme in assenza di attrazione fisica. In questo tipo di rapporto a prevalere è il sentimento di amicizia e la condivisione di interessi, hobby e passioni, fattori che possono essere molto importanti soprattutto nelle relazioni di lunga durata.

La psicoterapia online di Serenis

In questo blog troverai tantissimi altri articoli che parlano di salute mentale.

Se hai ritrovato un po’ della tua relazione in quello che hai letto, magari puoi pensare di lavorare assieme alla persona che ami facendo terapia di coppia con noi: siamo un centro medico autorizzato e offriamo dei percorsi individuali e di coppia.

Il servizio è completamente online, con centinaia di psicoterapeuti e psicoterapeute (cioè hanno la specializzazione) con in media circa 10 anni di esperienza.

È bello innamorarsi e trovarsi, ma alcune volte può capitare di perdersi: noi vogliamo aiutarvi a ritrovarvi 💜

Inizia il percorso di terapia di coppia su Serenis rispondendo al questionario. Il primo colloquio è gratuito, poi 59 € a seduta.Se, invece, vuoi iniziare un percorso di terapia individuale, puoi farlo sempre su Serenis rispondendo al questionario. Il primo colloquio è gratuito, poi 49 € a seduta.

Questa pagina è stata verificata

I nostri contenuti superano un processo di revisione in tre fasi.

Scrittura

Ogni articolo viene scritto o esaminato da uno psicoterapeuta prima di essere pubblicato.

Controllo

Ogni articolo contiene una bibliografia con le fonti citate, per permettere di verificare il contenuto.

Chiarezza

Ogni articolo è rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e la comprensione.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Rosario Urbani

Psicoterapeuta specializzato in cognitivo comportamentale

Ordine degli Psicologi della Campania num. 6653/A

Laureato in Neuroscienze presso la Seconda Università di Napoli. Specializzato presso l’istituto Skinner in psicoterapia cognitivo comportamentale. Analista del comportamento ABA e specializzato anche nella tecnica terapeutica dell'EMDR.

reviewer

Dott.ssa Maria Vallillo

Psicoterapeuta specialista in Lifespan Developmental Psychology

Ordine degli Psicologi del Lazio num. 25732

Laurea in Psicologia presso l'Università degli Studi di Chieti. Specializzazione in psicoterapia e psicologia del ciclo di vita presso l’Università la Sapienza di Roma. Esperta in neuropsicologia e psicodiagnostica e perfezionata in psico-oncologia.