I quattro obiettivi della psicologia: Quali sono?

Aggiornato il 08 settembre 2021

La psicologia è lo studio scientifico della mente e del comportamento. È una disciplina multiforme delle scienze e include molti sottocampi di studio, come lo sviluppo umano, il comportamento sociale e i processi cognitivi. La psicologia si concentra sulla comprensione delle emozioni, della personalità e della mente di una persona attraverso studi scientifici, esperimenti, osservazione e ricerca. Lo studio della psicologia ha  quattro obiettivi: descrivere, spiegare, prevedere e cambiare/controllare.

Abbraccio
Fonte: unsplash.com

  • Descrivere

Noi descriviamo cose ogni giorno senza pensiero o sforzo cosciente, ma il descrivere della psicologia ha un significato leggermente diverso dal descrivere che facciamo nella nostra vita quotidiana. Descrivere accuratamente un problema, un problema o un comportamento è il primo obiettivo della psicologia. Le descrizioni aiutano gli psicologi a distinguere tra comportamenti tipici e atipici e ad ottenere una comprensione più accurata dei comportamenti e dei pensieri umani e animali. Una varietà di metodi di ricerca, tra cui studi di casi, sondaggi, auto-test e osservazione naturale permettono agli psicologi di perseguire questo obiettivo.

  • Spiegare

Oltre a descrivere, gli psicologi cercano di essere in grado di spiegare i comportamenti. L’obiettivo di spiegare è quello di fornire risposte alle domande sul perché le persone reagiscono a certi stimoli in certi modi, come vari fattori hanno un impatto sulla personalità e la salute mentale, e così via. Gli psicologi spesso usano esperimenti, che misurano l’impatto delle variabili sui comportamenti, per aiutare a formulare teorie che spiegano aspetti dei comportamenti umani e animali.

Molti psicologi hanno sviluppato numerose teorie negli ultimi due secoli per spiegare vari comportamenti umani. Alcune teorie sono state sfatate o sostituite da scoperte più recenti, mentre altre hanno resistito e mantenuto la loro accettazione da parte della comunità scientifica. Alcune teorie si concentrano sulla spiegazione di piccoli aspetti del comportamento umano, come la teoria del condizionamento classico di Pavlov e la teoria dell’attaccamento di Bowlby. Altre si propongono di descrivere il comportamento umano nella sua interezza, come le otto fasi dello sviluppo umano di Erickson e la teoria freudiana della personalità di Freud.

  • Prevedere

Fare previsioni su come gli uomini e gli animali penseranno e agiranno è il terzo obiettivo della psicologia. Osservando il comportamento osservato in passato (descrivendo e spiegando), gli psicologi mirano a prevedere come quel comportamento possa apparire di nuovo in futuro, così come se altri potrebbero esibire lo stesso comportamento.

Gli psicologi possono usare la conoscenza ottenuta da studi precedenti per prevedere perché, quando e come i comportamenti osservati potrebbero accadere in futuro. Gli psicologi possono quindi prevedere un modello di comportamento. Essendo in grado di prevedere modelli di comportamento, gli psicologi possono comprendere meglio le cause sottostanti alle nostre azioni. La previsione, almeno in teoria, dà agli psicologi la capacità di cambiare o controllare il comportamento, l’ultimo obiettivo della psicologia.

  • Cambiare / Controllare

La psicologia mira a cambiare, influenzare o controllare il comportamento per fare cambiamenti positivi, costruttivi, significativi e duraturi nella vita delle persone e per influenzare il loro comportamento in meglio. Questo è l’ultimo e più importante obiettivo della psicologia. Questi quattro obiettivi della psicologia non sono molto diversi da come si interagisce naturalmente con gli altri. Supponiamo, per esempio, che qualcuno abbia fatto qualcosa che non avrebbe dovuto fare e che questa azione abbia avuto un impatto negativo sulla sua vita. Potreste voler cercare di aiutare o risolvere il problema e le seguenti domande potrebbero naturalmente attraversare la vostra mente:

  • “Cosa è successo? (descrivere)
  • “Perché l’hanno fatto? (spiegare)
  • “Cosa accadrebbe se facessero questo? (prevedere)
  • “Cosa possono fare la prossima volta per raggiungere un risultato diverso? (cambiare)

La differenza principale tra noi che facciamo queste domande e uno psicologo o un professionista della salute mentale è l’alto livello di istruzione e formazione che uno psicologo porta nei processi di spiegazione, previsione e cambiamento. La maggior parte delle persone si pone queste domande ad un livello superficiale, ma questi professionisti addestrati sono specializzati nel trovare modi per facilitare cambiamenti positivi duraturi negli individui.

Come possono aiutarvi i quattro obiettivi della psicologia?

Un esempio perfetto dei quattro obiettivi in azione e di come possono essere utili nella nostra vita quotidiana può essere trovato nell’ esperimento del cane di Ivan Pavlov. Pavlov notò che i suoi cani salivano ogni volta che vedevano il tecnico di laboratorio portare loro il cibo. Dedusse che questo era un comportamento appreso, poiché i cani non avevano inizialmente reagito in quel modo. Tuttavia, con il tempo, i cani arrivarono a capire che il tecnico era quello che portava loro il cibo e una volta che iniziarono ad associarlo al cibo, iniziarono automaticamente ad eccitarsi e a salivare ogni volta che lo vedevano.

Cani che corrono Fonte: unsplash.com

Pavlov ha testato questa teoria suonando un campanello ogni volta che dava da mangiare ai cani. Dopo averlo ripetuto diverse volte, i cani cominciarono ad associare il suono della campana al cibo e iniziarono a salivare ogni volta che suonava la campana. Attraverso il suo esperimento, Pavlov ha cambiato con successo il comportamento reattivo dei cani e ha insegnato loro un nuovo comportamento. Questa teoria è considerata una delle scoperte più significative della psicologia, e la sua importanza sta nel modo in cui i quattro obiettivi sono incorporati (consciamente o inconsciamente) in quasi ogni aspetto della vita di un uomo.

Usando la teoria di Pavlov, e seguendo i quattro obiettivi della psicologia, gli individui possono cercare di cambiare i comportamenti. Per esempio, un genitore o un insegnante può notare che i bambini piccoli devono raccogliere i loro giocattoli dopo aver giocato, ma raramente se ne ricordano. L’adulto può insegnare una breve e memorabile canzone di pulizia da cantare alla fine del gioco per ricordare ai bambini di pulire. Con la ripetizione, i bambini possono iniziare a cantare la canzone da soli quando è il momento di raccogliere i loro giocattoli, e col tempo non avranno nemmeno bisogno della canzone alla fine del gioco per completare l’azione desiderata, che è diventata routine.

Le coppie possono anche usare questi obiettivi di psicologia nelle loro relazioni. Le aziende li usano con i dipendenti e per i programmi di formazione, mentre i professionisti della salute mentale li usano nei programmi di riabilitazione, psicoterapia e altri programmi di trattamento. I quattro obiettivi possono anche essere usati indipendentemente nella vostra vita personale se state lavorando duramente per cambiare un’abitudine o superare una difficoltà.

Come puoi usare i quattro obiettivi nella tua vita?

Se stai cercando di cambiare qualcosa nella tua vita o di sviluppare un’abitudine più sana, considera di usare i quattro obiettivi. Per iniziare, visualizza il tuo obiettivo. Cos’è che vuoi? Una volta che hai quell’obiettivo in mente, inizia a descrivere: scrivi i tuoi pensieri, i tuoi sentimenti e lo status quo nella tua vita. Questo può aiutare a scomporre e chiarire i tuoi pensieri. Puoi anche fare una lista, creare una mappa mentale, o scegliere altri modi di registrare i tuoi pensieri. Cerca di essere il più dettagliato possibile.

Spiegare è il processo di cercare di capire perché qualcosa sta accadendo, e questo può essere fatto riflettendo su un’esperienza personale che potrebbe contenere qualche tipo di spiegazione per la tua abitudine o comportamento. Farsi domande sul “perché” può essere utile per raggiungere l’obiettivo di spiegare. Se l’abitudine che volete cambiare è quella di mangiarvi le unghie, per esempio, potreste aver osservato, descrivendo i vostri sentimenti, che il vostro lavoro è stressante e vi tiene alla scrivania quando preferireste fare più movimento. Potresti quindi realizzare una spiegazione: potresti mangiarti le unghie perché stai cercando un’attività fisica o sensoriale durante il lavoro.

Prendere appunti dal descrivere e spiegare potrebbe aiutarvi a essere in grado di prevedere pensieri e comportamenti futuri. Se avete una giornata piena di lavoro d’ufficio stressante, potreste prevedere che finirete per mangiarvi le unghie per tutto il giorno. Da questa previsione, si può tentare di cambiare l’abitudine con qualcosa di più sostenibile, come spremere una palla antistress, del mastice, o un altro fidget sensoriale che non danneggi le unghie. Se funziona, avrete raggiunto il quarto obiettivo di cambiamento/controllo.

Uomo che leggeFonte: unsplash.com

Il cambiamento/controllo in un contesto personale può avvenire anche sotto forma di tecniche di respirazione, meditazione o mindfulness; potrebbe avvenire sotto forma di voler sconfiggere lo stress post-traumatico o un altro disturbo d’ansia, un obiettivo frequente della terapia cognitivo comportamentale. In breve, cercare l’obiettivo del cambiamento/controllo può coinvolgere qualsiasi cosa che vi aiuti a prendere in mano e modificare i vostri sentimenti, pensieri o comportamenti. Poiché cambiare o controllare qualcosa può essere un compito difficile, farsi aiutare da un professionista esperto può aiutare.

Non è insolito voler conquistare le proprie sfide da soli. Può anche essere difficile per alcune persone ammettere che c’è un problema che vorrebbero risolvere o riconoscere che vorrebbero un aiuto per raggiungere i loro obiettivi. È importante ricordare che non c’è da vergognarsi nel cercare aiuto. Infatti, più spesso che no, è più facile superare un problema con la guida di un professionista. Ma se vi sentite timidi o esitanti nel cercare aiuto di persona o non siete sicuri da dove iniziare, considerate l’aiuto online.

È comprensibile voler vincere queste sfide da soli. Potresti anche trovare difficile accettare il primo obiettivo di descrivere un problema o un’abitudine che vorresti cambiare. Questi sono sentimenti comuni, e ammettere che vorresti fare un cambiamento nella tua vita è un grande passo. Ecco perché cercare un aiuto professionale per fare quel cambiamento è una scelta così utile. Un professionista della salute mentale che conosce bene gli obiettivi della psicologia può aiutarvi a lavorare verso il vostro obiettivo di cambiamento/controllo.

Conclusione

Gli studenti di psicologia studiano il cervello, il comportamento umano e animale, e ciò che ci fa “ticchettare”. Questi quattro obiettivi della psicologia sono stati progettati per mirare e migliorare la vita, apportando cambiamenti positivi sostituendo quelli negativi.

Se sei pronto per un cambiamento nella tua vita, abbraccia i passi e vedi cosa puoi realizzare! Con la giusta guida e motivazione, puoi raggiungere i tuoi obiettivi e realizzare i tuoi sogni, sia che tu sogni di diventare più in forma fisicamente o emotivamente, di riparare relazioni danneggiate o semplicemente di essere più felice. Indipendentemente da ciò che speri, credi che puoi fare il cambiamento! Fai il primo passo oggi.


Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).