Cos’è la talassofobia e come puoi affrontarla?

Aggiornato il 4 ottobre 2021

Talassofobia è un termine greco che si traduce in “paura del mare”. Comprende la paura delle acque profonde, dei viaggi sull’acqua e delle creature che vivono sotto la superficie. Avere paura dei corpi d’acqua può aggiungere sfide significative alla tua vita. Se lotti con questa paura, potresti dover perdere eventi con la famiglia e gli amici, o potresti trovarti a disagio mentre quelli intorno a te si divertono. Dopotutto, è difficile divertirsi quando il cuore batte all’impazzata e le mani tremano. Se scopri che hai paura quando vedi l’acqua profonda, allora potresti avere la talassofobia.

donna al mare

Questo sito è di proprietà e gestito da Serenis, che riceve tutti i compensi associati alla piattaforma.

Fonte: unsplash.com

Secondo la psicologia, la talassofobia non ha cause conosciute, quindi attualmente non sappiamo come prevenirla. Tuttavia, si può ancora avere speranza. Questa fobia non è permanente perché ci sono molte opzioni di trattamento. La talassofobia è in realtà una delle fobie più facili da superare. In media, gli individui in trattamento impiegano solo pochi mesi per trionfare sulla loro condizione. Nei casi più gravi, la fobia può essere superata in un anno o meno. La talassofobia può essere curata attraverso una varietà di metodi, compresi i sistemi di supporto, l’esposizione e la terapia. Discuteremo questi metodi in dettaglio più avanti in questo articolo. Per ora, aggrappati alla speranza perché la tua condizione può essere facilmente curata.

Indipendentemente da come o perché sperimenti la talassofobia, è importante sapere che non sei solo. Questa fobia è comune ed è normale. L’aiuto è disponibile ogni volta che sei pronto ad andare avanti.

Come faccio a sapere di avere la talassofobia?

Per determinare se hai la talassofobia, è importante prima capire la differenza tra paure e fobie. La paura è semplicemente una risposta emotiva negativa ad un oggetto o ad un evento. Una fobia si presenta con un’ansia così grave che ha un impatto negativo sulla qualità della vita.

Se la tua paura dell’acqua profonda interferisce con gli eventi della vita, allora probabilmente stai sperimentando la talassofobia. Se consuma la tua mente su base regolare, sappi che non devi soffrire di questa fobia. Il trattamento è semplice e ampiamente disponibile. Se hai sempre avuto paura del mare, ma non sei sicuro di poterla descrivere come una “fobia”, allora potresti voler fare un test di talassofobia prima di cercare un trattamento. Questo ti aiuterà a determinare se la tua paura è moderata o grave.

Il test è composto da sette domande a scelta multipla. Classificherai i tuoi sentimenti su una frase, usando la seguente scala: estremamente ansioso, molto ansioso, un po’ ansioso, un po’ o per niente. Ti chiede anche quanto gravi sono i tuoi sintomi e quali metodi hai usato in passato per controllarli. Al termine, il test ti dirà se hai o meno la talassofobia e quanto gravemente la fobia può avere un impatto sulla tua vita.

mare aperto

Fonte: unsplash.com

Se il test indica che hai questa fobia, considera la possibilità di elaborare un piano che ti aiuti a superarla.

Come posso andare avanti?

Se hai la talassofobia, può sembrare debilitante. Tuttavia, dovete sapere che è una delle sfide di salute mentale più facili da superare. Attraverso il sostegno, l’esposizione e la terapia, un giorno sarai in grado di goderti il nuoto in spiaggia o le gite in barca sul lago con la tua famiglia e gli amici.

Trovare supporto

Trovare gruppi di supporto che la pensano come te può essere estremamente utile quando si lavora per superare la talassofobia. Reddit è una grande risorsa per un gruppo di supporto online; scoprirai presto che non sei solo. Se non sei mai stato su Reddit prima, può essere utile sapere che il sito è diviso in forum separati chiamati “subreddit”. Ogni subreddit è dedicato a un tema specifico. Il forum Reddit per la talassofobia può essere trovato a talassofobia.

In questo forum Reddit, le persone legano tra loro affrontando una delle loro paure più profonde. Postano le immagini e i video che li spaventano dalla sicurezza dei loro computer o telefoni. In questo modo, diventano più a loro agio con il mare e le sue forme di vita senza dover essere da nessuna parte vicino a un corpo d’acqua.

Affronta le tue paure di persona

Un altro modo per superare la talassofobia è affrontare la paura a testa alta. Se la tua paura deriva dal fatto di non saper nuotare in acque profonde, iscriviti a corsi di nuoto. Se ti preoccupano le creature marine, visitale in un acquario. Se sei in grado di guardare direttamente le tue paure, potresti essere sorpreso da quanto velocemente sei in grado di superarle.

donna felice al mare

Fonte: unsplash.com

Aiuto professionale per la talassofobia

La talassofobia può portare ad ansia, depressione e attacchi di panico se non viene trattata. Se trovare un gruppo di supporto e affrontare le tue paure non è sufficiente, potresti trarre beneficio dal parlare con un terapeuta. La talassofobia può migliorare sia con la tipica terapia della parola che con uno strumento psicologico chiamato terapia cognitivo-comportamentale (CBT).

I terapeuti impiegano la CBT per diminuire o eliminare le fobie che sono resistenti ad altri metodi. Si basa sull’idea che la percezione di una situazione è più strettamente legata alla reazione che alla situazione stessa. In altre parole, l’anticipazione è spesso peggiore dell’evento in questione. La CBT può trasformare le paure in pensieri positivi, un approccio che migliora la vostra reazione e riduce la paura quando in seguito vi confrontate con la fobia nella vita reale.

Con il supporto di un terapeuta professionista, puoi parlare delle tue paure e cancellare completamente la fobia dalla tua vita. Se hai un’agenda fitta di impegni o se la tua fobia rende difficili le uscite, potresti voler parlare con un fornitore online. Serenis ha terapeuti esperti che sono disponibili a incontrarvi ovunque e in qualsiasi momento.

uomo al laptop

Fonte: unsplash.com

Conclusione

Se stai vivendo con la talassofobia, puoi superare le tue paure. La tua vita non ha bisogno di essere così dura come lo è ora. Con gli strumenti giusti e l’aiuto di un professionista, puoi tornare a sentirti a tuo agio con – e persino a goderti – i corpi d’acqua. Fate il primo passo oggi.

Domande frequenti (FAQ)

Quali sono le cause della talassofobia?

Al momento non ci sono cause specifiche dei sintomi della Talassofobia. Lo sviluppo della talassofobia può essere legato ad un’esperienza traumatica negativa che ha coinvolto un viaggio in acqua, o l’acqua stessa. La talassofobia è una condizione trattabile che ha mostrato miglioramenti quando le persone ricevono una terapia cognitivo-comportamentale per questa condizione.

Quali sono i sintomi della talassofobia?

Alcuni dei sintomi di una fobia non comune come la talassofobia includono: cuore accelerato, vertigini, mancanza di respiro e ansia. Se pensi di essere a rischio di sviluppare la talassofobia, rivolgersi a un esperto di salute mentale autorizzato può essere d’aiuto. Parlare con un professionista della terapia autorizzato di un potenziale trattamento per la Talassofobia è il primo passo.

Perché ho paura dell’oceano?

Mentre le persone con talassofobia temono specificamente l’oceano stesso, non ci sono molti indizi su cosa causi questa misteriosa condizione. Parlare con un professionista della terapia autorizzato è il modo migliore per arrivare al fondo di ciò che può causare un’insolita paura dell’oceano o di viaggiare sull’acqua.

Che cos’è la megalofobia?

La megalofobia è la paura degli oggetti grandi. Esempi di oggetti che le persone affette da megalofobia temono sono grandi aerei, barche, animali, strutture imponenti e tutto ciò che le fa sentire generalmente piccole e indifese. Per saperne di più sulle potenziali cause e sui trattamenti per la Megalofobia, parla con un professionista della salute mentale autorizzato.

Che cos’è l’Idrosofobia?

L’idroskourofobia è simile alla talassofobia. È la paura dell’acqua profonda e scura. Le persone con l’idroskourofobia hanno paura di laghi profondi, oceani, piscine, fiumi e stagni. Se soffri di questa condizione, parla con uno dei professionisti di Serenis per trovare sollievo.

Che cos’è la latrofobia?

La latrofobia è la paura di tutto ciò che ha a che fare con i medici e i trattamenti medici. Le persone con la latrofobia possono avere una paura irrazionale degli uffici dei medici, degli ospedali, delle cliniche e delle procedure mediche. Se tu o qualcuno che conosci soffre di questa condizione, le sessioni online con un terapeuta autorizzato possono aiutare.

Che cos’è la tomofobia?

La tomofobia riguarda la paura di potenziali esiti negativi per procedure e trattamenti medici invasivi imminenti, come la chirurgia. Per le persone che soffrono di Tomofobia, preoccuparsi di un intervento chirurgico salvavita è spesso una preoccupazione. Parlare con un professionista della terapia autorizzato può aiutare a superare questa paura.

Qual è la fobia più strana?

Mentre ci sono molte fobie insolite che potrebbero fare il taglio, una delle fobie più insolite è la “Fobofobia” che è una paura di avere una fobia stessa. Se tu o qualcuno che conosci soffre di una fobia insolita o debilitante, contatta un professionista di Serenis per un supporto.

Che cos’è la submeccanofobia?

La submeccanofobia è la paura di grandi oggetti artificiali sommersi. Le persone con questa fobia hanno una paura insolita degli oggetti sommersi in grandi corpi d’acqua come i sottomarini, le navi affondate, le eliche, le boe, e altri oggetti artificiali che vengono sommersi sul fondo dell’oceano.

Le isole toccano il fondo dell’oceano?

Le isole sono grandi masse di terra che di solito sono cime di montagne e vulcani che sporgono dal fondo dell’oceano. Queste montagne e vulcani sommersi sono normalmente collegati al fondo dell’oceano.

Come si chiama la paura della morte?

La tanatofobia è la paura della morte o del processo di morte. Le persone con questa condizione spesso soffrono di ansia grave e debilitante essendo consumate da pensieri di morte e di morire. Se soffri di tanatofobia, un professionista della terapia autorizzato da Serenis può aiutarti.

Che cos’è la Scolonofobia?

La scoliofobia è la paura di uscire di casa e andare a scuola. Gli esperti di psicologia credono che questa fobia sia direttamente collegata ad almeno un’altra fobia. Se tuo figlio soffre di scoliofobia, le sedute con un terapeuta autorizzato possono essere d’aiuto.

Quanto dell’oceano è inesplorato?

Potrebbe sorprenderti sapere che solo il cinque per cento degli oceani del mondo è stato esplorato. Questo significa che il novantacinque per cento dell’oceano deve ancora essere esplorato.

Cosa causa la talassofobia?

Talassofobia è una parola greca che significa paura dell’oceano o del mare. Le persone che hanno questa paura possono sperimentarla per diverse ragioni. Ecco alcune cause comuni di talassofobia:

  • Un individuo che ha vissuto eventi traumatici associati al mare può sviluppare una paura dell’oceano.
  • Una persona che ha una predisposizione genetica alla talassofobia può creare una paura dell’oceano.
  • Sviluppo del cervello – un individuo che sviluppa la Talassofobia può non avere l’area mentale appropriata sviluppata, che gestisce la risposta alla paura.

Come fai a sapere se hai la talassofobia?

Sai di avere la talassofobia se hai un’intensa paura dell’oceano. Quando hai paura di avvicinarti o di entrare in mare, è probabile che tu abbia questa condizione. Se è così, puoi farti aiutare cercando una terapia. Non è una condizione incurabile. Avere la talassofobia significa però che hai dei fattori scatenanti su cui lavorare, e un terapeuta competente può aiutarti a capirli. Puoi capire perché hai paura dell’oceano e sviluppare un piano per superare questa fobia.

Come si chiama la paura delle acque scure e profonde?

Tra le paure associate alla talassofobia c’è la fobia dell’acqua scura profonda. Potrebbe essere una paura di annegare o di avere paura delle creature marine. Quando l’acqua è profonda, è facile supporre che non sia sicura. Forse hai avuto una brutta esperienza imparando a nuotare. Potresti aver avuto un parente che si è ferito nell’oceano, e questo ti rende timoroso. Qualunque sia la causa della talassofobia, è possibile ottenere supporto e imparare ad affrontarla.

Qual è la fobia più rara?

Ci sono molte fobie rare. Alcune di esse includono:

  • Panofobia – Panofobia significa paura di tutto”. Pantos” in greco significa tutto o tutto. Così, la pantofobia indica che una persona ha paura di tutto
  • Fobofobia – La fobofobia è come una meta-paura. Si ha paura di avere paura. Le persone che hanno questa condizione hanno paura di avere o sviluppare fobie
  • Nomofobia – significa che hai paura di non avere accesso al tuo telefono
  • Sesquipedalofobia – è la paura delle parole lunghe. Gli individui con questa fobia possono essere intimiditi, o trovare difficile, leggere libri o articoli.

Queste sono alcune di alcune fobie rare, ma ce ne sono altre. È difficile dire quale sia la fobia più rara, ma queste sono alcune delle più oscure.

Qual è la fobia più comune?

Le fobie, o paura delle cose, sono abbastanza comuni. Ecco alcune paure che molte persone sperimentano:

  • Agorafobia – è la paura di trovarsi in particolari situazioni in cui una persona potrebbe essere facilmente imbarazzata o sentirsi intrappolata. Le persone con questa condizione spesso trovano difficile lasciare la casa perché non si sentono al sicuro.
  • Claustrofobia – è la paura degli spazi chiusi
  • Acrofobia – è la paura delle altezze. Molte persone hanno paura delle montagne russe per questo motivo. Possono avere paura di andare in cima a una montagna, anche se è mozzafiato.
  • Aracnofobia – è la paura dei ragni. Le persone che hanno paura di queste creature possono aver avuto un’esperienza traumatica con loro.

Queste sono alcune fobie comuni che le persone hanno. Ricorda, solo perché hai paura di qualcosa non significa che durerà per sempre. Puoi migliorare con l’aiuto di un terapeuta abilitato. Si può partecipare alla terapia di esposizione, dove si hanno interazioni graduali con ciò di cui si ha paura per conquistare quella paura. Ci sono molti modi per affrontare le fobie, e un professionista della salute mentale autorizzato può aiutarti.

Qual è la differenza tra talassofobia e acquafobia?

La talassofobia e l’acquafobia sono simili in quanto sono entrambe la paura di tipi di acqua. Tuttavia, c’è una differenza tra i due. L’aquafobia è una paura generalizzata dell’acqua e comprende la paura di annegare in particolare. Nel frattempo, la talassofobia è una paura estrema del mare o dell’oceano. Le persone che hanno una di queste condizioni possono avere un trauma associato all’acqua. Forse una persona è stata abusata, e l’acqua era coinvolta, o forse un individuo non ha mai imparato a nuotare, e ha paura dell’ignoto. Ci sono molte ragioni per avere paura dell’acqua, e in particolare del mare. Qualcuno con una di queste fobie potrebbe avere un’idea delle proprie paure, ma non sapere come affrontarle o vincerle. È naturale avere paura di affrontare come ci si sente, specialmente con una fobia. Ma una volta che parlate con un professionista della salute mentale della vostra paura, otterrete il sostegno e l’aiuto di cui avete bisogno.

La talassofobia è reale?

La talassofobia è reale. Le persone con questa condizione possono sminuirne l’importanza. Potrebbero pensare che la paura dell’acqua non sia reale perché gli altri hanno preso in giro la loro fobia. Ricordate, non tutti capiranno le vostre paure. Ogni persona ha un’esperienza unica ed elabora le informazioni in modo diverso. Se hai la talassofobia, puoi dire ai tuoi cari che la tua paura è estremamente reale. Loro possono scegliere se accettarlo o meno. Ma non permettere a nessuno di provare a dirti che le tue paure non sono valide. Se siete bloccati nella vostra fobia e non riuscite a trovare un modo per superarla, un professionista della salute mentale, come un terapeuta o un terapeuta, può aiutarvi. Sia che tu veda un terapeuta nella tua zona o scelga un terapeuta online, ci sono modi per affrontare la talassofobia. Il primo passo è ammettere di avere una paura, e poi si può partire da lì. La terapia è un posto meraviglioso per lavorare su questi problemi e ottenere l’aiuto di cui hai bisogno senza giudizio.


Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).