Cos’è la Megalofobia e come posso affrontarla?

Aggiornato il 14 ottobre 2021

Se ti senti nervoso intorno a grandi edifici e stai dentro casa per evitarli, potresti avere una megalofobia. Allo stesso modo, se hai paura dei grandi oggetti nel cielo notturno, o se non puoi avvicinarti a un aeroporto perché le dimensioni degli aerei ti fanno venire il vomito, anche la megalofobia può essere in gioco. La megalofobia è la paura dei grandi oggetti. È una fobia seria che ha il potenziale per impedirvi di condurre una vita normale, se non trattata. Questo articolo vi darà maggiori informazioni sulla paura irrazionale degli oggetti di grandi dimensioni e su come potete sconfiggerla.GrattacieloFonte: unsplash.com

L’intera gamma di oggetti coinvolti nella megalofobia

Come ho detto sopra, la megalofobia è la paura degli oggetti grandi. Ora che conoscete la definizione, vi starete chiedendo: “Che tipo di oggetti temono le persone che soffrono di megalofobia?” Questa è una domanda brillante! Le persone con la megalofobia spesso temono quasi tutto ciò che è molto più grande di loro. Questo può variare da qualcosa delle dimensioni di una barca a qualcosa delle dimensioni di un grattacielo e tutto ciò che sta in mezzo. Un segno rivelatore della megalofobia è il fatto che qualsiasi oggetto grande fa sentire il malato nervoso e spaventato.

Detto questo, è facile sbagliare la diagnosi. Per esempio, immaginiamo che tu sia terrorizzato da grandi lucertole e serpenti. Questa deve essere megalofobia, giusto? Non così in fretta. Se hai paura solo dei rettili, potresti avere l’erpetofobia. In questo caso particolare, vorresti capire se la tua paura irrazionale include versioni più piccole di questo oggetto. Se non hai paura dei piccoli rettili, potresti avere un mix di erpetofobia e megalofobia. Tuttavia, è molto importante farsi diagnosticare da un professionista della salute mentale prima di cercare cure per fobie specifiche. Si vuole sempre essere sicuri di lavorare sulla fobia giusta. Una volta diagnosticata la fobia specifica, si possono attuare le opzioni di trattamento più efficaci su misura per quell’area specifica. Le fobie possono confondere, specialmente perché ci possono essere delle sovrapposizioni, ma speriamo che questo articolo alleggerisca un po’ della vostra confusione.

Che tipo di sintomi sperimenterà qualcuno con la megalofobia?

Le persone che soffrono di megalofobia possono sperimentare una serie di sintomi mentali e fisici quando si trovano vicino a grandi oggetti. Alcuni di questi sintomi includono:

  • Mani sudate o tremanti (e/o altre parti del corpo)
  • Mal di stomaco e nausea
  • Palpitazioni cardiache
  • Iperventilazione e mancanza di respiro
  • Dolori al petto
  • Vertigini
  • Attacchi di panico
  • Intensi sentimenti di stress e terrore

Uomo che urla Fonte: unsplash.com

Quando questi sintomi persistono, la persona con megalofobia può sviluppare ulteriori malattie mentali come risultato della sua fobia, come la depressione e l’ansia, che spesso coesistono. Per evitare che questo accada, cercate un trattamento immediato se pensate di avere la megalofobia. Se si sono già sviluppati altri problemi, il trattamento è ancora più importante.

Quali sono le cause dei sintomi della megalofobia?

Come molte altre fobie, la megalofobia si sviluppa spesso a causa di un evento traumatico che si è verificato durante l’infanzia o la prima età adulta. Questi eventi traumatici spesso coinvolgono un oggetto di grandi dimensioni, così la persona che sperimenta la fobia ha associato mentalmente tutti gli oggetti di grandi dimensioni con il terrore e il trauma. Se stai lottando con la megalofobia, è importante che tu scopra questo evento in terapia, in modo da poter guarire. Elaborare questo evento ti aiuterà a capire la radice delle tue paure, che è il primo passo per superarle.

Come posso vincere i miei sintomi e la paura dei grandi oggetti?

Per prima cosa, sappiate che dovreste lavorare con un professionista della salute mentale per superare la megalofobia invece di cercare di trattarla da soli. Se vi capita di spingervi troppo oltre nel tentativo, o se sperimentate un altro momento traumatico mentre state affrontando un grande oggetto, potreste ritardare il vostro recupero o renderlo ancora più difficile.

Ragazza di spalleFonte: unsplash.com

Con questo in mente, parliamo di alcuni dei metodi di trattamentoche possono essere utilizzati in terapia per aiutarti a guarire dalla tua paura irrazionale degli oggetti di grandi dimensioni. Per esempio, se la vostra condizione è grave, il vostro terapeuta può suggerire farmaci per ridurre i sintomi della depressione e dell’ansia mentre lavorate attraverso le vostre paure. Inoltre, ci sono molti metodi che un terapeuta può considerare per aiutarvi a superare la megalofobia. Questi includono:

  • Terapia cognitivo-comportamentale (CBT) – Il terapeuta ti aiuterà a capire perché le tue paure sono irrealistiche e poi ti aiuterà a sostituire le tue paure con pensieri realistici. La ricerca ha dimostrato che questo è un trattamento efficace delle fobie e di questa diagnosi di megalofobia.
  • Sarai esposto alle tue paure attraverso situazioni immaginarie e reali per ridurre gradualmente i tuoi sintomi nel tempo.
  • Tecniche di rilassamento – Insieme al tuo corso regolare di terapia, il tuo terapeuta ti insegnerà tecniche di rilassamento per aiutarti a sentirti più a tuo agio intorno agli oggetti che temi quando sei fuori nel mondo. La ricerca ha dimostrato che una combinazione di CBT e tecniche di rilassamento è stata efficace nel ridurre i sintomi di preoccupazione associati alle fobie.
  • Inondazione – Questo metodo terapeutico espone un paziente alle sue paure in modo che sia in grado di affrontarle. Tuttavia, un terapeuta non userà mai un metodo terapeutico con cui sei a disagio.

Se la tua fobia ha creato ulteriori problemi nella tua vita, lavorerai anche su questi problemi in terapia. La buona notizia è che potete superare la vostra fobia. Con il tempo e la dedizione, puoi imparare a stare intorno a grandi oggetti senza provare ansia. A seconda della tua situazione unica, il processo può essere veloce o può richiedere un po’ di tempo. Ma non devi farlo da solo, né dovresti farlo. I professionisti della salute mentale sono ben informati sulle fobie e sui metodi di trattamento più efficaci. Saranno anche in grado di valutare il ritmo del trattamento e fare un passo indietro quando necessario, se diventa opprimente. Fatti aiutare oggi, in modo da poter superare la megalofobia il prima possibile.


Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).