Troppe coincidenze con una persona: come la psicologia spiega la sincronicità tra due persone

Come il significato di eventi apparentemente casuali possono influenzare le nostre vite? Vediamo cosa dice la psicologia.

troppe coincidenze con una persona: la sincronicità

Se stai notando delle strane e continue coincidenze tra te e un'altra persona, magari una persona per cui provi qualcosa, devi sapere che non è una questione che riguarda solo te (tant'è che ci abbiamo scritto questo articolo). Assistere a coincidenze così ricorrenti e straordinarie da dare l'impressione che il destino stia muovendo le nostre vite come fossimo dei marionette è un fenomeno che la psicologia conosce molto bene. In questo articolo ci contreremo sulle osservazioni dello psicologo Carl Gustav Jung, che nel 1952 coniò il termine sincronicità tra due persone per superare il concetto di coincidenza e di casualità.

Sincronicità e coincidenze: il significato

Cosa significa "sincronicità"

La sincronicità si riferisce a eventi che si verificano simultaneamente in modo significativo, ma che non sono collegati da cause evidenti.

Secondo Jung, la sincronicità presuppone che vi sia una connessione tra mente e materia: questo suggerisce che gli eventi esterni possano riflettere, in qualche modo, processi psicologici interni.

Sincronicità e legge di attrazione

La legge di attrazione è un concetto chiave nel pensiero del Nuovo Pensiero e della filosofia della metafisica moderna, per cui "simile attrae simile". Questo principio suggerisce che i pensieri e le emozioni possono influenzare direttamente la realtà esterna, attraendo esperienze, persone e risultati che rispecchiano le nostre convinzioni (un po' il contrario del famoso "gli opposti si attraggono").

La sincronicità sarebbe quindi il meccanismo attraverso il quale la legge di attrazione si manifesta nel mondo reale. Mentre la legge di attrazione sottolinea l'importanza dei pensieri e dei sentimenti nel creare la nostra realtà, la sincronicità fornisce gli esempi tangibili di come queste manifestazioni possono apparire nella nostra vita sotto forma di coincidenze significative. Se questo fosse vero, potremmo concludere che le coincidenze non esistono e che tutto accade per un motivo.

Significato di coincidenze

Le coincidenze si riferiscono a due o più eventi che accadono nello stesso tempo per caso, senza che vi sia un legame causale diretto tra di loro.

Le coincidenze significative possono variare da piccoli eventi quotidiani a incontri che cambiano la vita, ma sono generalmente viste come il prodotto del caso.

Significato di coincidenze

Jung e la sincronicità tra due persone

Jung apportò una modifica al significato della coincidenza, parlando appunto di sincronicità tra due persone. Pensava che il mondo interiore (come i pensieri e i sentimenti) potesse essere riflesso o rispecchiato nel mondo esterno. Quando due persone hanno un forte legame, le coincidenze significative tra loro possono essere interpretate come una manifestazione di questa connessione. Secondo questo principio, due persone che si incontrano casualmente in un luogo lontano da dove vivono dovrebbero vederlo come un segno significativo, piuttosto che come un regalo del caso.

Prendendo per buona la prospettiva di Jung, potremmo concludere che quando ci sono troppe coincidenze con una persona il responsabile non è il caso, ma la connessione che l’individuo ha con l’ambiente e il resto del mondo: un individuo che esercita un’attrazione così forte da determinare una sincronicità. Queste esperienze possono determinare un completo punto di svolta nell’esistenza delle persone: ecco perché è necessario essere sempre ricettivi e pronti a rispondere agli spunti che vengono dal mondo.

La sincronicità può avvenire in qualsiasi ambito della vita, ad esempio nel lavoro, nel proprio universo di valori morali e spirituali, oppure in quello relazionale, dove può far nascere un’amicizia profonda o un amore vero.

La sincronicità in amore

Le storie d’amore sono il simbolo della sincronicità tra due persone di cui parla Jung, perché rappresentano dei cambiamenti veramente significativi, al punto da diventare il perno intorno al quale ruota la nostra vita.

Ma come si verificano le sincronicità in amore? Ad esempio incontrando per caso la persona di cui siamo innamorati proprio quando stavamo pensando a lui o a lei, oppure quando conosciamo qualcuno di nuovo di cui non sappiamo nulla, e parlandoci scopriamo di avere in comune tantissimi interessi, passioni e conoscenze (quella che potremmo chiamare "forte affinità di coppia").

La sincronicità in amore

Le coincidenze non sono mai casuali: i segnali del destino in amore

In genere chiamiamo questi eventi coincidenze o casualità. Ma se la casualità non esiste, potremmo invece vederli come segni del destino: interpretarli come segnali d'amore che ci indicano che abbiamo trovato la persona giusta.

La sincronicità tra due persone in amore di cui parla Jung è frutto di un perfetto tempismo che fa incrociare due esistenze in un momento imprevisto, che accade senza preavviso e che può cambiare per sempre la vita di entrambi.

Hai una relazione che è anche un problema?

Lavoraci con uno psicoterapeuta specializzato nei rapporti di coppia.

  • Primo colloquio gratuito
  • Sedute online
  • Smetti quando vuoi

Troppe coincidenze con una persona: il significato che attribuiamo alla sincronicità

Proprio perché, quando si parla di amore incondizionato ma anche di relazioni in generale, la sincronicità coinvolge contemporaneamente due vite, ci viene naturale cercare una spiegazione che possa essere più plausibile del caso.

L’interpretazione che diamo alle sincronicità dipende dal nostro mondo di significati interni e da come lo utilizziamo per trovare una spiegazione. La nostra rete di significati è il filtro con cui vediamo il mondo. Ci serve per cercare il senso delle cose e varia in base all’esperienza personale raccolta nel tempo.

Attrazione sessuale e le coincidenze del destino

Quando ci troviamo di fronte a una coincidenza, la nostra inclinazione a vederla come qualcosa di più di un semplice accadimento casuale è influenzata:

  • dal nostro insieme di credenze;
  • da esperienze passate;
  • dal modo in cui elaboriamo emotivamente questi eventi.

In particolare, l'attrazione sessuale può essere vista come un terreno fertile per le sincronicità, in quanto la chimica tra due persone ci porta a interpretare gli incontri fortuiti e le connessioni immediate come segni di un legame predestinato. Queste coincidenze temporali, cariche di desiderio e interesse reciproco, possono sembrare straordinarie o scritte nel destino, ma la loro significatività per noi è un riflesso del nostro personale sistema di significati: sono la nostra emotività e i nostri desideri a plasmare la percezione che abbiamo della realtà.

I presupposti della sincronicità tra due persone

Troppe coincidenze con una persona: il ruolo del tempismo

In base a questo ragionamento esistono diversi fattori che possono determinare l’avvento di una sincronicità significativa, come l’aver incontrato la persona giusta proprio al momento giusto. I più importanti sono due.

Il primo è tempismo. Riprendendo il pensiero del filosofo Martin Heidegger, siamo degli esseri immersi nel tempo. La nostra storia di vita è un susseguirsi di momenti che sono strettamente intrecciati tra passato, presente e futuro, ciascuno dei quali fa parte di noi. Senza tempismo non esisterebbe alcuna sincronicità tra due persone.

La chimica tra due persone può manifestarsi in maniera potente proprio quando l'incontro avviene nel momento giusto. Quel momento diventa un punto di congiunzione unico dove le possibilità si allineano, permettendo alle persone di connettersi su un piano più profondo. Se avessi incontrato la tua o il tuo partner in un momento diverso della vita, la vostra relazione sarebbe stata molto diversa. Il tempismo non solo favorisce la nascita di legami speciali, ma determina anche la loro qualità e profondità.

La predisposizione personale e la sincronicità

Il secondo fattore fondamentale è la predisposizione personale, senza la quale il tempismo manterrebbe il semplice carattere di casualità. La predisposizione personale è data sia dal significato emotivo che attribuiamo all’evento sia al nostro stato psicologico, che ci rende più o meno predisposti a cogliere ciò che si presenta. Riprendendo l’esempio di prima, può darsi che se avessi incontrato il tuo partner in precedenza non avresti potuto innamorarti di lui o di lei perché ti trovavi già in una relazione, oppure perché un malessere psicologico ti impediva di reagire alle possibilità offerte dal mondo.

Quando parliamo della chimica tra due persone e della predisposizione personale a cogliere le opportunità, stiamo facendo riferimento alla nostra capacità e competenza relazionale di connetterci su un piano più profondo con qualcuno, spesso in modi che non riusciamo a spiegare razionalmente. Quando siamo dotati di tali competenze siamo più attrezzati per riconoscere e valorizzare le sincronicità quando si presentano, permettendoci di trasformare un incontro casuale in una relazione significativa.

Il lato oscuro delle troppe coincidenze con una persona

Finora abbiamo parlato di sincronicità significative che sono state un punto di svolta positivo, ma non sempre le cose vanno così: la direzione che prende la nostra vita in seguito a questi eventi può anche essere negativa. È ciò che accade, ad esempio, quando la sincronicità tra due persone dà vita a una relazione tossica. Anche in questi casi parliamo di eventi che possono rappresentare un punto di svolta, ma il significato che vi attribuiamo è di segno opposto.

Per questo motivo, anche se le sincronicità hanno indubbiamente un aspetto molto romantico, che ci fa pensare al volere del destino e all’impossibilità che tutto avvenga in modo casuale, dobbiamo prestare attenzione a non farci accecare da una sincronia degli eventi che potrebbe portarci fuori strada, in balia di una dipendenza affettiva o di esperienze ancora peggiori.

Mantenere la mente aperta e sposare la teoria della sincronicità non significa accettare tutto ciò che l’ambiente propone: è essenziale esercitare il nostro giudizio critico per saper discernere non solo il momento giusto da quello sbagliato, ma anche una persona giusta da una che non lo è affatto.

La sincronicità tra due persone e la crescita personale

Cosa fare se dalla sincronicità nasce una relazione tossica?

Se ti ritrovi in una situazione dove la sincronicità tra te e un'altra persona ha portato alla formazione di una relazione tossica, è fondamentale riconoscere che questo tipo di legame non contribuisce alla tua crescita personale ma, al contrario, potrebbe limitarla o danneggiarla. Inoltre ricorda che la sincronicità di Jung è solo una teoria psicologica e filosofica, e non una verità scientifica.

Non affrontare da solo/a questa situazione. Parlane con amici fidati, familiari o considera di avvalerti del supporto di un professionista della salute mentale. Uno psicoterapeuta può offrirti spazio e strumenti per elaborare i tuoi sentimenti e aiutarti a costruire una strategia per muoverti oltre la relazione tossica.

Se non sai a chi rivolgerti, considera di provare il nostro servizio di psicologia online, che viene offerto esclusivamente da psicoterapeuti (psicologi specializzati). Prova Serenis gratis partendo da qui.

Il nostro processo di revisione
Scopri di più
Approfondimento
Coinvolgiamo nella stesura dei contenuti clinici terapeuti con almeno 2.000 ore di esperienza.
Verifica
Studiamo le ricerche sul tema clinico e quando possibile le inseriamo in bibliografia.
Chiarezza
Perfezioniamo gli articoli dal punto di vista stilistico privilegiando la comprensione del testo.
Validano gli articoli
DDDDomenico De Donatis
Domenico De Donatis
Leggi la biografia

Domenico De Donatis è un medico psichiatra con esperienza nella cura dei disturbi psichiatrici. Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Parma, ha poi ottenuto la specializzazione in Psichiatria all'Università Alma Mater Studiorum di Bologna. Registrato presso l'Ordine dei Medici e Chirurghi di Pescara con il n° 4336, si impegna a fornire trattamenti mirati per migliorare la salute mentale dei suoi pazienti.

DsMDott.ssa Martina Migliore
Dott.ssa Martina Migliore
Leggi la biografia

Romana trapiantata in Umbria. Laureata in psicologia e specializzata in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale. Ex-ricercatrice in Psicobiologia e psicofarmacologia. Visione pratica e creativa del mondo, amo le sfide e trovare soluzioni innovative. Appassionata di giochi di ruolo e cultura pop, li integro attivamente nelle mie terapie. Confermo da anni che parlare attraverso ciò che amiamo rende più semplice affrontare le sfide della vita.

FRFederico Russo
Federico Russo
Leggi la biografia

Psicologo e psicoterapeuta con 8 anni di Esperienza. Iscrizione all’Ordine degli Psicologi - Regione Puglia, n° 5048.

Laurea in Psicologia clinica e della salute, Università degli Studi di Chieti. Specializzazione in Psicoterapia presso l'Istituto S. Chiara.

Crede che la parte migliore del suo lavoro sia il risultato: l’attenuazione dei sintomi, la risoluzione di una difficoltà, il miglioramento della vita delle persone.