Valeriana Per Ansia e Rimedi Naturali

La valeriana è una pianta utilizzata tradizionalmente per l’ansia e il sonno, ma la ricerca sui suoi effetti è limitata e i risultati sono variabili.
valeriana per gestione dell'ansia

La Valeriana officinalis è una pianta erbacea perenne che cresce nelle zone temperate dell’America settentrionale, in Asia e in Europa. Il rizoma e la radice sono le parti più utilizzate in erboristeria perché ricchi di principi attivi come l’acido valerenico e il β-cariofillene. Sono noti in diverse persone i benefici della valeriana per ansia e disturbi del sonno.

Cos’è la valeriana e quali sono le sue proprietà

L’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) nelle sue monografie considera la valeriana come un efficace sedativo naturale. Efficace nella gestione dello stress e del nervosismo, la valeriana è utilizzata per ansia, attacchi di panico, tachicardia (come un “farmaco per ansia senza ricetta“) e per tutti quei piccoli malesseri che sono legati a disturbi come il GAD (disturbo d’ansia generalizzata).

I principi attivi contenuti nella radice aumentano il rilascio del neurotrasmettitore GABA, la cui funzione è quella di inibire l’attività eccitatoria di altri neurotrasmettitori come la dopamina e la noradrenalina. Sono proprio questi ormoni a determinare quella sensazione costante di preoccupazione e agitazione tipiche dell’ansia generalizzata.

valeriana e proprietà

Le proprietà della valeriana non finiscono qui perché questa pianta:

  • allevia i dolori muscolari e la cefalea tensiva;
  • combatte le vampate tipiche della menopausa (soprattutto se in associazione con la genisteina);
  • lenisce i dolori mestruali e i disturbi gastrointestinali.

Non dimentichiamo gli effetti sessuali della valeriana: questa pianta infatti può aiutare in caso di eiaculazione precoce e ansia da prestazione.

Nonostante non siano disponibili prove scientifiche sufficienti per validare la sua efficacia nei disturbi del sonno, la valeriana è considerata un rimedio sicuro e affidabile.

Come usare la valeriana per calmare l’ansia?

La valeriana migliore per l’ansia è quella che contiene l’estratto secco standardizzato (lo trovi in prodotti come Valeriana System e Valeriana Plus per l’ansia). In particolare, la Valeriana Dispert® per l’ansia sfrutta il metodo brevettato Dispert che permette di ottenere una concentrazione di sostanza attiva costante e standardizzata.

Per l’ansia possono essere considerati anche trattamenti con bisopropolo, neuraben e samyr.

Quanto tempo impiega la valeriana a fare effetto sull’ansia?

L’azione della valeriana, a differenza dei farmaci contro l’ansia, non è immediata ma sono necessarie due o tre settimane per beneficiare dell’effetto ansiolitico; le tempistiche possono variare in base ai livelli di stress individuale. Se usi la valeriana per dormire, devi assumerla all’incirca un’ora prima di andare a letto per avere un blando effetto sedativo.

Quando non prendere la valeriana per ansia?

La valeriana per calmare l’ansia non deve essere utilizzata se stiamo usando farmaci come barbiturici e tranquillanti perché potrebbe dar luogo a sedazione eccessiva.

Quanto è efficace la valeriana per ansia?

L’azione rilassante, calmante e leggermente sedativa della valeriana può aiutare a ridurre l’ansia lieve senza produrre gli effetti collaterali tipici di alcuni farmaci.

Quali sono gli effetti collaterali della valeriana?

La valeriana è una pianta considerata sicura se assunta rispettando le dosi e le modalità d’uso. L’utilizzo prolungato tuttavia può provocare:

  • emicrania
  • bradicardia
  • insonnia
  • eccitabilità

L’impiego di preparati a base di valeriana nei bambini sotto i 12 anni di età, nelle donne in gravidanza e durante l’allattamento, deve essere effettuato sotto prescrizione medica.

Ricordiamo inoltre che è una pianta che induce rilassamento e sonnolenza, si consiglia quindi di evitare attività che richiedono concentrazione e di mettersi alla guida dopo l’assunzione.

Quante volte al giorno si può prendere la valeriana?

  • tintura madre: da 1 a 3 ml fino a 5 volte al giorno;
  • infuso: da 2 a 3 g di polvere in 150 ml di acqua bollente, fino a 5 volte al giorno;
  • capsule e compresse: da 2 a 4 capsule da 125 mg 3 volte al giorno.

Quante pasticche di valeriana si possono prendere al giorno?

La dose massima è di 4 compresse al giorno. Per quanto riguarda invece le gocce di valeriana, è possibile assumere da 30 a 50 gocce da una a tre volte al giorno.

Serenis può aiutarti

Non è facile comprendere le sottili sfumature che differenziano l’ansia funzionale dall’ansia patologica. Insieme agli psicoterapeuti di Serenis, puoi imparare a regolare le tue emozioni attraverso la psicoterapia online.

Fonti:

• Valerianae radix – herbal medicinal product | European Medicines Agency. (n.d.). https://www.ema.europa.eu/en/medicines/herbal/valerianae-radix

Dott.ssa Martina Migliore

Approccio:
Titolo di studio
Descrizione
Romana trapiantata in Umbria. Laureata in psicologia e specializzata in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale. Ex-ricercatrice in Psicobiologia e psicofarmacologia. Visione pratica e creativa del mondo, amo le sfide e trovare soluzioni innovative. Appassionata di giochi di ruolo e cultura pop, li integro attivamente nelle mie terapie. Confermo da anni che parlare attraverso ciò che amiamo rende più semplice affrontare le sfide della vita.

Questa pagina è stata verificata

I nostri contenuti superano un processo di revisione in tre fasi.

Scrittura

Ogni articolo viene scritto o esaminato da uno psicoterapeuta prima di essere pubblicato.

Controllo

Ogni articolo contiene una bibliografia con le fonti citate, per permettere di verificare il contenuto.

Chiarezza

Ogni articolo è rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e la comprensione.

Revisori

reviewer

Dott. Domenico De Donatis

Medico Psichiatra

Ordine dei Medici e Chirurghi della provincia di Pescara n. 4336

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Parma. Specializzazione in Psichiatria presso l'Università Alma Mater Studiorum di Bologna.

reviewer

Dott. Federico Russo

Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale e Neuropsicologo, Direttore Clinico di Serenis

Ordine degli Psicologi della Puglia n. 5048

Laurea in Psicologia Clinica e della Salute presso l’Università degli Studi “G. D’Annunzio” di Chieti. Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale a indirizzo neuropsicologico presso l’Istituto S. Chiara di Lecce.

reviewer

Dott.ssa Martina Migliore

Psicologa Psicoterapeuta specializzata in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

Ordine degli Psicologi dell'Umbria n.892

Psicologa e Psicoterapeuta cognitivo comportamentale, docente e formatrice. Esperta in ACT e Superhero Therapy. Membro dell'Associazione CBT Italia, ACT Italia e SITCC. Esperta nell'applicazione di meccaniche derivanti dal gioco alle strategie terapeutiche evidence based e alla formazione aziendale.