body ▲ Select Parent Subselection ▼

Per l’ansia meglio psicologo o psichiatra?

Quando si tratta di affrontare l’ansia, sia il psicologo che il psichiatra possono offrire supporto prezioso, ma con approcci diversi. Vediamo come fare scelte consapevoli per il nostro benessere mentale.
per l'ansia meglio psicologo o psichiatra

L’ansia è una condizione mentale che crea disagio, preoccupazione e paura e si manifesta con livelli di diversa entità che vanno da lieve a grave.

Tutti possono vivere dei sentimenti di ansia in certi momenti della propria vita. Ad esempio, possiamo sentirci preoccupati o ansiosi all’idea di sostenere un esame, prima di fare un controllo medico o per un colloquio di lavoro. In situazioni come queste sentirsi ansiosi può essere perfettamente normale e addirittura l’ansia risulta funzionale per migliorare la propria performance.

Ad alcune persone però può succedere di non riuscire a controllare le proprie preoccupazioni che si presentano anche in assenza di particolari condizioni ansiogene. I loro sentimenti di ansia diventano costanti, irrazionali e possono condizionare tutte le aree della vita quotidiana. L’ansia incontrollabile e persistente diventa così un vero e proprio disturbo che può presentarsi attraverso diverse condizioni, tra cui:

Quando l’ansia invade la vita quotidiana al punto da non riuscire più a svolgere le normali attività quotidiane diventa indispensabile consultare un professionista della salute mentale. A quel punto sorge la domanda su chi sia meglio consultare tra lo psicologo o lo psichiatra.

Scopri se soffri di Ansia

Fai il test in 5 minuti e scopri il tuo livello di ansia

Test sull'Ansia

Chi soffre d’ansia a chi deve rivolgersi?

Se soffri di ansia, è importante cercare aiuto professionale. Ci sono diversi professionisti della salute mentale che possono offrirti supporto per aiutarti a capire come combattere l’ansia, tra cui:

Ma a chi è meglio rivolgersi? Chi cura l’ansia?

Meglio psicologo o psichiatra per l’ansia?

Trovare il giusto professionista della salute mentale per trattare i sintomi dell’ansia può essere difficile soprattutto se non si sa a chi rivolgersi. Probabilmente il primo passaggio per comprendere il livello di gravità dei sintomi ansiosi riguarda il medico di famiglia, il quale cercherà di capire se sono presenti i segnali della presenza di un disturbo d’ansia. In questa fase è fondamentale comprendere la tipologia e la persistenza delle preoccupazioni, paure ed emozioni.

Meglio psicologo o psichiatra per l'ansia?

A quel punto si procede con un invio presso uno specialista della salute mentale che può essere uno psichiatra o uno psicologo. Entrambi questi professionisti sono esperti nel trattare i disturbi mentali ma ci sono alcune differenze nella loro formazione, esperienza e approccio al trattamento.

La differenza principale tra psichiatra e psicologo consiste nel fatto che lo psichiatra è un medico specializzato nella diagnosi e nel trattamento delle condizioni di salute mentale e per questo motivo può prescrivere un eventuale trattamento farmacologico. Lo psicologo invece ha una formazione non medica e si occupa soprattutto di offrire una consulenza diagnostica e offrire un percorso di cura basato sulla psicoterapia.

Nella maggior parte dei casi la persona che soffre di un disturbo d’ansia avrà bisogno di una cura combinata che prevede sia l’uso di psicofarmaci che di psicoterapia. In ogni caso il trattamento viene adattato a seconda del soggetto tenendo conto di numerose variabili come le caratteristiche personali, la storia del soggetto, la familiarità dei disturbi mentali, la capacità di aderenza alla cura, la gravità dei sintomi e altri fattori individuali.

Quando consultare lo psichiatra

Prima di prenotare una visita psichiatrica per l’ansia è bene chiarire il limite tra questo disturbo e la normale preoccupazione. Per poter diagnosticare un disturbo d’ansia i sintomi devono essere eccessivi, difficili da controllare e durare per almeno 6 mesi all’anno.

Inoltre i sintomi sono significativi sul piano clinico quando danneggiano in modo serio il funzionamento lavorativo e sociale di una persona. L’ansia deve essere così pervasiva da limitare le normali attività quotidiane e viene rappresentata dal soggetto come una perenne apprensione riguardo al futuro, alle sue attuali circostanze di vita, alla possibilità che accada qualcosa di doloroso ai propri familiari o a se stessi.

Nei casi di:

Sono anche presenti sintomi fisiologici che alterano il funzionamento biologico creando tensione fisica, accelerazione del battito cardiaco, tremore, senso di svenimento e altre condizioni corporee.

Cosa fa lo psichiatra per l’ansia?

E’ ormai noto che l’ansia ha una dimensione biologica molto importante. Il medico psichiatra dunque, dopo aver circoscritto il tipo di disturbo d’ansia, può prescrivere alcuni tipi di farmaci che servono a diminuire i sintomi. In abbinamento agli psicofarmaci il trattamento prevede solitamente anche un percorso di sostegno psicoterapico.

Quindi nei casi in cui il livello d’ansia sembra incontrollabile e prende il sopravvento sulle attività quotidiane è meglio consultare uno psichiatra. Lo psichiatra prenderà in considerazione la storia clinica del paziente prima di prescrivere psicofarmaci adeguati al caso, fornirà tutte le indicazioni a riguardo del dosaggio e illustrerà gli eventuali effetti collaterali.

Gli psicologi si concentrano maggiormente su pensieri e comportamenti, monitorando gli schemi della vita che possono contribuire allo sviluppo dei sintomi ansiosi. Quando l’ansia è ancora in una fase gestibile e i sintomi sono di lieve entità e controllabili è meglio consultare uno psicologo per aiutare il soggetto a tenere sotto controllo la propria ansia quando si manifesta oppure per evitare che si presenti in modo eccessivo.

Quando consultare lo psicologo

A volte infatti l’ansia e lo stress derivano da stili di vita frenetici da cui la persona non riesce a liberarsi. Il trattamento psicologico prevede normalmente una cura che va alla ricerca delle cause che sono all’origine delle preoccupazioni e paure, aiuta ad imparare a rilassarsi e a vivere le situazioni in modi nuovi e meno spaventosi.

Diversamente dagli psicofarmaci che principalmente servono ad alleviare i sintomi, la cura psicologica si pone l’obiettivo di fornire al paziente gli strumenti per superare l’ansia, sviluppare migliori capacità di coping e di problem solving. Gli approcci principali del trattamento psicologico sono la terapia cognitivo comportamentale e la terapia dell’esposizione.

Ogni terapia dell’ansia può essere utilizzata da sola o in combinazione con altri tipi di terapia. Inoltre si possono intraprendere percorsi di cura individuali oppure di gruppo con altre persone che soffrono di simili problemi di ansia.

Può andare meglio di così

Affronta i tuoi pensieri con un percorso di terapia online.

Primo colloquio gratuito

Terapia da dove vuoi

+500 recensioni a 5 stelle

Prova gratis

Psicologo o psichiatra: stesso obiettivo

Nonostante le differenze del tipo di cura proposto da psichiatra o psicologo per curare l’ansia bisogna considerare che tutti gli specialisti della salute mentale condividono lo stesso obiettivo. Infatti sia psichiatra che psicologo hanno a cuore il benessere mentale del paziente e cercano di comprendere quale possa essere il miglior tipo di trattamento per riportare la persona ad una qualità di vita soddisfacente.

Indipendentemente dal percorso che viene proposto ciò che conta è la collaborazione attiva da parte della persona che si sottopone alla cura. La motivazione al cambiamento deve essere molto alta affinchè si possa arrivare ad una soluzione definitiva del problema.

Riuscire a superare un disturbo d’ansia richiede tempo e impegno e la terapia generalmente prevede di affrontare le paure piuttosto che evitarle, quindi a volte è possibile che la persona attraversi periodi in cui si sentirà peggio prima di ottenere un certo miglioramento. In particolare il soggetto che soffre di ansia dovrebbe collaborare con i professionisti, psicologo o psichiatra, attraverso un comportamento proattivo attenendosi al trattamento e seguendo i consigli del terapeuta.

Un aspetto fondamentale durante il trattamento dei disturbi d’ansia riguarda il cambiamento degli stili di vita che dovranno essere compatibili con una vita più sana ed equilibrata. Ad esempio una persona può cercare di fare scelte positive e provare a condurre in modo diverso le proprie attività quotidiane come quelle lavorative, familiari e sociali.

Tutti questi aspetti della vita infatti influiscono sui livelli di ansia. Si può supportare il trattamento anche attraverso azioni che promuovano una vita più rilassata e sviluppare una prospettiva mentale più positiva nello svolgimento dei compiti quotidiani. L’obiettivo di tutti questi comportamenti in affiancamento al trattamento psicologico o psichiatrico è quello di imparare ad adottare abitudini di vita sane e ridurre il livello di stress.

La psicoterapia online di Serenis per l’ansia

In questo blog troverai tantissimi altri articoli che parlano di salute mentale.

Se hai ritrovato un po’ di te in quello che hai letto, magari puoi pensare di aiutarti a combattere l’ansia facendo psicoterapia con noi: siamo un centro medico autorizzato.

Oppure puoi pensare di iniziare un percorso di psichiatria, cliccando questo link.

Il servizio è completamente online, con centinaia di psicoterapeuti e psicoterapeute (cioè hanno la specializzazione), oltre che pisichiatri, con in media circa 10 anni di esperienza.

Tutto inizia con il desiderio di vivere una vita migliore. Noi possiamo sostenerti; Serenis è aun solo link di distanza.

Il primo colloquio con uno psicoterapeuta è gratuito, poi 55 € a seduta, o 202 € ogni 4 sessioni..

Il primo consulto con lo psichiatra durerà 45 minuti e avrà un costo di 109 €. Se necessaria, la visita di controllo durerà 30 minuti e costerà 89 €.

Redazione

In Italia, la recente attenzione mediatica al benessere mentale vede giornali, creator, e centri medici impegnati nella produzione di contenuti informativi. In questo contesto il processo di revisione è fondamentale e lo scopo è garantire informazioni accurate. Il nostro processo di revisione è affidato ai terapeuti e alle terapeute che lavorano in Serenis, con almeno 2.000 ore di esperienza.

Questa pagina è stata verificata

I nostri contenuti superano un processo di revisione in tre fasi.

Scrittura

Ogni articolo viene scritto o esaminato da uno psicoterapeuta prima di essere pubblicato.

Controllo

Ogni articolo contiene una bibliografia con le fonti citate, per permettere di verificare il contenuto.

Chiarezza

Ogni articolo è rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e la comprensione.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Rosario Urbani

Psicoterapeuta specializzato in cognitivo comportamentale

Ordine degli Psicologi della Campania num. 6653/A

Laureato in Neuroscienze presso la Seconda Università di Napoli. Specializzato presso l’istituto Skinner in psicoterapia cognitivo comportamentale. Analista del comportamento ABA e specializzato anche nella tecnica terapeutica dell'EMDR.

reviewer

Dott.ssa Maria Vallillo

Psicoterapeuta specialista in Lifespan Developmental Psychology

Ordine degli Psicologi del Lazio num. 25732

Laurea in Psicologia presso l'Università degli Studi di Chieti. Specializzazione in psicoterapia e psicologia del ciclo di vita presso l’Università la Sapienza di Roma. Esperta in neuropsicologia e psicodiagnostica e perfezionata in psico-oncologia.