Bisessualità: oltre gli stereotipi e i pregiudizi

Esploriamo insieme le sfide che le persone bisessuali e le coppie bisessuali affrontano nella società, promuovendo una maggiore comprensione e rispetto per la diversità delle esperienze umane.

|
Primo colloquio gratuito
Primo colloquio gratuito
bisessualità e discriminazione

La bisessualità è spesso associata a stereotipi e pregiudizi, ma è importante esplorare questa identità sessuale con apertura e inclusività. Questo articolo esamina le varie sfaccettature della bisessualità nel contesto più ampio delle identità di genere e dell'orientamento sessuale, incluso l'impatto sulla salute mentale e sulle relazioni interpersonali, considerando anche la disforia di genere. Attraverso una comprensione più profonda, miriamo a promuovere accettazione e rispetto per la diversità delle esperienze umane legate all'orientamento sessuale.

Cosa significa essere bisex?

La bisessualità viene definita un orientamento sessuale caratterizzato dall'attrazione e dalla predisposizione a instaurare relazioni romantiche sia con persone dello stesso genere che con persone di genere opposto. Questa attrazione può manifestarsi in varie sfumature, coinvolgendo il lato sessuale, affettivo-emotivo o entrambi.

C'è spesso l'idea errata che la bisessualità sia solo una fase temporanea durante la scoperta dell'identità sessuale e romantica. Tuttavia, questo non è il caso. Sebbene l'orientamento sessuale possa evolversi nel tempo, la bisessualità è generalmente caratterizzata da una fluidità costante, anche se soggetta a cambiamenti individuali.

La comunità LGBTQ, acronimo che sta per lesbiche, gay, bisessuali, transgender e queer, rappresenta un insieme diversificato di individui che condividono esperienze legate all'orientamento sessuale, all'identità di genere o alla loro espressione.

Bisessualità, gender fluid e disforia di genere: definizioni

La bisessualità, la gender fluid e la disforia di genere sono concetti distinti ma possono essere interconnessi nell'ambito dell'identità di genere e dell'orientamento sessuale. Per iniziare, è opportuno introdurre l'argomento con una chiara distinzione:

TemaDefinizione
Bisessualitàattrazione sessuale verso persone di entrambi i sessi;
Gender fluididentità di genere che può variare nel tempo o essere fluida tra le categorie di uomo e donna, o androgino. Non implica necessariamente un disagio o una disconnessione tra il genere assegnato alla nascita e l'identità di genere percepita;
Disforia di generecondizione in cui una persona sperimenta un disagio significativo o una disconnessione tra il proprio sesso assegnato alla nascita e la propria identità di genere.

Anche se sia il concetto di disforia di genere che di bisessualità riguardano il genere e la sessualità, possono essere vissute indipendentemente l'una dall'altra. Tuttavia, una persona bisessuale potrebbe affrontare sfide specifiche legate alla comprensione e all'accettazione della propria identità sessuale in una società spesso binaria e eteronormativa.

Quando si scopre l'orientamento sessuale?

La comprensione e l'accettazione delle identità di genere non binarie sono fondamentali per promuovere un ambiente inclusivo e rispettoso. Negli ultimi anni, si è osservato un crescente interesse nell'analizzare l'età in cui i giovani si identificano come LGB e fanno coming out. I dati indicano che molti giovani LGB scoprono la propria identità sessuale intorno ai 14 anni e fanno coming out a circa 16 anni, prima ancora di completare gli studi superiori.

Questo suggerisce una maggiore consapevolezza e accettazione dell'identità sessuale tra i giovani, ma è importante comprendere che il percorso individuale nell'affrontare e comprendere l'orientamento sessuale può variare considerevolmente da persona a persona, dipendendo da molteplici fattori personali e ambientali.

bisessualità e uguaglianza

Bisessualità: cosa dice la scienza?

Ricerche recenti hanno evidenziato che le donne, a differenza degli uomini, mostrano una maggiore predisposizione a essere eccitate da stimoli sia maschili che femminili, indipendentemente dal loro orientamento sessuale. Uno studio condotto dall'Università dell'Essex nel 2016 ha riscontrato che mentre gli uomini tendono ad essere maggiormente eccitati da video sessuali contenenti donne, le donne mostrano una risposta di eccitazione sia di fronte a stimoli maschili che femminili.

Questa tendenza "bisessuale" nelle donne è stata ulteriormente confermata da uno studio che ha osservato varie reazioni fisiologiche correlate all'eccitazione, come la dilatazione della pupilla e le risposte cerebrali, di fronte a stimoli sessuali provenienti da entrambi i sessi.

Riconoscere la bisessualità

La bisessualità si manifesta in una vasta gamma di esperienze, che vanno dall'attrazione sessuale a entrambi i generi all'attrazione emotiva o affettiva. Questa varietà può generare complessità e confusione nell'identificare l'orientamento sessuale personale, sia per le persone cisgender che per quelle transgender.

Inoltre, la bisessualità può essere sincronica o asincrona: alcuni individui provano attrazione contemporaneamente verso entrambi i generi, mentre altri possono alternare periodi di attrazione eterosessuale e omosessuale nel corso della vita. Questa fluidità può contribuire a una percezione di incertezza, ma è fondamentale resistere alla pressione sociale e dedicare il tempo necessario per esplorare e comprendere pienamente i propri sentimenti e desideri.

È importante sottolineare che l'orientamento sessuale è un aspetto individuale e soggettivo, e non esistono sintomi fisici o comportamentali definitivi che indichino la bisessualità. Tuttavia, molte persone bisessuali si identificano come tali in base alla loro esperienza di attrazione verso più generi e alle loro relazioni interpersonali. Tuttavia, ci sono segnali che una persona potrebbe essere bisessuale:

  • Attrazione verso più generi
  • Esperienze emotive e sessuali da persone di più generi
  • Flessibilità nell'identità sessuale
  • Coinvolgimento in relazioni con persone di più generi
  • Riconoscimento della propria attrazione verso più generi

È importante ricordare che l'orientamento sessuale è una parte complessa e individuale dell'identità di una persona e che non tutti gli individui bisessuali esperiscono gli stessi sentimenti o comportamenti.

Bifobia: implicazioni psicologiche per le persone bisessuali

Il misconoscimento della bisessualità come un orientamento sessuale legittimo e stabile rappresenta solo uno dei diversi pregiudizi che affliggono questo argomento, spesso alimentati da una mancanza di conoscenza e comprensione. Il minority stress, o stress da minoranza, può avere un impatto notevole sulla salute mentale delle persone bisessuali, aumentando il rischio di sviluppare ansia, depressione e altri disturbi psicologici.

La scarsa informazione sull'argomento può contribuire alla discriminazione e alla stigmatizzazione, fenomeni noti come transfobia e bifobia. La bifobia si manifesta attraverso stereotipi, pregiudizi e comportamenti aggressivi diretti verso le persone bisessuali e le coppie bisessuali. Questo include forme di discriminazione sia sottili che esplicite, come la pressione sociale per conformarsi a norme tradizionali di orientamento sessuale, fino a comportamenti offensivi e persino atti di violenza fisica.

bifobia e bisessualità

La bisessualità è spesso associata erroneamente anche a una vita sessuale promiscua e al rifiuto della sua legittimità come orientamento sessuale, soprattutto per le donne. Tuttavia, il tradimento non è vincolato a un orientamento sessuale specifico e non è intrinseco alla bisessualità. Questa percezione distorta e la conseguente discriminazione possono causare gravi problemi psicologici, come depressione e ansia, soprattutto in contesti sociali conservatori e chiusi.

Un pregiudizio comune considera la bisessualità come un'opzione di comodo, una sorta di limbo per coloro che non hanno ancora deciso la propria sessualità. Questa concezione non tiene conto della validità e della stabilità dell'identità bisessuale.

Affrontare il coming out

Il "coming out" è un momento cruciale in cui una persona rivela apertamente la propria identità sessuale, di genere o romantica agli altri. Potenzialmente questo influenza significativamente la propria vita e il proprio benessere emotivo. Affrontare questo processo richiede pianificazione e sostegno, con un'attenzione particolare al proprio benessere e alla sicurezza personale. Aprirsi al dialogo e comunicare in modo trasparente possono facilitare un'accettazione positiva da parte degli altri.

Per trovare la serenità nell'essere bisessuali, è fondamentale accettare completamente la propria identità sessuale e coltivare una sana consapevolezza di sé. Questo implica un processo di auto-esplorazione e il bisogno di sostegno.Talvolta l'assistenza di professionisti della salute mentale specializzati in questioni legate all'identità sessuale.

Accedi alla terapia online con Serenis per il tuo benessere mentale

Se stai considerando di consultare uno psicologo online, Serenis è qui per offrirti il supporto di cui hai bisogno. I nostri professionisti qualificati sono disponibili per aiutarti a affrontare una vasta gamma di sfide e problemi di salute mentale.

Attraverso la nostra piattaforma online, puoi accedere a sessioni di terapia comodamente da casa tua, garantendo la massima privacy e flessibilità. Investiamo nella tua salute e benessere, offrendoti un ambiente sicuro e accogliente per esplorare i tuoi pensieri, sentimenti e preoccupazioni.

Contattaci oggi stesso per iniziare il tuo percorso verso una vita più equilibrata e soddisfacente. La prima seduta è gratuita. Se poi vorrai proseguire nel tuo percorso verso il benessere, il costo è di €55 a sessione, oppure puoi optare per un pacchetto di 4 sessioni a €202.

FONTI:

Burgio, Giuseppe. Fuori binario: bisessualità maschile e identità virile. Mimesis, 2021.

Lingiardi, Vittorio, and Guido Giovanardi. "Bisessualità." Sessuologia medica. Trattato di psicosessuologia, medicina della sessualità e salute della coppia.

Persico, Gloria. Bisessualità e dintorni. Il sottile confine dell'identità sessuale. Vol. 150. FrancoAngeli, 2004.

Il nostro processo di revisione
Scopri di più
Approfondimento
Coinvolgiamo nella stesura dei contenuti clinici terapeuti con almeno 2.000 ore di esperienza.
Verifica
Studiamo le ricerche sul tema clinico e quando possibile le inseriamo in bibliografia.
Chiarezza
Perfezioniamo gli articoli dal punto di vista stilistico privilegiando la comprensione del testo.
Validano gli articoli
DDDDomenico De Donatis
Domenico De Donatis
Leggi la biografia

Domenico De Donatis è un medico psichiatra con esperienza nella cura dei disturbi psichiatrici. Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Parma, ha poi ottenuto la specializzazione in Psichiatria all'Università Alma Mater Studiorum di Bologna. Registrato presso l'Ordine dei Medici e Chirurghi di Pescara con il n° 4336, si impegna a fornire trattamenti mirati per migliorare la salute mentale dei suoi pazienti.

DsMDott.ssa Martina Migliore
Dott.ssa Martina Migliore
Leggi la biografia

Romana trapiantata in Umbria. Laureata in psicologia e specializzata in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale. Ex-ricercatrice in Psicobiologia e psicofarmacologia. Visione pratica e creativa del mondo, amo le sfide e trovare soluzioni innovative. Appassionata di giochi di ruolo e cultura pop, li integro attivamente nelle mie terapie. Confermo da anni che parlare attraverso ciò che amiamo rende più semplice affrontare le sfide della vita.

FRFederico Russo
Federico Russo
Leggi la biografia

Psicologo e psicoterapeuta con 8 anni di Esperienza. Iscrizione all’Ordine degli Psicologi - Regione Puglia, n° 5048.

Laurea in Psicologia clinica e della salute, Università degli Studi di Chieti. Specializzazione in Psicoterapia presso l'Istituto S. Chiara.

Crede che la parte migliore del suo lavoro sia il risultato: l’attenuazione dei sintomi, la risoluzione di una difficoltà, il miglioramento della vita delle persone.