Perfezionismo: cos'è e conseguenze

Il perfezionismo è un tratto della personalità che ti spinge a cercare standard elevatissimi. A volte, ti porta a risultati straordinari, ma spesso, il costo è alto.

|
Primo colloquio gratuito
Primo colloquio gratuito
Cos'è il perfezionismo

Il mondo in cui viviamo ci spinge ad essere sempre i migliori, a dare di più, a non sbagliare a ad essere impeccabili in ogni nostra azione. In tutti i campi della vita sentiamo il bisogno di raggiungere risultati eccellenti, ma qualche volta questa impellenza può tramutarsi in una malattia. Succede con il perfezionismo patologico, per esempio, che gioca un ruolo fondamentale nel disturbo-ossessivo-compulsivo e anche in molti altri disordini mentali.

Definizione di perfezionismo

In ambito scientifico si possono trovare diverse definizioni di perfezionismo che però sfociano tutte nello stesso significato. Sui dizionari della lingua italiana, per esempio, si può leggere che è la “tendenza a considerare inaccettabile qualsiasi imperfezione”.

Per quanto riguarda il perfezionismo psicologico, Frost e collaboratori lo definiscono come l'abitudine di pretendere da noi stessi o dagli altri una performance di qualità maggiore rispetto a quella richiesta dalla situazione. La conseguenza primaria a tutto ciò è ipercriticare il proprio comportamento. A tale definizione Hamacheck aggiunge che il perfezionismo patologico porta a vivere in un costante stato di ansia causato dal bisogno di fare sempre meglio.

Differenze tra perfezionismo patologico/clinico e perfezionismo funzionale

Il perfezionismo patologico/clinico comporta una preoccupazione esagerata di commettere degli errori e presenta delle precise caratteristiche:

  • Aspettative elevate e irrealistiche;
  • Investimento di molta energia per realizzare quelle stesse aspettative;
  • Gli obiettivi che si desiderano raggiungere sono così irragionevoli da arrivare a compromettere il proprio rendimento;
  • Ogni errore viene interpretato come un fallimento
  • Autovalutazioni basate sul pensiero del tutto o nulla;
  • Sfiducia nelle proprie capacità;
  • Sovrastima delle aspettative altrui;
  • Paura del giudizio.

Il perfezionismo funzionale, che in parole più semplici potremmo definire come "sano", presenta invece le seguenti caratteristiche:

  • Standard alti, ma possibili e realistici;
  • Standard adattati alle situazioni;
  • Desiderio di eccellere;
  • Competizione "sana";
  • Bisogno di porre l'attenzione sul fare la cosa giusta;
  • Pensiero equilibrato.
  • Tipologie di perfezionismo

Le varie tipologie di perfezionismo

Soffrire di perfezionismo patologico vuol dire dare un'importanza eccessiva ai propri risultati perché si punta a standard che sono obiettivamente irragionevoli e molto al di sopra delle proprie reali possibilità. Ciò non toglie che il perfezionismo, in ognuno di noi, può presentarsi in diverse maniere.

Autodiretto

Si parla di perfezionismo autodiretto quando siamo noi stessi a imporci la necessità di raggiungere degli standard che sono eccessivamente elevati per le nostre possibilità. Associata a questa esigenza c'è l’incapacità di accettare i propri errori che, nei casi più gravi, può sfociare in problemi di depressione.

Eterodiretto

Il perfezionismo eterodiretto avviene quando pretendiamo che le persone che ci stanno intorno si adeguino ai nostri standard di comportamento. Quando non accade, il rischio che si corre è avere reazioni di rabbia intensa e di aggressività, che portano anche a problemi nelle relazioni con gli altri.

Socialmente imposto

Il perfezionismo socialmente imposto si verifica quando siamo convinti (senza alcun valido motivo) che gli altri abbiano aspettative elevate nei nostri confronti, tanto da vedere la soddisfazione di tali aspettative come unica soluzione per ottenere la loro approvazione. Le conseguenze possibili sono un’estrema irritabilità, depressione e fobia sociale.

Relazione tra perfezionismo e altri disturbi psicologici o di personalità

Nel corso degli anni diversi studi scientifici hanno dimostrato che il perfezionismo patologico può essere alla base di numerosi disagi psicologici.

Disturbi d’ansia e depressione

Come abbiamo già specificato molti studi scientifici, come quello di Hewitt e Flett, hanno evidenziato che il perfezionismo patologico gioca un ruolo fondamentale nei disturbi d'ansia e nella depressione.

Gli standard elevati, le aspettative irrealistiche, la paura di sbagliare e del giudizio, la sfiducia nelle proprie capacità e il sentirsi non all'altezza - ovvero tutte caratteristiche tipiche del perfezionismo patologico - potrebbero sfociare nel disturbo d’ansia sociale e nella depressione.

In un articolo scientifico di Brownell si può leggere che la società moderna ci spinge a cercare di avere un corpo perfetto. Il problema, come evidenzia l'autore, è che non lo si fa per la salute, ma per l’ideale di controllo che il corpo perfetto simboleggia.

Tutto questo ci porta ad avere una bassa autostima che è un fattore di rischio per lo sviluppo dei disturbi alimentari: la paura di essere grassi può farci ammalare di anoressia nervosa che può essere causata da aspettative perfezionistiche disfunzionali.

Disturbo ossessivo-compulsivo di personalità

Il disturbo ossessivo-compulsivo di personalità si caratterizza anche per la necessità di elevati standard di prestazione. Ci sono psicologici, come Rhéaume, che sostengono che il perfezionismo sia una caratteristica necessaria per lo sviluppo del disturbo ossessivo-compulsivo, perché chi ne soffre dichiara di aver bisogno di perfezione.

Un collegamento lo si può fare anche con l’anoressia in quanto il cibo e la magrezza sono preoccupazioni ossessive, mentre il controllo su peso e appetito è un bisogno compulsivo.

Disturbo narcisistico di personalità

Il perfezionismo gioca un ruolo molto importante anche nel disturbo narcisistico di personalità, dove però viene utilizzato con lo scopo di apparire agli occhi degli altri belli, perfetti e potenti per poter ottenere tutta la loro ammirazione.

Le persone che ne soffrono, però, vivono anche il lato negativo, e quindi il timore del giudizio altrui che può scatenare delle "ferite" che nel tempo si rivelano insopportabili.

Come curare il perfezionismo patologico

Il perfezionismo patologico può essere migliorato e reso funzionale grazie all'aiuto degli esperti della salute mentale. Questi specialisti possiedono tutti gli strumenti utili a individuare il problema e le possibili cause, in modo da trattare tale condizione con le giuste e specifiche tecniche psicoterapeutiche.

Uno degli approcci più utilizzati in psicoterapia è di tipo cognitivo-comportamentale perché consente di riconoscere i propri schemi di funzionamento mentali e comportamentali. Ciò non toglie che a disposizione dei pazienti ci siano diverse tecniche e specialisti a cui fare affidamento.

Con Serenis puoi lavorare su te stesso comodamente da casa tua grazie al supporto della psicoterapia online. Un esperto della salute mentale ti aiuterà a identificare le cause del tuo disagio e a trovare le soluzioni più adatte a te.

Il nostro processo di revisione
Scopri di più
Approfondimento
Coinvolgiamo nella stesura dei contenuti clinici terapeuti con almeno 2.000 ore di esperienza.
Verifica
Studiamo le ricerche sul tema clinico e quando possibile le inseriamo in bibliografia.
Chiarezza
Perfezioniamo gli articoli dal punto di vista stilistico privilegiando la comprensione del testo.
Validano gli articoli