Le cose belle della vita: imparare ad apprezzare ciò che non si vede

Apprezzare ciò che non si vede significa riconoscere il valore di ciò che non è tangibile o visibile agli occhi, ma che comunque ha un impatto significativo sulla nostra vita o sul mondo circostante.

Child in spring field

Ogni giorno siamo circondati da tantissime piccole cose per cui dovremmo provare piacere e gratificazione, ma quando non stiamo bene psicologicamente, queste sembrano perdere di significato, di importanza o, semplicemente, non le vediamo.

Quando ci sentiamo in difficoltà o affaticati mentalmente la soluzione ideale sarebbe chiedere aiuto a un professionista, ma anche concentrarsi sulle cose belle della vita può essere una valida strategia per ritrovare il benessere, almeno parzialmente. La psicologia positiva si base su questo presupposto, che è proprio l’argomento di cui parleremo di seguito.

Le cose belle della vita: le migliori non si possono vedere

Sai perché a volte è difficile vedere le cose belle della vita? Perché le migliori, quelle per cui davvero vale la pena vivere ogni giornata perché la rendono speciale, non si possono proprio vedere. La società moderna di certo non ci aiuta: viviamo in un mondo che misura la felicità di una persona in base a come appare e a quanto possiede. Ma ciò che ci rende davvero felici non è qualcosa in senso fisico, niente che si possa possedere materialmente.

Certo quando compriamo un bene di lusso che desideravamo da tempo possiamo sentirci apprezzati e anche invidiati dagli altri, ma la pienezza dell’esistenza non è data da questo perché le cose belle della vita sono di tutt’altro tipo. Per ciascuno possono essere diverse e ognuno di noi ha delle modalità differenti che può attuare per apprezzarle al meglio, ma sicuramente un presupposto fondamentale è saper dare amore a se stessi e agli altri. Questo è il punto di partenza senza il quale non possiamo pensare di essere in grado di dare il giusto valore alle cose belle della vita.

Altre possono variare in base alle necessità di ogni persona, ad esempio l’avere una solida rete relazionale con amici e famiglia, l’essere felici nel contesto nel quale ci si trova e sapersi adattare alla perfezione, ma per alcuni la felicità è anche conoscere più profondamente se stessi o esplorare il mondo. Come vedi, sono tutte cose che ogni giorno ci circondano e di cui possiamo godere, e sono proprio le cose belle della vita.

Il problema è che a volte non riusciamo a vederle perché ci è più facile concentrarci su ciò di cui sentiamo la mancanza, e ciò che abbiamo cade nell’abitudine ed erroneamente non viene apprezzato. Per uscire da questa routine dobbiamo modificare alcuni comportamenti che mettiamo in atto ogni giorno, cambiando prospettiva e imparando a gustare il presente e le sue ricchezze.

Imparare a essere felici con le cose belle della vita che abbiamo

Imparare a godere delle cose belle della vita è una via per essere felici, e per riuscirci dobbiamo modificare alcune nostre abitudini di pensiero, secondo le indicazioni della psicologia positiva. Il primo passo è entrare fisicamente in un atteggiamento positivo verso la giornata, iniziandola con un sorriso e cogliendo ogni occasione di divertimento: ridere rilascia dopamina, il neurotrasmettitore che ha il potere di farci sentire bene a livello psicofisico.

Un altro suggerimento è quello di trovare il giusto equilibrio tra attività e riposo. L’esercizio fisico ha il potere di ridurre l’ansia e lo stress, oltre che di contrastare i sintomi della depressione. Soprattutto, prediligi lo sport all’aria aperta. Allo stesso modo, non trascurare la qualità del sonno, più che la quantità. È essenziale per mantenerti in salute.

Prenditi cura del tuo corpo e della tua salute prestando attenzione anche all’alimentazione: ci sono dei cibi che possono influire sul tuo umore. Ad esempio, consumare carboidrati favorisce la produzione di serotonina, il neurotrasmettitore coinvolto nelle sensazioni di appagamento e soddisfazione. Le proteine rendono disponibile un maggiore quantitativo di energia, mentre gli alimenti industriali molto processati possono contribuire alla tristezza. Cura anche la tua respirazione: è un gesto semplice, ma ha il potere di rilassare corpo e mente, grazie anche a degli esercizi precisi che possono essere associati alla meditazione.

Questo ti aiuterà a mantenere un ancoraggio al momento presente, accettando tutte le emozioni che possono sopraggiungere: nella vita non esistono solo momenti felici, ma accogliere anche i momenti tristi o dolorosi ed essere capaci di non lasciarsi sopraffare è un’altra delle cose che sono in gradi di renderla piena e degna di essere vissuta. Non esistono scappatoie per questi momenti e affrontarli ti aiuterà a crescere e a vivere lo stress senza lasciare che ti schiacci. Impara a provare gratitudine per le cose belle della vita che riempiono le tue giornate e impara ad apprezzarle.

Non sottovalutare mai il potere delle relazioni sociali: dedica del tempo a coltivare le tue amicizie e i momenti di divertimento. Sii gentile con gli altri e apprezza la loro compagnia. Pianifica la tua settimana includendo dei momenti di condivisione sociale e anche di contatto con la natura.

La psicologia positiva per apprezzare le cose belle della vita

Ma mettere in pratica tutto questo può davvero aiutare? Questo è ciò che sostiene la psicologia positiva, un filone che si dedica alla ricerca dei modi efficaci per migliorare la qualità della vita e il benessere psicofisico in un modo pratico, che tutti possano applicare. Il capostipite di questo pensiero è Martin Seligman, sostenitore della convinzione che lo scopo della psicologia sia proprio quello di supportare gli aspetti positivi che caratterizzano l’esistenza di ciascuno, per rendere le persone felici nel loro contesto, sviluppando le loro potenzialità e la capacità di provare emozioni positive.

Gli indicatori del benessere, secondo questa teoria, non possono essere misurati in maniera oggettiva, perché sono diversi per ciascuno, e ciò che conta è il modo in cui la via viene affrontata e, quindi, il benessere soggettivo che le persone riportano. Elevati livelli di benessere personale rappresentano un fattore protettivo nei confronti delle psicopatologie.

Il ruolo della mindfulness nel godere delle cose belle della vita

Nell’aumentare il benessere percepito, discipline meditative come la mindfulness possono svolgere un ruolo importante, dal momento che si basano sulla concentrazione nel momento presente per avere maggiore consapevolezza di sé e di ciò che ci circonda.

Questa tecnica procede dall’attenzione alle sensazioni derivanti dal corpo per poi passare ai processi cognitivi ed emotivi. La pratica della mindfulness insegna ad accettare tutte le emozioni che si affacciano in ogni momento della nostra esistenza, perché non sono evitabili ma scandiscono precisi momenti. Quindi non bisogna fare altro che disciplinare la nostra mente a riconoscerle, accoglierle e lasciarle passare. Questo passaggio è fondamentale per il benessere di una persona, dal momento che aiuta a gestire le situazioni di stress e apporta numerosi benefici a livello psicofisico.

Che cosa sono le cose belle della vita: alcuni esempi

Abbiamo detto che per ciascuno le cose belle della vita sono diverse, quindi dopo aver imparato come fare a goderne, può essere utile stilare una lista personale su cosa siano per noi queste cose speciali, così da poterle riconoscere e concentrarsi su di esse.

Non dimenticare, in ogni caso, di includere la tua persona, anzi di porla al primo posto: la tua compagnia è la cosa più bella che hai, anche per il semplice fatto che ti permette di godere di tutto il resto, in primo luogo dell’amore che senti intorno a te. Il partner, la famiglia, gli amici, gli animali, sono in grado di regalarti emozioni uniche e momenti davvero preziosi.

Nella tua lista comprendi anche le cose che ti piacciono, come fare sport, coltivare le tue passioni, leggere, frequentare i tuoi amici, viaggiare, ma anche scoprire che ti piacciono cose nuove che non avresti mai sospettato. Provare esperienze nuove è forse una delle gioie più grandi della vita, è fonte di conoscenza e arricchisce il bagaglio dei nostri ricordi. Non dimenticare anche i momenti di fallimento, perché sono sempre un’occasione di apprendimento e di rafforzamento personale, così come l’autoironia.

Includi nella tua lista tutto ciò che ti fa sentire bene: scoprirai che non sono cose banali: sono per lo più cose semplici che hanno il potere immenso di dare un senso a ogni giornata e di regalare infinite emozioni.

La psicoterapia online di Serenis

In questo blog troverai tantissimi altri articoli che parlano di salute mentale.

Se hai ritrovato un po' di te in quello che hai letto, magari puoi pensare di aiutarti facendo psicoterapia con noi: siamo un centro medico autorizzato. Il servizio è completamente online, con solo psicoterapeuti e psicoterapeute (cioè hanno la specializzazione). Ti basterà avere un posto tranquillo da cui collegarti, una rete Wi-Fi, e tanta voglia di lavorare su di te.

La vita presenta sfide uniche per chiunque, non importa chi tu sia o cosa abbia affrontato. Il tuo passato non ti definisce, né deve determinare il resto della tua vita.

Tutto inizia con il desiderio di vivere una vita migliore. Noi possiamo sostenerti; Serenis è a un solo link di distanza.

Il nostro processo di revisione
Scopri di più
Approfondimento
Coinvolgiamo nella stesura dei contenuti clinici terapeuti con almeno 2.000 ore di esperienza.
Verifica
Studiamo le ricerche sul tema clinico e quando possibile le inseriamo in bibliografia.
Chiarezza
Perfezioniamo gli articoli dal punto di vista stilistico privilegiando la comprensione del testo.
Validano gli articoli
DDDDomenico De Donatis
Domenico De Donatis
Leggi la biografia

Domenico De Donatis è un medico psichiatra con esperienza nella cura dei disturbi psichiatrici. Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Parma, ha poi ottenuto la specializzazione in Psichiatria all'Università Alma Mater Studiorum di Bologna. Registrato presso l'Ordine dei Medici e Chirurghi di Pescara con il n° 4336, si impegna a fornire trattamenti mirati per migliorare la salute mentale dei suoi pazienti.

DsMDott.ssa Martina Migliore
Dott.ssa Martina Migliore
Leggi la biografia

Romana trapiantata in Umbria. Laureata in psicologia e specializzata in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale. Ex-ricercatrice in Psicobiologia e psicofarmacologia. Visione pratica e creativa del mondo, amo le sfide e trovare soluzioni innovative. Appassionata di giochi di ruolo e cultura pop, li integro attivamente nelle mie terapie. Confermo da anni che parlare attraverso ciò che amiamo rende più semplice affrontare le sfide della vita.

FRFederico Russo
Federico Russo
Leggi la biografia

Psicologo e psicoterapeuta con 8 anni di Esperienza. Iscrizione all’Ordine degli Psicologi - Regione Puglia, n° 5048.

Laurea in Psicologia clinica e della salute, Università degli Studi di Chieti. Specializzazione in Psicoterapia presso l'Istituto S. Chiara.

Crede che la parte migliore del suo lavoro sia il risultato: l’attenuazione dei sintomi, la risoluzione di una difficoltà, il miglioramento della vita delle persone.