Ti senti spento? Come determinare qual è il problema

Aggiornato il 18 novembre 2021

Ti capita mai di sentirti “blah”? È come se ti sentissi spento, ma non riesci proprio a capire il perché. Forse non ti senti te stesso, ed è una sensazione strana, ma senza sapere qual è la causa, è difficile sapere come risolverla.

Questa può essere una situazione frustrante in cui trovarsi. Ma è qualcosa da cui si può capire come andare avanti. Non devi continuare a sentirti bloccato.

Cosa significa “sentirsi spenti”?

ragazzo senza forze
Fonte: unsplash.com

Ci sono molti modi diversi in cui le persone descrivono il sentirsi spenti. Può essere che hanno poca energia e non riescono a motivarsi a fare le cose che fanno normalmente. Oppure, può essere che semplicemente non ti senti te stesso. Si può sentire una sorta di vuoto dentro.

Ultimamente non hai sperimentato nulla di diverso dal normale a cui puoi dare la colpa di questa sensazione. Potrebbe colpirti a metà giornata. Oppure, potresti semplicemente svegliarti con questa sensazione.

Come determinare qual è il problema

Determinare perché ti senti così non è sempre facile. E potrebbe non essere qualcosa che si può capire così presto come si vuole. Tuttavia, ci sono cose che puoi fare per lavorare a determinare da dove viene, in modo da poter fare i passi necessari per cambiarlo.

Considera qualsiasi sintomo fisico che stai sperimentando

Ci sono molte condizioni fisiche diverse che possono farvi sentire spenti. Potrebbe essere che stai avendo problemi con la tua tiroide, che sei anemico, o una serie di altre condizioni di salute.

Ecco perché una delle prime cose che dovresti considerare di fare è pensare a qualsiasi cambiamento che hai notato di recente nella tua salute. Potrebbe non trattarsi di grandi cambiamenti eclatanti come l’essere fisicamente malato ogni giorno. Invece, potrebbero essere cose come sentirsi più letargico. Oppure, potresti avere delle vertigini di tanto in tanto. Oppure, il tuo peso inizia a fluttuare.

Se sei in grado di pensare ad alcuni possibili sintomi che potresti notare insieme al sentirti spento, può essere una decisione saggia prendere un appuntamento per vedere il tuo medico. E, anche se non hai altri sintomi che ti vengono in mente, può comunque essere utile andare dal tuo medico. Se gli fate sapere che vi sentite spenti, potrebbero essere in grado di farvi domande per farvi considerare cose a cui non avevate pensato prima.

C’è qualcosa che ti assilla?

Un’altra ragione per cui potresti sentirti spento è se c’è qualcosa come lo stress o la preoccupazione che ti assilla in fondo alla mente. Potrebbe essere qualcosa di semplice come sapere che c’è una scadenza imminente per le tue tasse o essere preoccupato che un amico abbia preso qualcosa che hai detto nel modo sbagliato.

A volte può essere facile permettere allo stress, al senso di colpa e alla vergogna di incancrenirsi nella nostra vita. Se questo è durato abbastanza a lungo, potresti anche non ricordare attivamente il motivo, ma la sensazione continua a persistere. Alla fine, questo può portarvi a sentirvi fuori senza conoscerne davvero il motivo.

Chiediti se sei stato ansioso

donna con sguardo preoccupato
Fonte: unsplash.com

Ci sono molti tipi diversi di disturbi d’ansia. E se stai lottando con l’ansia, può lasciarti la sensazione di non essere del tutto te stesso. Non è necessario che tu abbia un disturbo d’ansia diagnosticabile per avere a che fare con questo. Potrebbe essere che stai attraversando una situazione stressante nella vita, e hai solo più ansia di quella a cui sei tipicamente abituato.

C’è una sfida che stai affrontando?

Se hai una grande decisione da prendere nella tua vita o una sfida che stai affrontando, potrebbe consumare molti dei tuoi pensieri e della tua attenzione. Questo può lasciarti mentalmente affaticato e anche avere un impatto sulla tua salute fisica. Anche se potresti non collegare le due cose insieme, potrebbe essere effettivamente quella “cosa” nella tua vita che ti fa sentire spento e non come il tuo solito io.

Sei infelice con una certa area della tua vita?

Ci sono molti scenari diversi di come l’essere infelice in qualsiasi area della tua vita potrebbe farti sentire spento. Può essere che odi il tuo lavoro. Ti pesa giorno dopo giorno perché sei stanco di andare al lavoro. Oppure, potrebbe essere che stai iniziando a capire che la relazione che stai vivendo non è quella giusta per te.

Il cambiamento può essere difficile, quindi anche se sei infelice con una certa area della tua vita, può sembrare che sia più facile continuare a farlo. Tuttavia, fare così può portarti a non sentirti più te stesso. Se vedete che ci sono aree della vostra vita in cui siete infelici e instabili, cercate di fare dei cambiamenti in quelle aree per affrontare il vostro benessere mentale.

Cose che non dovreste fare quando vi sentite spenti

Che abbiate individuato o meno il motivo per cui vi sentite giù, ci sono alcune cose che non dovreste fare senza un’attenta considerazione.

Prendere decisioni importanti nella vita

Se ti senti spento, e non sai perché, evita di prendere decisioni importanti che cambiano la vita. Quando le cose non vanno bene per te, può essere allettante voler iniziare a fare un sacco di cambiamenti per vedere se puoi capire cosa ti farà sentire meglio. Ma se iniziate a fare cambiamenti a cose di cui non avevate bisogno, potreste scoprire che state causando nuovi problemi a voi stessi invece di risolvere quelli esistenti.

Per esempio, se vi sentite spenti e decidete di lasciare il vostro lavoro o porre fine alla vostra relazione, e si scopre che in realtà avete a che fare con un problema di salute fisica come l’anemia, potreste aver rinunciato a qualcosa di buono nella vostra vita senza affrontare la causa principale del perché vi sentivate male.

Mentre fare un cambiamento in un’area importante della tua vita può essere la cosa che devi fare quando ti senti spento, non è qualcosa in cui dovresti precipitarti senza un’attenta considerazione. Un medico ricercatore consiglia addirittura di aspettare che la tua felicità raggiunga il livello 6 su una scala da 1 a 10. Considera sempre l’intero quadro ed esplora le tue opzioni prima di passare all’azione.

Essere eccessivamente critici con se stessi

Se ti senti giù, può essere facile iniziare ad essere duro con te stesso. Quando vi sentite giù, potreste notare che i vostri livelli di produttività diminuiscono al lavoro, potreste fare fatica a fare esercizio fisico e potreste prendere delle decisioni alimentari poco sagge. Non è il momento di essere duri e di giudicare se stessi.

Tutti sperimentano situazioni difficili e momenti difficili di tanto in tanto. Se ti senti spento, potrebbe essere qualcosa che è fuori dal tuo controllo. Essere frustrati con voi stessi ed essere eccessivamente critici può solo farvi sentire peggio invece di aiutarvi a fare i cambiamenti necessari.

Ignorare il problema

Se notate che vi sentite spenti e non sembra andare via, non ignorate il problema. Può essere che ci sia qualcosa che devi fare per iniziare a sentirti meglio.

Se cerchi di ignorare il problema, può finire per peggiorare. Si può iniziare a lottare con cose come l’ansia o la depressione in cima ad esso. Non sempre si è in grado di determinare rapidamente qual è il problema, ma ignorarlo di solito non lo farà sparire.

Cose che possono aiutare quando ti senti spento

Attenersi a una routine di cura di sé

Le abitudini di auto-cura sono molto importanti quando si ha a che fare con qualsiasi tipo di problema di salute mentale, anche se ci si sente solo un po’ spenti. Le abitudini di auto-cura possono essere un po’ diverse per ogni persona. È importante che troviate quelle che funzionano meglio nella vostra vita e che vi aiutano di più.

Quando ti senti spento, potresti non aver voglia di fare le cose che sai che ti fanno bene, ma può essere davvero utile se riesci a costringerti a farle comunque. Ecco alcuni esempi di buone abitudini di auto-cura

cibo sano
Fonte: unsplash.com
  • Ottenere la giusta quantità di sonno ogni notte
  • Mangiare una dieta equilibrata.
  • Fare qualche tipo di attività fisica su base regolare.
  • Passare del tempo all’aperto
  • Meditazione o yoga
  • Fare un diario

Si raccomanda di trovare le cose con cui vi sentite più a vostro agio. Quindi, trova le cose che ti aiutano a rilassarti e ti aiutano a ricaricarti.


Rallentare

La vita può essere piena di impegni con molte persone. Può sembrare che la tua agenda sia piena, dall’alba al tramonto. Potresti avere un calendario pieno di attività lavorative e incontri personali. Ma quando iniziate a sentirvi spenti e come se non foste voi stessi, può essere utile rallentare un po’.

Cercate alcune cose che potete togliere dal vostro programma finché non iniziate a sentirvi meglio. Datti il tempo di riposare, rilassarti e ricaricarti. Lascia andare la pressione di cercare di soddisfare le aspettative di tutti.

Parla con un terapeuta

Se continui a lottare per sentirti spento, può essere utile parlare con un professionista della salute mentale come i terapeuti di Serenis. Sentirsi spenti può essere un sintomo di un disturbo di salute mentale. Oppure, può essere solo una piccola fase che si sta attraversando nella vita. In entrambi i casi, parlare con un terapeuta può essere in grado di aiutarti a lavorare su ciò che stai provando e trovare strategie e soluzioni per aiutarti a iniziare a sentirti meglio.

Bibliografia e Approfondimenti


Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).