Ti senti sopraffatto?

Aggiornato il 30 settembre 2021

Tutti ci sentiamo sopraffatti a volte, e di solito passa abbastanza presto. Ma per alcuni di noi, questa sensazione arriva più spesso. Questo articolo darà la definizione di sopraffazione insieme a consigli utili per aiutarvi a far fronte alla sensazione di sopraffazione e minimizzare lo stress.

Prima di tuffarci in questi consigli, esploreremo cosa significa sentirsi sopraffatti.

donna stanca sul divano

Questo sito è di proprietà e gestito da Serenis, che riceve tutte le tasse associate alla piattaforma.

Fonte: unsplash.com

Sopraffatto?

Probabilmente ti è più familiare sentire il termine “sopraffatto dal dolore”. Questo è uno degli esempi di sentirsi sopraffatti che è facile da identificare. Un altro esempio del fatto che vi sentite sopraffatti è quando sorgono i sintomi dello stress. Quando ci si sente sopraffatti, lo stress può svilupparsi come risultato dei pensieri opprimenti che ora vi inducono a fermare fisicamente quello che state facendo e a fare respiri profondi.

Cosa rende il mondo di oggi il luogo perfetto per i sentimenti di sopraffazione? Se ti senti sopraffatto, fai un respiro profondo. Ci sono modi pratici e praticabili per smettere di sentirsi sopraffatti dalla vita.

Conoscere la definizione di “sopraffatto”

Congratulazioni. Hai già compiuto metà della battaglia. Stai leggendo questo articolo perché hai identificato che ti senti sopraffatto. Prendersi il tempo per riconoscere che state vivendo lo stress e vi sentite sopraffatti, può aiutarvi ad affrontare direttamente questi sentimenti.

Ma qual è esattamente il significato di sopraffatto? Molto semplicemente, è la sensazione di avere troppe cose da fare e non abbastanza energia mentale per farle. Quindi, se vi sentite come se foste su una nave che affonda, privi di energia mentale, o non sapete come andare avanti, probabilmente siete sopraffatti.

Capire perché vi sentite sopraffatti

Potreste pensare di sentirvi sopraffatti perché avete troppe cose nella vostra lista di cose da fare. Ma se vi sentite sopraffatti, questo è uno stato mentale, non una condizione. Ci si può sentire sopraffatti quando non c’è molto da fare, e ci si può sentire annoiati quando c’è troppo da fare. Se la vostra mente corre, e i vostri processi di pensiero sono sopraffatti da irresistibili spinte a scappare o a nascondere la testa nella sabbia, è probabile che vi sentiate sopraffatti.

La mente corre da una possibilità eccitante o preoccupante all’altra, e potreste iniziare a sentirvi sopraffatti. Sentirsi sopraffatti può avere un effetto potente sul vostro stato mentale e impedire alla vostra risposta di rilassamento di darvi sollievo.

Potete fare dei passi per aiutarvi a superare la sensazione di essere sopraffatti. I passi vi insegneranno come risolvere i problemi ricorrendo a pensieri positivi quando vi sentite sopraffatti. Leggi i passi di crescita personale per sentirsi sopraffatti qui sotto. Mentre li leggi, identificane 2-3 che risuonano con te e ti fanno sentire come se potessi realizzarli.

Definisci le tue priorità

Quando ti senti sopraffatto, è il momento di fare una pausa. Fare una pausa vi impedisce di essere completamente sopraffatti dalle circostanze. Quando vi sentite sopraffatti, iniziate a identificare ciò che è più importante.

Gestisci la tua energia (sonno)

Molte persone sono disposte a lavorare più a lungo sacrificando un’ora di sonno, ma se ti senti sopraffatto, questo non è consigliato. Sentirsi costantemente sopraffatti può influire sulla concentrazione. Quando si dorme abbastanza, qualsiasi cosa si riesca a fare sarà di qualità superiore e si sarà in grado di combattere meglio i sentimenti di sopraffazione.

Circondati di costruttori di energia

Se sei sopraffatto al lavoro, assicurati di circondarti di persone che sono sostenitori della tua crescita personale. Le persone che si concentrano sulla negatività sono dei succhiatori di energia, e se siete sopraffatti, avete bisogno di costruttori di energia. I costruttori di energia vi solleveranno il morale quando vi sentirete sopraffatti.

Mantenete i vostri hobby e sviluppatene di nuovi

Potresti sentirti sopraffatto da una richiesta all’altra senza fermarti a respirare. Trovare il tempo per attività che sono solo per il divertimento e il relax fa parte di uno stile di vita sano e può evitare di sentirsi sopraffatti.

Apprezza il tuo valore incondizionato

Se vi sentite sopraffatti, è probabile che non abbiate trovato il tempo di riconoscere il vostro valore intrinseco. Se siete orientati alla performance, potreste credere che il vostro valore sia legato a quanto ottenete e a quanto bene lo ottenete. Questa prospettiva malsana vi farà sentire sopraffatti e frustrati.

Fai dei passi per superare rapidamente la sensazione di stress

Quando sei sopraffatto, è probabile che si attivi la tua risposta allo stress. Per questo motivo, è importante affrontare lo stress a testa alta per gestirlo efficacemente quando si è sopraffatti.

Coinvolgi i tuoi sensi

Nel momento in cui inizi a sentirti sopraffatto, fai un passo indietro, mettiti a terra nel tuo ambiente e guarda cosa hanno da dire i tuoi sensi. Se ti senti sopraffatto, potresti essere disconnesso dai tuoi sensi. Non solo l’uso dei sensi combatte la sensazione di essere sopraffatti, ma riduce anche il dolore e l’infiammazione. La pratica della mindfulness è un’utile strategia per radicarsi contro i sentimenti di sopraffazione.

Fare una lista di cose da fare

Forse sei sopraffatto perché la tua mente è impantanata dal solo atto di cercare di ricordare tutto. Quando scrivi quello che devi fare, ti liberi di questo peso mentale.

Coltiva la gratitudine

Sentirsi sopraffatti può essere un’indicazione di benedizioni nella tua vita come una famiglia e un lavoro. Una pratica di gratitudine può aiutarvi ad apprezzare gli aspetti positivi della vostra vita e proteggervi dal sentirvi sopraffatti.

Pulisci

C’è una ragione logica per cui alcune persone puliscono quando sono sopraffatte. Semplici compiti di pulizia costringono la tua mente a concentrarsi sul presente, aiutandoti ad allontanare i pensieri di sopraffazione.

Delegare i compiti

A volte, quando ci si sente sopraffatti, è il momento di delegare i compiti alla famiglia, agli amici e ai colleghi. La collaborazione può essere uno strumento gratificante contro il sentirsi sopraffatti.

Imparare a dire di no

Se vi sentite sopraffatti dall’avere troppe cose da fare, imparate a dire di no. Concentrarsi su compiti e progetti che sono progettati esclusivamente per le vostre capacità può evitare di essere sopraffatti.

Smettere di fare multitasking

Si è scoperto che il cervello non può davvero fare multitasking. La qualità del tuo lavoro diminuisce notevolmente se cerchi di fare due cose alla volta, e puoi essere sopraffatto. Non dividere la tua attenzione o farti sentire sopraffatto. Sarai molto più efficiente ed efficace se ti concentri su un compito alla volta.

Sii consapevole

Se la tua mente sta correndo, impara a rallentarla attraverso la pratica della consapevolezza. L’arte della consapevolezza è un potente strumento per concentrarsi sul momento presente, che può proteggerti dal sentirti sopraffatto.

Chiedetevi: “È davvero necessario?

Valutate se un compito è davvero necessario. Prendetevi un momento per vedere se vi sentite sopraffatti da scadenze o compiti autoimposti.

Fate un passo indietro

Se vi sentite sopraffatti, può essere utile fare un passo indietro ed esaminare obiettivamente la situazione. Ma l’obiettività può non essere possibile quando si è troppo stressati o stanchi. Dopo un sonnellino veloce o una meditazione, la tua vita ti sembrerà meno nebulosa e condannata.

Sviluppare un forte sistema di supporto

Infine, ma certamente non meno importante, trova delle persone a cui puoi rivolgerti durante gli alti e bassi della vita. Gli amici più stretti ti aiuteranno quando sarai sopraffatto e viceversa.

A volte parlare con un terapeuta di persona o online può aiutare a darci il supporto emotivo necessario per affrontare il fatto di essere sopraffatti.

Serenis può aiutare

Se stai considerando la terapia online, puoi incontrare un terapeuta online in un momento conveniente per te e ovunque tu ti senta più a tuo agio. Qui a Serenis, i nostri specialisti capiscono che la vita presenta sfide uniche per tutti. Non importa chi tu sia o cosa tu abbia passato, il tuo passato non ti definisce, né deve determinare il resto della tua vita. Noi possiamo sostenerti nel superarlo. Solo tu puoi decidere di cercare un aiuto professionale. Serenis è un’opzione conveniente per la terapia online se vuoi un sostegno nel tuo viaggio di guarigione.

Conclusione

Speriamo che queste strategie vi diano il punto di partenza di cui avete bisogno per far fronte a qualsiasi situazione travolgente che vi si presenti. Vivere più felici e più sani tenendo a bada lo stress e altre emozioni negative è possibile – tutto ciò di cui hai bisogno sono gli strumenti giusti. Fai il primo passo oggi.

Domande frequenti (FAQ)

Cosa significa sentirsi sopraffatti?

Quando hai molte cose da fare e non abbastanza energia per fare tutto, puoi iniziare a sentirti sopraffatto, stressato e insicuro su cosa fare dopo. Se ti senti sopraffatto, la cosa migliore da fare è fermarsi e fare un respiro profondo per valutare la situazione.

Come si fa a sapere se si è sopraffatti?

Quando sembra che ogni compito o responsabilità sia troppo grande o complicato per voi, questo può essere un segno di essere sopraffatti. Se ti senti ansioso o hai paura di iniziare o completare compiti importanti, questo può essere un segno di essere sopraffatto o un altro serio problema di salute mentale.

Cosa ti fa sentire sopraffatto?

Avere troppe cose da fare può farci sentire sopraffatti mentre cerchiamo di trovare noi stessi e ciò di cui abbiamo bisogno. La maggior parte delle volte sentirsi sopraffatti è semplicemente il risultato di avere troppe cose da fare.

Quali sono i sintomi del burnout?

Le persone che stanno sperimentando il burnout spesso sembrano essere esauste e disinteressate alla loro vita quotidiana. In realtà, questo disinteresse è sopraffazione o burnout, e semplicemente non hanno più energia per fare le cose.

Come posso smettere di essere sopraffatto?

Se stai iniziando a sentirti sopraffatto (più spesso che no) è il momento di fare un passo indietro e vedere dove sono le tue priorità. Ci sono cose e attività nella tua vita che puoi rimuovere o ridurre per darti più tempo per riprenderti mentalmente da tutto quello che devi fare? Se hai bisogno di aiuto per individuare le priorità nella tua vita, un terapeuta autorizzato può aiutarti.

Come posso affrontare il troppo lavoro?

Il modo migliore per affrontare il troppo lavoro è fermarsi e valutare il proprio carico di lavoro. Identifica le aree in cui puoi ridurre la tua routine lavorativa che non sono assolutamente essenziali. Se ti sei sentito troppo carico di lavoro per un lungo periodo di tempo, parlare con un professionista della salute mentale può aiutarti ad acquisire una nuova prospettiva.


Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).