Guarigione da autolesionismo: come liberarsi delle cicatrici velocemente

Aggiornato il 30 settembre 2021

mettersi un cerotto
Fonte: unsplash.com

Può essere difficile imparare le abilità di coping che vi permetteranno di smettere di impegnarvi nell’autolesionismo. Tuttavia, è possibile con duro lavoro, dedizione e pratica. E una volta che avete imparato queste abilità di coping, siete sulla strada della guarigione mentale ed emotiva. Se state imparando a gestire le emozioni che in passato vi hanno portato a comportamenti autolesionisti, datevi il merito di aver fatto un positivo passo avanti. La guarigione richiede coraggio, e voi siete coraggiosi!

Per quanto tu stia lavorando sulla guarigione interna, però, potresti chiederti come ottenere la guarigione fisica dalle ferite autolesionistiche passate. Per alcuni individui, le cicatrici da autolesionismo possono essere un duro ricordo di momenti dolorosi e rendere più difficile il recupero emotivo. Trovare modi per rendere le cicatrici meno visibili può essere una parte importante del processo di andare avanti. Questo è un sentimento tipico e non c’è nulla di cui vergognarsi. Se sei preoccupato per la visibilità delle tue cicatrici causate da comportamenti autolesionistici, potresti trovare utili le seguenti informazioni su come ridurre l’aspetto delle cicatrici.

Come ridurre rapidamente l’aspetto delle cicatrici

Può essere utile notare alcune caratteristiche uniche del tessuto cicatriziale prima di considerare come nasconderlo. Una spiacevole verità è che molte cicatrici sono difficili da eliminare completamente. Quando la pelle umana subisce una lesione, la cicatrice che si forma è fatta di un tessuto leggermente diverso da quello dell’area circostante. Il tessuto cicatriziale può non far crescere i follicoli piliferi, può reagire in modo diverso alla luce e ai raggi UV, e può sentirsi leggermente diverso dal tessuto non cicatrizzato. Per queste ragioni, molti trattamenti da banco e su prescrizione per attenuare le cicatrici richiedono molto tempo e un uso costante per aiutare le cicatrici a guarire e a svanire, specialmente le cicatrici più vecchie.

Puoi anche usare trattamenti naturali per le cicatrici, come l’olio di cocco o di oliva, per guarire le nuove cicatrici e renderle meno evidenti. Per le cicatrici rossastre o marroni, il succo di limone può anche aiutarle a svanire, anche se sono più vecchie. Il burro di cacao è un’altra opzione naturale che viene spesso usata per minimizzare l’aspetto delle cicatrici post-partum e delle smagliature. Inoltre, si potrebbe considerare l’utilizzo di oli essenziali per ridurre l’aspetto delle cicatrici. Oli come l’olio di semi di rosa canina, l’olio di vitamina E e l’olio di mandorle possono essere utili.

Assicurati di consultare il tuo medico o dermatologo prima di iniziare qualsiasi nuovo regime di cura della pelle, in particolare quando si tratta di cicatrici. Anche se non pensi di avere allergie, c’è sempre la possibilità di una reazione allergica.

Tutti i trattamenti di cui sopra sono graduali, il che significa che possono richiedere diversi mesi per funzionare, e anche allora, potrebbero non essere completamente efficaci per sbarazzarsi completamente delle cicatrici visibili. Un’altra opzione può essere la chirurgia, anche se non è una soluzione ideale. Possono essere necessari più interventi per ridurre l’aspetto delle cicatrici e possono comportare innesti di pelle o la revisione delle cicatrici; si può finire con cicatrici diverse invece che nessuna cicatrice, e i cambiamenti ai tessuti della pelle si verificheranno per le lesioni legate alla chirurgia proprio come per l’autolesionismo. Inoltre, la chirurgia per ridurre l’aspetto delle cicatrici può essere costosa e potrebbe non essere coperta dall’assicurazione sanitaria. Se sei interessato a perseguire la chirurgia, dovresti prima ricercare i dettagli della copertura del tuo piano sanitario.

La terza opzione per affrontare rapidamente le cicatrici è quella di coprirle. Puoi coprire le tue cicatrici temporaneamente ed economicamente o perseguire opzioni più costose e permanenti.

Indossa abiti o accessori che coprono le cicatrici

Se le tue cicatrici ti fanno sentire in imbarazzo o ti ricordano momenti dolorosi che ti stai lasciando alle spalle, allora puoi metterle rapidamente fuori dalla vista, anche se temporaneamente, con alcune modifiche al tuo guardaroba. Abbigliamento con maniche lunghe, sciarpe e accessori come braccialetti e orologi da polso sono tutti elementi che si aggiungono a un insieme e allo stesso tempo permettono di coprire le aree con cicatrici.

Non voler vedere le tue cicatrici o condividerle con gli altri non significa che devi rinunciare a uno stile di vita attivo. Per esempio, se stai andando a nuotare, puoi indossare un costume dal taglio modesto con maniche incorporate o pantaloncini, un copricostume sopra il costume da bagno, o un rash guard (maglietta da bagno). Tutti questi sono diventati più popolari tra i nuotatori di tutto il mondo negli ultimi anni, quindi sono disponibili stili che si adattano ad ogni tipo di corpo e budget, e non vi distinguerete dalla folla se scegliete di indossare abiti da bagno con più copertura. Un bonus di questi stili è che forniscono anche naturalmente una maggiore protezione contro le scottature e i raggi UV.

braccio pieno di braccialetti
Fonte: unsplash.com

Usare il trucco sulle cicatrici

Puoi coprire le cicatrici su qualsiasi parte del tuo corpo con un correttore, un fondotinta o una polvere correttiva fatta per il viso. Questo può ridurre l’aspetto delle tue cicatrici quando i vestiti non le coprono. Tuttavia, il trucco può sbiadire durante il giorno se si bagna o se si suda. Usare un primer per il trucco può aiutare a non sbavare o scorrere. Per un’opzione impermeabile, è possibile acquistare un correttore per tatuaggi, che è fatto per coprire completamente i tatuaggi ed è meno probabile che si sfili.

Per una copertura più duratura, considerare l’utilizzo di trucco che è specificamente fatto per gli attori di teatro. Questo trucco è creato per sopportare il calore dei riflettori sul palco e il calore e il sudore degli attori con un minimo di sfregamento. I negozi di cosmetici specializzati di solito portano una varietà di marche e sfumature di cosmetici pronti per il teatro, quindi si dovrebbe essere in grado di trovare la tonalità corretta per il vostro tono di pelle. Se non hai accesso a questi negozi o preferisci non comprare di persona, diversi negozi online vendono anche questo tipo di trucco.

make up tools
Fonte: unsplash.com

Fai un tatuaggio sopra la cicatrice

Se sei aperto all’idea di farti un tatuaggio per coprire le tue cicatrici, allora farlo può essere l’opzione più economica e permanente nel tempo. Un tatuaggio costa di più in anticipo rispetto al trucco o ai trattamenti di minimizzazione delle cicatrici, ma non sarà necessario fare ulteriori pagamenti o acquisti dopo il costo iniziale. I prezzi dei tatuaggi dipendono dalla tua posizione geografica, dalle dimensioni e dalla complessità del disegno che vorresti, dal posizionamento del tuo tatuaggio e da altre variabili. Puoi lavorare insieme a un tatuatore rispettabile con esperienza nella copertura di cicatrici per trovare un disegno che si adatti ai tuoi desideri e al tuo budget.

braccia tatuate
Fonte: unsplash.com

Prenditi il tuo tempo sia nella scelta del disegno del tatuaggio con cui ti sentirai soddisfatto a lungo termine, sia nella selezione di un tatuatore che ti fornisca un’esperienza sicura, sanitaria e stilisticamente appropriata. Gli amici e la famiglia possono offrire input sul disegno del tuo tatuaggio, ma la decisione finale è tua. Considera i colori e i caratteri, se applicabile, e abbozza i disegni da solo o con l’aiuto del tuo tatuatore. Un artista qualificato dovrebbe lavorare in un negozio pulito, essere in grado di descrivere i processi di sanificazione e di cura del tatuaggio per prevenire l’infezione, e aprire tutti gli strumenti monouso, come gli aghi da tatuaggio, in tua presenza.

Se ti senti a disagio in un negozio di tatuaggi, hai tutto il diritto di alzarti e andartene. Se hai deciso di farti un tatuaggio, specialmente uno per segnare la tua guarigione, allora meriti di riceverlo da un professionista qualificato che ti faccia sentire il più a tuo agio possibile. Detto questo, tieni a mente che il tatuaggio sul tessuto cicatriziale può essere più doloroso che sulla pelle non cicatrizzata, anche se questo è di solito più grave per cicatrici grandi o profonde che non sono piatte contro la tua pelle.

Andare avanti con il sostegno

Se hai avuto comportamenti autolesionistici in passato, potresti aver condiviso le tue esperienze con altri o averle tenute per te. La disponibilità ad andare avanti con le tue cicatrici è un grande passo nel tuo processo di guarigione fisica, e meriti di sostenere il tuo recupero anche attraverso la guarigione emotiva. Anche se pensate di non poter ancora condividere i dettagli delle passate esperienze autolesionistiche con i vostri cari, non siete soli. Molte persone che hanno sopportato comportamenti autolesionistici hanno trovato che la terapia del dialogo con un professionista della salute mentale qualificato è una fonte positiva di sostegno e guarigione. L’obiettività e l’empatia di una terza parte qualificata possono aiutarvi a elaborare le vostre esperienze in modo da poterle superare. Fortunatamente, i servizi di terapia online come Serenis hanno reso il trattamento più accessibile che mai.

La terapia online ha diversi vantaggi particolari rispetto ai servizi di persona per chiunque abbia bisogno di un supporto flessibile e confidenziale. Poiché puoi organizzare le tue sessioni con un terapeuta in base ai tuoi impegni e al tuo stile di vita, puoi mantenere l’intero processo privato come desideri; puoi lavorare con un terapeuta di Serenis secondo il tuo programma, tramite videochiamata.

Conclusione

Se state imparando ad affrontare le lotte emotive senza autolesionismo, allora avete già fatto uno dei passi più difficili verso la guarigione. Sii gentile e paziente mentre continui il tuo viaggio; cerca di ricordare che ridurre al minimo i ricordi fisici è solo un passo lungo la strada, ma è un passo importante. Prendi in considerazione l’idea di rivolgerti a un terapeuta professionista per una guida durante il tuo processo di guarigione.


Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).