Aggiornato il 30 novembre 2021

Uomo con cellulareFonte: unsplash.com

Anche se la pornografia non è una sostanza tattile, può avere un impatto sul comportamento del cervello in modo simile a certe droghe, causando la dipendenza di alcune persone. Mentre l’impatto della dipendenza da pornografia potrebbe non avere la stessa dipendenza fisica associata a droghe, tabacco e alcol, può comunque portare a un comportamento distruttivo per l’individuo dipendente e per chi gli sta intorno. Quindi cos’è esattamente la dipendenza da pornografia e come superarla?

 

Cos’è la dipendenza da pornografia?

Secondo Relativity (precedentemente noto come Sexual Recovery Institute), qualcuno che è dipendente dal porno trascorre almeno 11 ore alla settimana a guardarlo. Spiega che la dipendenza dal porno è quando le persone usano il porno in modo impulsivo, sconsiderato, senza un senso di controllo e senza alcun riguardo per le conseguenze associate ad esso.

Uno studio del 2015 che ha esaminato le neuroscienze della dipendenza da pornografia su internet ha trovato “forti prove neuroscientifiche per la visualizzazione di comportamenti legati a internet, compreso l’uso (di pornografia su internet), come potenzialmente coinvolgente, che dovrebbe essere preso in considerazione quando si discute la classificazione della dipendenza da pornografia su internet)”.

 

Segni di dipendenza dal porno?

A differenza delle dipendenze da sostanze, gli effetti fisici della dipendenza da porno non sono inizialmente pronunciati. All’inizio, la dipendenza da porno causerà problemi di funzionamento, soprattutto con gli altri.

Quelli con la dipendenza da porno cominceranno a vedere pesanti distrazioni come se il loro corpo fisico fosse presente, ma la loro mente fosse completamente disimpegnata. Possono sperimentare cali di atletismo, o un declino della salute. Irritabilità, ansia e depressione possono verificarsi mentre le persone cavalcano l’onda della dipendenza.

Le ricerche che descrivono l’uso della pornografia tra gli adulti descrivono tre tipi di utenti: ricreativi (75,5%), non compulsivi altamente stressati (12,7%) e compulsivi (11,8%).

Mentre gli utenti ricreativi hanno riportato una maggiore soddisfazione sessuale e una minore compulsività sessuale, evitamento e disfunzione, gli utenti con un profilo compulsivo hanno presentato una minore soddisfazione sessuale e disfunzione e una maggiore compulsività sessuale e evitamento.

È difficile dire quante persone sono dipendenti dal porno in tutto il mondo, dal momento che molte di quelle che lo sono potrebbero non essere disponibili. Secondo un sondaggio del 2017 sugli utenti di pornografia in Australia, solo una piccola percentuale degli intervistati (il 4% degli uomini e l’1% delle donne) si è descritta come dipendente, e solo circa la metà di queste persone ha riferito che l’uso di pornografia ha avuto un effetto negativo su di loro.

 

Come la terapia può aiutare?

“Con un forte senso di rapporto terapeutico con un terapeuta, coloro che lottano con la dipendenza dal porno possono trovare una lente diversa, una prospettiva e una convinzione su quelle cose che hanno portato alla dipendenza”, dice. “Alla fine, la dipendenza stessa allenta la sua presa in una certa misura. Meno di una radice fangosa, e meno di un bisogno di coprirla con abilità di coping disfunzionali”.

Non c’è vergogna nel chiedere aiuto; ammettere di avere un problema è il primo passo.

In questi giorni, trovare il giusto terapeuta specializzato in dipendenze è più facile che mai. Con terapia online è possibile consultare un terapeuta dalla comodità della propria casa e frequentare la terapia nel contesto più privato. Ricorda che chiedere aiuto è il primo passo.

 

Bibliografia e approfondimenti

  • American Psychiatric Association (2014). Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali. Quinta editione. DSM-5. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  • Birchard T. (2015). CBT for Compulsive Sexual Behavior: A guide for professionals. New York, NY: Routledge.
  • Birchard T., Benflied J. (2017). Routledge International Handbook of Sexual Addiction. New York, NY: Routledge.