Cos’è il comportamento superstizioso e può essere un problema?

Aggiornato il 21 settembre 2021

FortunaFonte: unsplash.com

La definizione di superstizione è quella di “eccessiva credenza e riverenza per il soprannaturale” e “una credenza ampiamente sostenuta, ma razionale, nelle influenze soprannaturali, specialmente se conducono al bene o alla sfortuna, o a una pratica basata su tale credenza”.

Cos’è il comportamento superstizioso?

Secondo la psicologia, il comportamento superstizioso si verifica quando “la consegna di un’azione di rinforzo o di un evento si verifica contemporaneamente a un comportamento indipendente”.Tu attribuisci razionalmente questo incidente alla “sfortuna” e alla presenza del gatto nero e quindi eviti tutti i gatti neri. La ragione per cui fai questa associazione logica è la tua convinzione culturale che i gatti neri portino sfortuna o che siano donne di questo tipo. Il tuo quasi incidente rafforza positivamente questa convinzione culturale e il tuo evitare tutti i gatti neri è un comportamento superstizioso.

Secondo Damishetal.(2010), che ha fatto una meta-analisi sull’effetto delle superstizioni sulla performance, le superstizioni sono tipicamente viste come “creazioni irrilevanti delle loro menti razionali”, ma è un comportamento più comune per le persone che si affidano quotidianamente a routine e pratiche superstiziose per portare fortuna. Secondo Stuart Vyse, psicologo americano e autore di BelievinginMagic: The Psychology of Superstition, il comportamento superstizioso ha uno scopo.”Essi… provengono dall’incertezza della vita – se hai qualcosa di forte desiderio che non puoi essere sicuro che accada, potresti intraprendere un comportamento superstizioso”.

Quando è dannoso il comportamento superstizioso?

Il comportamento superstizioso è di per sé innocuo e può essere visto come un modo innocuo per controllare l’ansia per l’incertezza; tuttavia, se il comportamento superstizioso è una compulsione che interferisce con la capacità della persona di agire quotidianamente, può essere considerato dannoso; in questi casi, è un sintomo di un problema serio (disturbo ossessivo-compulsivo) che ha bisogno di diagnosi e trattamento.

Disturbo ossessivo-compulsivo (OCD) e comportamento superstizioso

Uno dei più comuni disturbi d’ansia, il disturbo ossessivo compulsivo è definito principalmente dai suoi sintomi, che sono caratterizzati da pensieri, immagini, impulsi o idee ossessivi e comportamenti compulsivi.

La maggior parte delle persone sperimenta qualche forma di ossessione (si pensi all’infatuazione e al primo bagliore dell’amore, o a come una melodia attraente continui a girare dentro di loro per molto tempo dopo essere stata trasmessa alla radio), ma questo non è affatto quello che sperimentano le persone conOCD.Le fissazioni logiche e irrazionali possono essere disabilitanti e provocare una grande ansia, al punto che la persona afflitta si sente costretta a mettere in atto comportamenti autolimitanti.

Il comportamento compulsivo nel DOC è un tentativo di distrarsi o di trovare sollievo dall’estrema ansia causata dall’attività ossessiva, che consiste nell’impegnarsi in un’azione specifica, continua e ripetitiva, come lavarsi le mani, camminare, chiudere e sbloccare le porte, ecc.Il comportamento non ha senso ed è superfluo, e molto spesso disturba la persona. Le sue compulsioni la inducono a provare dolore, senso di colpa, rimorso, ansia e dolore. (Per questa ragione, la dipendenza dal gioco non è classificata come DOCD, poiché questo tipo di comportamento ossessivo è facilmente misurabile).

Un pazienteOCD può trovarsi in qualsiasi punto dello spettroOCD. Nei casi più gravi, può essere incapacitato e deve essere ricoverato in ospedale per essere osservato e curato.

Cos’è il comportamento DOCDB ed è lo stesso del comportamento superstizioso?

OCDFonte: unsplash.com

Il comportamento OCD segue uno o più dei seguenti tratti:

  • Il paziente cerca la pulizia, la simmetria, e in questo caso il disturbo ossessivo compulsivo, la persona solitamente soffre di paure razionali di mali e malattie o malattie.
  • Comportamenti come la preghiera ossessiva o il conteggio
  • Ripetuto controllo di serrature, porte, finestre, di solito per garantire la sicurezza.
  • Accumulo di oggetti.

Il comportamento OCD può apparire ritualistico, e gli scienziati hanno ipotizzato che il comportamento superstizioso e il sintomo OCD esistano sullo stesso continuum.La caratteristica dell’OCD è che le compulsioni sono incontrollabili e riconosciute come senza senso dal paziente.Le credenze guidano il comportamento superstizioso.

C’è anche un’indicazione dell’aspetto neurologico del comportamento del DOCD rispetto al comportamento superstizioso. Affermano: “Proponiamo che l’origine dei comportamenti superstiziosi nel DOCD coinvolge principalmente il “sistema delle abitudini” della basalganglia, incluse le sue connessioni con la corteccia frontale… La disfunzione di questo circuito neurale è fondamentale nei pazienti con DOC e disturbi dello spettroOC.È responsabile delle routine comportamentali, che sono stereotipate e il paziente riconosce tipicamente l’irrazionalità. Tuttavia, il riconoscimento dell’insensatezza di questi giochi motori ripetitivi non permette al paziente di rompere l’altra routine. Significativamente, se non sono motivati dalla superstizione, la perseveranza è la caratteristica principale dell’ossessivo-compulsivo.”

In parole povere, il comportamento superstizioso, pur essendo basato su processi mentali di pensiero razionali e illogici, di solito non interferisce con il funzionamento quotidiano della persona ed è guidato da una fede personale.Il comportamento del pazienteOCD è basato sulla sua logica e razionalità, ma le sue compulsioni sono finalizzate ad alleviare l’ansia incontrollata e possono, in casi gravi, interferire con il funzionamento quotidiano. Il pazienteOCD si rende conto della follia o dell’inadeguatezza del suo comportamento, ma non è in grado di rompere il rituale ossessivo-compulsivo.

Trattamento per l’OCD

Donna che prende una pillolaFonte: unsplash.com

Il disturbo ossessivo-compulsivo può essere diagnosticato e trattato solo da un medico qualificato:

  • Esame fisico per individuare altri problemi fisiologici che causano i sintomi del DOCD e per controllare eventuali complicazioni correlate.
  • Esami del sangue per controllare la funzione tiroidea e lo screening delle droghe. Le droghe sono comunemente note per causare sintomi diOCD indotti e comprendono le anfetamine, la cocaina e altri stimolanti.
  • Valutazione psicologica, che può includere la discussione del comportamento con gli amici della famiglia, per assicurarsi che siano soddisfatti i criteri diagnostici necessari per il DOCD. I sintomi del DOC spesso si sovrappongono a quelli di altri disturbi d’ansia, depressione, schizofrenia o disturbi della personalità, il che lo rende un disturbo difficile da diagnosticare.

Il trattamento è finalizzato alla riduzione dei sintomi, dato che ad oggi non si conosce una cura per il DOCD, e comprende i seguenti due tipi di psicoterapia:

  • Terapia cognitivo-comportamentale (CBT)
  • Prevenzione dell’esposizione e della risposta – un sottoinsieme della CBT che implica la desensibilizzazione a un oggetto sicuro o a un’ossessione come la sporcizia; implica anche l’apprendimento di comportamenti e modi per affrontare l’ansia.
  • Sessioni di gruppo in famiglia.
  • Stimolazione cerebrale profonda, se il paziente non risponde ai trattamenti tradizionali.

I farmaci psichiatrici, come alcuni antidepressivi, sono indicati per la gestione del DOCD. I farmaci aiutano a controllare le crisi e le compulsioni.Quelli approvati dalla FDA per il DOCD includono:

  1. Clomipramina
  2. Fluoxetina
  3. Fluvoxamina
  4. Paroxetina
  5. Sertralina

Qual è la prevalenza delle credenze superstiziose?

Un’indagine condotta nel 2014 ha dimostrato che la maggioranza degli americani non crede nella maggior parte delle superstizioni:

  • La superstizione più creduta è quella che trovare una moneta porta fortuna, con circa 1/3 delle persone che ci credono.
  • Un quarto degli intervistati crede che porti sfortuna se si sposa poco prima del matrimonio.
  • L’ultima credenza popolare è che camminare su una roccia porterà sfortuna, con solo il 7% degli intervistati che aderiscono a questa credenza.
  • I cattolici credono che le superstizioni siano più importanti dei protestanti, degli agnostici o degli atei.
  • La maggior parte dei religiosi americani crede nell’esistenza del male, degli angeli e di altre forze o esseri divini, mentre la fede nella stregoneria, nella stregoneria e nell’astrologia è bassa.
  • Meno persone credono nel concetto di cielo e meno in quello di conchiglia.

Tuttavia, gli studi hanno dimostrato i benefici del comportamento superstizioso.

Potenziali benefici del comportamento superstizioso

GattoFonte: unsplash.com

La maggior parte degli studi ha dimostrato l’efficacia del comportamento superstizioso in generale, ma uno studio ha dimostrato che le superstizioni sul propriocomportamento potrebbero essere efficaci.Un’analisi condotta da M.C. Schippers e PAMVanLange (2006) ha rivelato che l’impegno degli sportivi nei confronti dei loro riti superstiziosi è maggiore prima di una partita quando l’incertezza è più alta che bassa e quando l’importanza della partita è più alta che bassa.


Questa pagina è stata verificata

I nostri contenuti superano un processo di revisione in tre fasi.

Scrittura

Ogni articolo viene scritto o esaminato da uno psicoterapeuta prima di essere pubblicato.

Controllo

Ogni articolo contiene una bibliografia con le fonti citate, per permettere di verificare il contenuto.

Chiarezza

Ogni articolo è rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e la comprensione.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Rosario Urbani

Psicoterapeuta specializzato in cognitivo comportamentale

Ordine degli Psicologi della Campania num. 6653/A

Laureato in Neuroscienze presso la Seconda Università di Napoli. Specializzato presso l’istituto Skinner in psicoterapia cognitivo comportamentale. Analista del comportamento ABA e specializzato anche nella tecnica terapeutica dell'EMDR.

reviewer

Dott.ssa Maria Vallillo

Psicoterapeuta specialista in Lifespan Developmental Psychology

Ordine degli Psicologi del Lazio num. 25732

Laurea in Psicologia presso l'Università degli Studi di Chieti. Specializzazione in psicoterapia e psicologia del ciclo di vita presso l’Università la Sapienza di Roma. Esperta in neuropsicologia e psicodiagnostica e perfezionata in psico-oncologia.