Cosa sono e come funzionano le onde cerebrali alfa?

Aggiornato il 09 ottobre 2021

Ragazza che sorride Fonte: unsplash.com

Gli scienziati sanno da molto tempo quanto siano importanti le onde cerebrali alfa per un sano funzionamento del cervello. Ultimamente, l’interesse per la meditazione e la consapevolezza ha portato questa conoscenza all’attenzione dei ricercatori New Age, degli istruttori di yoga e delle persone in tutti i settori della vita.

Il mondo moderno può essere estremamente stressante. Sentiamo la pressione di essere al nostro meglio se vogliamo avere successo o a volte anche solo sopravvivere. Più si impara su come funziona il cervello, meglio si può essere preparati a fare proprio questo. Una volta che hai capito cosa sono le onde cerebrali alfa, cosa fanno e come produrle, puoi aumentare la tua capacità di usare il tuo cervello meglio di quanto tu abbia mai fatto prima!

Definizione delle onde cerebrali alfa

Le onde cerebrali alfa sono uno degli almeno cinque tipi di onde elettriche che permettono al nostro cervello di funzionare. Le onde alfa sono prodotte naturalmente quando chiudi gli occhi e ti rilassi. Le onde cerebrali alfa sono nella gamma di frequenza da 8 a 13 Hz. Quando le onde alfa dominano il tuo cervello, si dice che il tuo cervello è “inattivo”: è sveglio, rilassato e pronto per qualsiasi compito ti aspetti.

Cosa sono le onde cerebrali?

Le onde cerebrali sono impulsi elettrici che fluiscono da neurone a neurone nel tuo cervello. I neuroni sono le cellule del cervello. Finché sei vivo, il tuo cervello è attivo. Che tu sia sveglio, addormentato o anche in coma, le cariche elettriche nel tuo cervello producono onde che permettono al tuo cervello di far funzionare il tuo corpo. Senza onde cerebrali, i tuoi neuroni non potrebbero comunicare tra loro. Il tuo cervello sarebbe completamente disfunzionale e tu saresti cerebralmente morto.

Cinque tipi di onde cerebrali e le loro frequenze

Onde del mareFonte: unsplash.com

Gli scienziati hanno identificato almeno cinque tipi di onde cerebrali: onde beta, onde alfa, onde theta, onde delta e onde gamma. Mentre diversi tipi di onde cerebrali possono essere presenti nel tuo cervello simultaneamente, un tipo di onda domina tipicamente l’attività cerebrale in qualsiasi momento. Le frequenze di ciascuno di questi tipi di onde cerebrali sono misurate in cicli al secondo, o Hertz, come segue:

  • Delta – da 0,5 a 4 Hz
  • Theta – da 4,7 a 5 Hz
  • Alfa – da 7,5 a 14 Hz
  • Beta – da 14 a 40 Hz
  • Gamma – sopra i 40 Hz

Ognuna di queste onde cerebrali ha una funzione specifica. Le onde beta sono le onde della coscienza e del ragionamento. Le onde Alfa sono dominanti quando sei in uno stato mentale rilassato e calmo. Le onde Theta possono aumentare quando stai dormendo o durante l’ipnosi. Le onde Delta sono predominanti durante il sonno profondo. Le onde gamma si verificano quando si ha un’intuizione improvvisa.

Test medici che rivelano i tipi di onde cerebrali

Attualmente, l’attività cerebrale può essere misurata da tre diversi test medici. Questi sono l’elettroencefalogramma (EEG), il magnetoencefalogramma (MEG), e la risonanza magnetica funzionale (fMRI). Il più comunemente usato è l’EEG.

Il MEG misura i campi magnetici che sono generati nel cervello dall’attività dei neuroni. La fMRI misura il flusso sanguigno, che si pensa aumenti con l’aumento dell’attività cerebrale. Tuttavia, è l’EEG che dice al medico più direttamente sulle onde cerebrali stesse. L’EEG ha ulteriori vantaggi, tra cui essere conveniente e altamente accurato per monitorare l’attività elettrica del cervello.

Benefici delle onde cerebrali alfa

Le onde cerebrali alfa sono associate a diversi punti di forza di un cervello sano e altamente funzionale. Mentre consideri le cose positive associate alle onde alfa, ricorda che la correlazione non è uguale alla causalità. Ciò significa che, anche se queste cose accadono insieme, una può o non può causare l’altra. La ricerca sul funzionamento delle onde alfa continua di anno in anno, aumentando le nostre conoscenze e aiutandoci a trovare applicazioni per ciò che impariamo.

Memoria migliorata

Sono state fatte alcune ricerche sull’aumento delle onde alfa durante i compiti di memoria di successo. Uno studio ha confrontato persone che erano brave nei compiti di memoria con persone che non erano così brave. Coloro che eccellevano nei compiti di memoria avevano frequenze alfa più alte di 1,25 Hz.

Aumento dell’intelligenza

Alcune ricerche hanno tentato di aumentare l’intelligenza manipolando le onde cerebrali. Uno studio del 2003 ha comportato l’applicazione di una stimolazione magnetica attraverso il cervello a frequenze alfa. Coloro che hanno ricevuto questa stimolazione hanno eseguito meglio i compiti cognitivi.

Aumento della creatività

Il monitoraggio EEG durante i compiti creativiin un altro studio ha mostrato che gli aumenti delle frequenze alfa avvenivano quando il soggetto del test stava risolvendo problemi in modo creativo e quando stava generando idee altamente originali, al contrario di quando il suo pensiero era meno creativo. Non sappiamo ancora se le onde alfa stanno causando l’aumento della creatività, o se la creatività aumenta la produzione di onde alfa.

Aumento dell’allerta

Testando la connessione tra la vigilanza e le onde cerebrali alfa, i ricercatori hanno scoperto che le onde alfa più basse erano più strettamente associate ad una maggiore vigilanza. Naturalmente, le onde alfa avvengono quando si è svegli. La cosa interessante, però, è che accadono quando si è anche rilassati. Quindi, essere rilassati può aiutarti a essere più vigile.

Come produrre onde alfa

Le onde cerebrali alfa sembrano piuttosto utili in molte circostanze. In compiti che richiedono di essere attenti ma rilassati, potrebbero rivelarsi non solo utili ma necessari. Ci sono diversi modi per stimolarle. Con l’aiuto di un medico o di uno psicologo, puoi imparare a padroneggiare le tecniche che ti aiutano a usare il potere delle tue onde cerebrali alfa.

Sognare ad occhi aperti

Sognare ad occhi aperti può produrre onde cerebrali alfa, ma come si fa a sognare ad occhi aperti? Il modo migliore per affrontare questa sfida è cercare di non forzarla. Siediti semplicemente con calma, con gli occhi chiusi. Se iniziate a sognare ad occhi aperti, lasciate semplicemente che accada senza cercare di scuotervi per uscirne.

Meditazione

La meditazione può aiutarti ad entrare in uno “stato mentale alfa”. Imparare a meditare può sembrare un compito difficile all’inizio. Molte persone pensano che meditare significhi liberare completamente la mente dai pensieri. Tuttavia, anche i più grandi meditatori vi diranno che la chiave sta nel notare i pensieri e poi lasciarli passare nella vostra mente. Può essere un processo difficile da imparare.

Infatti, non si diventa bravi nella meditazione senza fare pratica. Può aiutare avere qualcuno che ti insegni le tecniche di meditazione. Il tuo insegnante o terapeuta può farti iniziare con meditazioni guidate. Poi, possono passare a darti semplicemente delle istruzioni prima di iniziare a meditare. Infine, puoi imparare a meditare da solo.

Mindfulness

Mindfulness si riferisce alla consapevolezza nel qui e ora. Notate ciò che accade intorno a voi e siete consapevoli delle informazioni sensoriali che ricevete dal vostro ambiente. Alcune tecniche di mindfulness includono fare le cose molto lentamente o molto deliberatamente e prestare attenzione ai movimenti che normalmente fai senza pensarci troppo. Puoi praticare la mindfulness per aumentare la tua attività delle onde cerebrali alfa. Stai praticando quello stato di essere sveglio e vigile ma rilassato.

Battiti binaurali

I battiti binauralisono prodotti alimentando una frequenza inferiore a 1000 Hz in un orecchio e una frequenza leggermente diversa nell’altro orecchio. Le frequenze interagiscono tra loro per produrre un’onda che equivale alla differenza tra le due frequenze. La frequenza prodotta è una frequenza alfa. Alcune persone riferiscono che i battiti binaurali li aiutano a concentrarsi.

Neurofeedback

Il neurofeedback è un metodo per migliorare la funzione del cervello guardando e imparando a rispondere alle letture EEG mentre vengono prese per produrre risultati specifici. Se stai facendo neurofeedback, impari a controllare il tuo cervello in modi che prima potevano sembrare fuori portata.

Uno studio affascinante sull’attività delle onde alfaha esaminato come gli adulti più anziani sono stati in grado di svolgere meglio alcuni compiti cognitivi producendo onde alfa tramite il neurofeedback. Hanno imparato a produrre questo tipo di onde attraverso il condizionamento operante prima che il test fosse fatto.

Tecniche di rilassamento

Le tecniche di rilassamento possono anche aiutare ad entrare in quello stato di allerta ma rilassato, dominato dalle frequenze alfa. Alcune delle tecniche di rilassamento che puoi imparare sono:

  • Respirazione profonda
  • Immagini guidate
  • Rilassamento muscolare progressivo
  • Preghiera
  • Yoga
  • Consapevolezza del corpo

Bibliografia e approfondimenti

  • https://it.wikipedia.org/wiki/Onde_cerebrali
  • https://jamanetwork.com/journals/jamaneurology/article-abstract/563808

Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).