Carriere per persone sensibili – Essere un empatico nel mondo del lavoro

Aggiornato il 21 ottobre 2021

Cos’è un empatico?

Probabilmente avete sentito il termine “empatia”. Quando si è empatici, ci si preoccupa profondamente dei sentimenti degli altri. L’empatia è qualcosa che la maggior parte delle persone ha naturalmente.

Una persona che ha alti livelli di empatia è chiamata “empatica”. Gli empatici sono individui che sono altamente consapevoli delle emozioni delle persone intorno a loro in ogni momento. Un empatico non percepisce le emozioni solo dentro di sé; è come una spugna emotiva. Gli empatici assorbono le emozioni di coloro che li circondano e assumono quei sentimenti, che a volte sono piuttosto intensi. A volte, può diventare troppo, e un empatico può sperimentare sintomi di depressione e ansia perché sono così influenzati dalle persone intorno a loro.

dare una mano al prossimo

Fonte: unsplash.com

Per alcune persone, l’empatia potrebbe non venire naturale. Per esempio, un individuo con un disturbo antisociale di personalità (ASPD) può lottare per esprimere e comprendere l’empatia. Anche se può essere appresa, alcune persone migliorano nell’esprimere l’empatia in altri momenti.

Detto questo, alcune persone, come gli empatici, hanno un senso di empatia più forte di altri. Anche se questa non è una cosa negativa, se gli empatici non si prendono cura di se stessi, trovando il tempo per rilassarsi e sfuggire al peso dei sentimenti degli altri, possono diventare sovraccarichi e questo può influenzarli negativamente.

L’empatia è una benedizione e una maledizione

Avere un alto livello di empatia è sia meraviglioso che estremamente impegnativo. È difficile per gli empatici perché non possono semplicemente “spegnere” o diminuire la loro empatia. Possono imparare a tracciare dei confini, ma non possono semplicemente “smettere di sentire” perché non è possibile.

Essere consapevoli di sé come empatici è estremamente importante. Se sentite che avete bisogno di prendere del tempo per voi stessi, è estremamente cruciale farlo perché avete bisogno di resettare e rinfrescare la vostra capacità di interagire con gli altri.

È qualcosa da tenere a mente se sei un empatico e stai decidendo che tipo di carriera vorresti intraprendere. Sei una persona sensibile che si preoccupa profondamente delle altre persone. È anche importante notare che gli empatici hanno bisogno di tempo per elaborare i loro sentimenti, sia in relazione al lavoro che nella loro vita personale. Essere un empatico non è facile, ma ci sono carriere che si adattano alle persone con alti livelli di empatia.

Carriere per gli empatici

Psicologo

Uno psicologo è una persona che può diagnosticare e trattare problemi di salute mentale e malattie mentali. Possono anche identificare e lavorare con problemi comportamentali.

La malattia mentale è un fenomeno estremamente reale in cui le persone stanno affrontando sintomi che non hanno chiesto, ma che possono avere un impatto significativo o compromettere la loro vita. Gli individui che vivono con la malattia mentale meritano di essere trattati, curati e compresi.

Se un empatico decide di essere uno psicologo, è l’ideale perché si preoccupa profondamente per gli esseri umani, ha un tempo più facile per mettersi nei panni degli altri, e può capire le persone ad un livello che gli altri non possono sempre capire. Gli empatici vogliono aiutare le persone per natura. Capiscono che le emozioni sono una sfida e non vogliono vedere le persone lottare. Uno psicologo può lavorare in un ambiente ospedaliero, in un centro sanitario di comunità, nelle scuole, in ambienti di ricerca, in centri di riabilitazione, o in uno studio privato.

Assistenti sociali

L’empatia è una parte cruciale del ruolo di un assistente sociale. Se sei un assistente sociale, è importante che tu capisca e ti preoccupi di come le persone sono colpite da una varietà di situazioni. Devi vedere al di fuori di te stesso per essere un assistente sociale, e questa è un’abilità che gli empatici possiedono naturalmente. Mentre i tuoi talenti saranno di grande utilità in questa carriera, è imperativo che tu ti prenda del tempo per prendere le distanze dal tuo lavoro e usare la cura di te stesso se scegli di perseguire questo percorso.

Insegnanti

Le persone che sono empatiche possono essere eccellenti insegnanti perché capiscono le emozioni dei bambini, degli adolescenti o degli adulti con cui lavorano. Vogliono vedere i loro studenti avere successo sia accademicamente che emotivamente, e sono in grado di capire se ci sono sfide emotive o comportamentali in classe. Saranno sensibili a questi problemi perché hanno alti livelli di empatia.

Se stai lavorando con i bambini piccoli come insegnante, è probabile che tu abbia studiato lo sviluppo infantile e la psicologia. Se sei un professore, è probabile che tu abbia studiato psicologia anormale o comportamento umano. È importante capire che gli insegnanti hanno un impatto enorme sulla vita delle persone. La maggior parte delle persone hanno almeno un insegnante del loro passato che ricorderanno per sempre, e quando insegni in una classe, i tuoi studenti conservano il modo in cui li tratti e le cose che dici.

Organizzazioni non profit

Le organizzazioni no-profit sono luoghi che sono appassionati di una causa specifica, sia che si tratti di salute mentale, diritti degli animali, istruzione, diritti ambientali, o una varietà di altre questioni umanitarie. Questi sono luoghi dove spesso troverete persone con alti livelli di empatia. Gli empatici gravitano verso situazioni, aziende e organizzazioni dove possono aiutare altre persone. Quindi, se lavorate per un’organizzazione no-profit che aiuta gli anziani, gli animali o le persone con disabilità, avrete un impatto importante sulla vita degli altri. La cura è qualcosa che gli empatici possono usare a loro vantaggio sul posto di lavoro e lavorare per o iniziare la propria organizzazione non profit è un ottimo esempio di come questo possa avvenire.

Artista

Gli empatici spesso gravitano verso le arti perché esprimere se stessi attraverso le arti, che sia come ballerino, artista, musicista, attore e così via, non riguarda solo l’arte, ma l’emozione dietro il pezzo. Si tratta di creare qualcosa che esprima il modo in cui ci si sente, il modo in cui si vede il mondo, o di aiutare le persone dando loro qualcosa con cui relazionarsi o di cui sorridere. Le persone creative hanno spesso alti livelli di empatia, e questo può aiutarle nella loro carriera perché sono spinte ad avere un impatto sulle persone e sul mondo che le circonda attraverso il loro mestiere. Le loro forti emozioni li aiutano a fare un’arte vibrante e unica da cui gli altri sono attratti. È molto probabile che vedrete una moltitudine di empatici in qualsiasi campo creativo in cui entrerete. Se sei un artista e ti importa degli altri, puoi anche donare il tuo tempo usando le tue abilità in un ambiente scolastico o aiutando le persone che ne hanno bisogno.

artista pittore

Fonte: unsplash.com

Terapeuta di orientamento o di carriera

Se non vuoi essere un insegnante ma ti piace lavorare in un ambiente educativo, essere un terapeuta di orientamento o un terapeuta di carriera potrebbe essere la soluzione perfetta per te. Potrai ancora lavorare con le persone, ma la maggior parte del tempo, avrai a che fare con problemi meno “intensi” di quelli di un normale terapista. La tua compassione può aiutarti a guidare le persone nella giusta direzione, e ti darà la pazienza di ascoltare e capire davvero ciò che le persone ti dicono. Gli studenti possono essere molto ansiosi riguardo ai loro attuali studi e alle loro future carriere, e come terapeuta di orientamento o di carriera, sarai in grado di offrire loro la comprensione e il sostegno di cui hanno bisogno.

Infermiera o medico

Il campo medico è un posto dove puoi davvero usare la tua empatia per il bene. I pazienti hanno bisogno di essere capiti e ascoltati. Indipendentemente dalla popolazione con cui lavori come medico o infermiere, la tua tendenza a nutrire gli altri beneficerà te e le persone con cui lavori. Come empatico, sarai in grado di fornire la cura compassionevole che tutti vogliono dal loro infermiere o medico.

Imprenditore

Come empatico, potresti scoprire di avere la spinta per iniziare la tua attività o organizzazione. Forse, sarà una no-profit come abbiamo parlato sopra o forse sarà una tradizionale azienda a scopo di lucro. Per esempio, gli empatici possono trovare il successo nell’avviare la propria attività come life coach. Essere il proprio capo può essere una grande cosa se si è un empatico, perché si arriva a fare le proprie regole, impostare i propri confini, e gestire la propria attività o organizzazione in un modo che si sente è etico.

Gli empatici possono lavorare ovunque

Se sei un empatico, non devi limitarti alla serie di professioni che abbiamo descritto sopra. Puoi lavorare ovunque tu ti senta appassionato e a tuo agio con il lavoro che stai facendo. Si tratta di capire i tuoi punti di forza e i tuoi limiti, proprio come chiunque altro. È importante sapere che hai il diritto di porre dei limiti sul posto di lavoro e che è estremamente importante avere un equilibrio tra lavoro e vita privata. Questo è vero per tutti, ma è particolarmente vero per gli empatici. Ricorda che hai il diritto di prenderti cura di te stesso, e devi farlo perché gli empatici possono spesso essere auto-sacrificanti, sia nella loro vita personale che nell’area lavorativa. È vitale che tu lavori in un ambiente dove ti senti a tuo agio e rispettato come empatico.

public speaking

Fonte: unsplash.com

La psicoterapia online può aiutare gli empatici

La psicoterapia online è un luogo eccellente per esprimere i tuoi sentimenti su qualsiasi cosa di cui vuoi parlare. Se sei un empatico, potresti avere difficoltà a stabilire dei limiti con gli altri a causa della tua spinta ad aiutarli, e questo è qualcosa di cui puoi parlare in psicoterapia. Potresti anche scoprire che dai molto del tuo spazio emotivo agli altri e che non ti prendi abbastanza tempo per concentrarti sui tuoi bisogni.

I terapeuti di Serenis sono appassionati nell’aiutare le persone e nel sostenerti nei momenti difficili. Essere un empatico è una cosa incredibile e speciale, ma può anche essere drenante, ed è per questo che parlare di empatia ed equilibrio con un terapeuta online può aiutare. Cerca nella rete di esperti professionisti della salute mentale qui a Serenis. Informati su cosa sia l’empatia, e se sei un empatico, usa queste abilità per aiutare gli altri e ricordati di prenderti cura di te stesso.

Come risultato della pandemia di coronavirus, il ronzio intorno alla terapia online è cresciuto. Vox ha recentemente scritto un articolo sullo stato generale della terapia online e su ciò che un nuovo utente potrebbe aspettarsi. C’è un’evidenza puntuale di cui la gente non deve preoccuparsi: per la maggior parte e per i tipi più comuni di trattamento terapeutico, la terapia online è risultata essere altrettanto efficace della tradizionale terapia faccia a faccia.

E mentre si può avere a che fare con una lista d’attesa in un ufficio tradizionale, Serenis ha la maggior parte delle persone abbinate a un terapeuta entro 24 ore. La terapia online tende anche ad essere più economica della terapia tradizionale.

Bibliografia e Approfondimenti


Questa pagina è stata verificata

I nostri contenuti superano un processo di revisione in tre fasi.

Scrittura

Ogni articolo viene scritto o esaminato da uno psicoterapeuta prima di essere pubblicato.

Controllo

Ogni articolo contiene una bibliografia con le fonti citate, per permettere di verificare il contenuto.

Chiarezza

Ogni articolo è rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e la comprensione.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Rosario Urbani

Psicoterapeuta specializzato in cognitivo comportamentale

Ordine degli Psicologi della Campania num. 6653/A

Laureato in Neuroscienze presso la Seconda Università di Napoli. Specializzato presso l’istituto Skinner in psicoterapia cognitivo comportamentale. Analista del comportamento ABA e specializzato anche nella tecnica terapeutica dell'EMDR.

reviewer

Dott.ssa Maria Vallillo

Psicoterapeuta specialista in Lifespan Developmental Psychology

Ordine degli Psicologi del Lazio num. 25732

Laurea in Psicologia presso l'Università degli Studi di Chieti. Specializzazione in psicoterapia e psicologia del ciclo di vita presso l’Università la Sapienza di Roma. Esperta in neuropsicologia e psicodiagnostica e perfezionata in psico-oncologia.