Confidenzialità e privacy nella psicoterapia

La confidenzialità nella psicoterapia, soprattutto online, è importantissima per proteggere la privacy del paziente. Preoccupazioni includono rischi legati a strumenti non sicuri e accesso non autorizzato ai dati.

|
Primo colloquio gratuito
Primo colloquio gratuito
Confidenzialità nella psicoterapia

La confidenzialità in psicoterapia garantisce che tutto ciò che viene discusso durante le sedute rimanga privato tra terapeuta e paziente, promuovendo fiducia e consentendo l'esplorazione senza giudizio.

Confidenzialità nella psicoterapia: l'importanza della privacy e della sicurezza

La confidenzialità e la sicurezza sono principi fondamentali della psicoterapia, specialmente online. Le preoccupazioni includono il rischio legato all'uso di strumenti non protetti e possibili violazioni della privacy, come siti non sicuri che possono essere facilmente hackerati. Inoltre, guasti tecnologici possono compromettere la sicurezza dei dati, con possibili accessi non autorizzati o errori nella trasmissione dei messaggi.

Il consenso informato è essenziale, garantendo che i pazienti comprendano i rischi e i benefici della terapia. Tuttavia, le questioni etiche e legali costituiscono una barriera all'implementazione della psicoterapia online, richiedendo una gestione attenta della confidenzialità e della privacy.

La cronologia delle chat e delle e-mail può essere accessibile a persone non autorizzate, mentre le sessioni svolte da casa possono essere soggette a interruzioni, compromettendo la riservatezza del paziente. È importante dunque affrontare questi aspetti per garantire un trattamento sicuro ed etico.

Confidenzialità e violazione della privacy in psicoterapia: quali sono i rischi?

Durante il processo di consenso informato, è fondamentale affrontare le possibili violazioni della riservatezza per il paziente. 

Pertanto, è importante che i terapeuti informino adeguatamente i pazienti su questi rischi e li educhino su come mantenere al sicuro le proprie informazioni personali.

Le linee guida etiche dell'ISMHO (2009) e dell'APA (2002) sottolineano l'importanza per i terapeuti di adottare le giuste misure di sicurezza per garantire la riservatezza. 

Ciò include l'uso di:

  • software di crittografia;
  • firewall;
  • password

Per proteggere le informazioni da hacker o da terze parti non autorizzate. 

I terapeuti dovrebbero anche garantire il rispetto delle linee guida etiche in merito alla conservazione dei dati e stabilire disposizioni che regolino la gestione di tali informazioni.

Queste misure di sicurezza e precauzioni sono fondamentali per fornire un ambiente terapeutico online sicuro e protetto. L'azienda si impegna anche a garantire la conformità al Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR) per proteggere la privacy e la sicurezza delle informazioni personali degli utenti.

Confidenzialità nella psicoterapia online

La confidenzialità è un principio cardine che sottolinea la protezione e la riservatezza delle informazioni condivise durante le sessioni terapeutiche online: il rispetto del segreto professionale è uno degli elementi fondanti di un’alleanza terapeutica efficace e rispettosa del codice etico degli psicologi

La natura digitale di queste interazioni introduce sfide uniche, ma preservare la confidenzialità rimane cruciale per il successo della terapia.

Il terapeuta online ha la responsabilità etica di mantenere la riservatezza di tutte le informazioni divulgate durante le sessioni. Questo impegno si estende non solo alle parole pronunciate ma anche a qualsiasi forma espressiva utilizzata dal paziente, come scritti o disegni

È essenziale stabilire una chiara comprensione dei limiti della confidenzialità online con il paziente. Questo può includere la discussione su come vengono gestite e conservate eventuali registrazioni delle sessioni. 

La gestione delle registrazioni delle sessioni online richiede attenzione particolare: politiche chiare sulla conservazione dei dati e informazioni dettagliate sul loro utilizzo devono essere comunicate al paziente.

Come gestire la confidenzialità nella pratica online?

La gestione della confidenzialità nella terapia online richiede attenzione e pratiche specifiche per garantire la sicurezza e la riservatezza delle informazioni del paziente. 

Ecco alcuni passi da seguire per affrontare questo aspetto critico della terapia online. 

Scegli piattaforme sicure

    Opta per piattaforme online che offrano livelli elevati di sicurezza e crittografia per proteggere le comunicazioni durante le sessioni. 

    Verifica che la piattaforma sia conforme alle normative sulla privacy e offre un ambiente sicuro per la terapia.

    Informa il paziente

      Fornisci al paziente informazioni dettagliate sulla sicurezza della piattaforma utilizzata e sulle misure adottate per proteggere la confidenzialità. 

      Chiedi il consenso informato specifico per la terapia online, evidenziando i protocolli di sicurezza.

      Limita l'accesso

        Assicurati che solo tu e il paziente autorizzato abbiate accesso alle sessioni online. 

        Utilizza password sicure e, se possibile, meccanismi di autenticazione aggiuntivi per proteggere l'accesso non autorizzato.

        Evita intrusi nel setting nella psicoterapia

          Prevenire l'accesso non autorizzato è cruciale per garantire la confidenzialità durante le sessioni online. 

          Assicurati di trovarsi in un ambiente sicuro e privato durante le sedute terapeutiche, evitando la presenza o l’ingresso di altre persone. 

          La presenza di estranei (anche se accidentale) potrebbe minacciare la riservatezza delle informazioni condivise, compromettendo così l'integrità della terapia online.

          Fonti

          • Stoll, J., Müller, J. A., & Trachsel, M. (2020). Ethical issues in online psychotherapy: A narrative review. Frontiers in psychiatry, 10, 993.
          • Bolton, J. (2017). The Ethical Issues which must be addressed in online counselling. Australian Counselling Research Journal, 11(1), 1-15.
          Il nostro processo di revisione
          Scopri di più
          Approfondimento
          Coinvolgiamo nella stesura dei contenuti clinici terapeuti con almeno 2.000 ore di esperienza.
          Verifica
          Studiamo le ricerche sul tema clinico e quando possibile le inseriamo in bibliografia.
          Chiarezza
          Perfezioniamo gli articoli dal punto di vista stilistico privilegiando la comprensione del testo.
          Validano gli articoli
          DDDDomenico De Donatis
          Domenico De Donatis
          Leggi la biografia

          Domenico De Donatis è un medico psichiatra con esperienza nella cura dei disturbi psichiatrici. Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Parma, ha poi ottenuto la specializzazione in Psichiatria all'Università Alma Mater Studiorum di Bologna. Registrato presso l'Ordine dei Medici e Chirurghi di Pescara con il n° 4336, si impegna a fornire trattamenti mirati per migliorare la salute mentale dei suoi pazienti.

          DsMDott.ssa Martina Migliore
          Dott.ssa Martina Migliore
          Leggi la biografia

          Romana trapiantata in Umbria. Laureata in psicologia e specializzata in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale. Ex-ricercatrice in Psicobiologia e psicofarmacologia. Visione pratica e creativa del mondo, amo le sfide e trovare soluzioni innovative. Appassionata di giochi di ruolo e cultura pop, li integro attivamente nelle mie terapie. Confermo da anni che parlare attraverso ciò che amiamo rende più semplice affrontare le sfide della vita.

          FRFederico Russo
          Federico Russo
          Leggi la biografia

          Psicologo e psicoterapeuta con 8 anni di Esperienza. Iscrizione all’Ordine degli Psicologi - Regione Puglia, n° 5048.

          Laurea in Psicologia clinica e della salute, Università degli Studi di Chieti. Specializzazione in Psicoterapia presso l'Istituto S. Chiara.

          Crede che la parte migliore del suo lavoro sia il risultato: l’attenuazione dei sintomi, la risoluzione di una difficoltà, il miglioramento della vita delle persone.