Aggiornato l’11 gennaio 2022

Uomo in piedi

Fonte: unsplash.com

La rottura in amicizia è un tropo di relazione che vediamo spesso giocare nei film di successo. Quando una coppia si rompe, spesso vediamo i partner individualmente (e spesso collettivamente) cercare quella che chiamano “amicizia”. In molti scenari, è rappresentato come  un qualcosa di spensierato e divertente, ma se hai vissuto tu stesso una rottura, sai che il processo che porta all’amicizia tra i due individui può essere doloroso.

Quando una relazione finisce, a volte rimaniamo con il cuore spezzato e spesso confusi. Nel tentativo di dare un senso a questa orribile interruzione, cerchiamo comprensione. Cerchiamo conforto e consolazione.

Ottenere l’amicizia del proprio ex partner può essere un processo incredibilmente difficile. Dopo tutto, non tutti la elaborano allo stesso modo. E se il tuo ex non vuole elaborare quello che è successo con la relazione e sono pronti ad andare avanti? E se sei tu la persona che non vuole più conversazioni sulla tua relazione e vuoi iniziare ad andare avanti da solo, o con qualcun altro? La verità è che non ci sono risposte facili – o giuste.

 

L’amicizia può mai essere effettivamente raggiunta?

Alcuni potrebbero sostenere che l’amicizia è un mezzo appropriato per tentare di terminare una relazione in modo, per l’appunto, amichevole. Altri potrebbero affermare che il bisogno di avere un’amicizia è spesso un tentativo sbagliato di riavviare la relazione. La ricerca ha concettualizzato questo fenomeno come “conoscere la ragione per cui una relazione romantica è stata terminata e non provare più attaccamento emotivo o dolore, permettendo così l’instaurazione di nuove e sane relazioni”. Come potete immaginare, si tratta di un’esperienza altamente individuale e non è una cosa che va bene per tutti. Mi piace pensare a questo fenomeno come un processo di guarigione, invece di una singola conversazione o evento.

Forse siete stati nella posizione in cui una relazione è finita prima di quanto volevate. Il vostro partner decide che è ora di separarsi, o le circostanze hanno reso difficile mantenere la connessione. A volte questo può lasciarci in un posto dove non siamo ancora in grado di andare avanti. Possiamo mantenere contatti regolari con il nostro ex o per negazione, o perché è ciò che ci fa sentire comodi e familiari.

Tuttavia, non è impossibile ottenere un senso di accettazione della fine di una relazione se si è ancora in contatto. Le persone affrontano ed elaborano le situazioni in modo diverso, quindi non c’è un approccio o una prospettiva che funzioni per tutti.

La relazione tra amicizia e dolore

Se hai perso una relazione significativa, potresti riconoscere che quando una relazione nella nostra vita finisce, sperimentiamo il lutto o il dolore. Facciamo del nostro meglio per cercare di dare un senso alla perdita importante. Questo non è solo vero per la perdita di qualcuno a causa della morte, ma può anche applicarsi alla perdita di una relazione sostanziale con qualcuno che è ancora vivo ma altrimenti fuori dalla tua vita.

Le cinque fasi del dolore: negazione, rabbia, contrattazione, depressione e accettazione ci danno un processo che ci aiuta a lavorare verso la realizzazione di una perdita e ad andare avanti. Ma non tutti coloro che sperimentano una perdita raggiungono l’accettazione. Non c’è nemmeno un limite di tempo per queste fasi. Il processo di accettazione può richiedere giorni per alcuni e anni per altri. E solo per chiarire, accettazione non significa che ci si sente bene per la perdita, ma che si accetta la realtà di quella perdita e il suo impatto sulla propria vita – che si può andare avanti nonostante la perdita.

Se non sei in grado di andare verso l’accettazione della perdita, allora potresti essere a maggior rischio di lutto complicato e depressione. Se hai avuto una storia di problemi di salute mentale in precedenza, sei più a rischio di complicazioni cliniche dopo la perdita di una relazione.

L’amicizia tra ex partner al tempo dei social media

I social media hanno indubbiamente complicato le nostre vite. È uno strumento utile – e a volte stimolante – per connettersi e condividere. Quando si tratta di chiudere, i social media possono rendere il processo un po’ più difficile. Quando i ricordi appaiono nel vostro news feed, o le foto rimangono nei vostri album o profili online, a volte può sembrare che sia difficile allontanarsi dalla persona e dalla relazione da cui avete bisogno di guarire.

Essere intenzionali su come usate i social media, specialmente per quanto riguarda il lutto e l’amicizia tra ex, è importante. Forse a un certo punto sarete in grado di apprezzare quelle vecchie foto e video dei bei tempi con il vostro ex, ma non è probabile che sia così finché non avrete raggiunto un punto di accettazione.

Nel frattempo, pensa a nascondere le foto o a riorganizzarle (anche rimuovendo le foto dal tuo telefono) in modo che nei momenti di nostalgia non ti troverai automaticamente a cercare quella persona e quei ricordi. Guardare costantemente al passato rende difficile andare avanti e creare spazio per nuove relazioni. A volte può essere utile per il tuo processo ricordare quei bei momenti subito dopo una rottura, ma alcune persone trovano che questo ritardi ancora di più il processo di lutto. Sii consapevole di ciò di cui hai bisogno in modo da poter prendere la decisione migliore per te.

 

Onorare il processo di guarigione

Tra il ghosting e i ricordi che spuntano sul tuo feed, può essere difficile concederci il tempo e lo spazio necessari per elaborare efficacemente il lutto e, infine, accettare una perdita personale.

La cosa più importante che puoi fare nella tua ricerca di amicizia è essere consapevole di te stesso e onesto sui tuoi desideri e bisogni. Sappiate cosa volete e di cosa avete bisogno dopo una separazione o una perdita, in modo che quando e se arriverà quel momento potrete prendervi cura di voi stessi e onorare il vostro processo di guarigione.