Questa pagina parla di crescita personale

Cercheremo di spiegarti cos’è, come può essere intrapreso questo tipo di percorso e dove conduce. Se ti piacerebbe percorrerlo ma ritieni ti serva una guida, prova a chiedere un aiuto professionale.

Prima di tutto: perché ci occupiamo di Crescita personale?

Perché siamo un centro medico specializzato in psicoterapia e supporto psicologico. Collaboriamo con centinaia di terapeute e terapeuti per rendere il benessere mentale sempre più accessibile, anche cercando di comunicare in modo chiaro e responsabile.

Questa pagina è stata controllata dal punto di vista clinico

Cosa si intende per “crescita personale”?

La crescita personale non riguarda la crescita biologica del nostro corpo: si riferisce invece alla maturazione psicologica ed emotiva che ci rende consapevoli delle nostre potenzialità, per riuscire a prendere decisioni e affrontare il cambiamento con tutti gli strumenti necessari. Si tratta di un percorso che non si esaurisce mai e che ci consente di migliorare e raggiungere i nostri obiettivi attraverso un lavoro interiore.

Questo percorso può essere molto importante per il nostro benessere psicofisico: concilia la salute fisica e quella emotiva, favorisce il successo professionale, rafforza le relazioni interpersonali.

Come si comincia un percorso di crescita personale?

La prima cosa da fare è preparare il terreno sul quale piantare il proprio percorso di crescita. Potresti cominciare provando a spuntare qualcuno di questi punti:

  • impara a conoscerti;
  • circondati di relazioni sane;
  • allontanati dagli ambienti tossici;
  • sii riconoscente per le piccole cose;
  • non paragonarti agli altri;
  • incontra nuove persone;
  • coltiva i tuoi hobby.

Come lavorare sulla propria autostima?

Autostima e crescita personale sono concetti strettamente legati fra loro: se innaffi l’una, l’altra potrà germogliare. La tecnica dello specchio potrebbe aiutarti: come prima cosa osserva in maniera obiettiva il tuo riflesso, poi esprimi ad alta voce i pensieri e i sentimenti che provi, infine prova a descrivere in maniera positiva i tuoi punti di forza. Questo esercizio potrebbe essere utile per fronteggiare e sconfiggere l’ansia legata all’autopercezione.

Sfatiamo alcuni miti sulla crescita personale

  • “È un gioco da ragazzi”. Non è vero: per migliorarsi è necessario modificare la propria vita. Il cambiamento è come una zattera: rinunciare alle certezze per abbandonarsi alle onde non è cosa da poco. Ci vuole una certa dose di audacia - e tanta pazienza.

  • “Sono tutte sciocchezze”. Migliorare le nostre abitudini, rafforzare le relazioni della nostra vita e instaurarne di nuove, dare una possibilità ai nostri desideri sono propositi pensati per farci del bene. Come potrebbero essere sciocchezze?

  • “Il successo personale si basa su abilità innate”. Secondo la psicologa americana Carol Dweck esistono due categorie di persone: quelle dotate di un mentalità fissa - che pensano che l’intelligenza, il talento e la prontezza siano materie che non si possono imparare - e quelle provviste di una mentalità della crescita - che pensano che il successo dipenda dall’impegno e dal duro lavoro. Sono loro a essere più inclini al cambiamento e, di conseguenza, alla crescita personale.

    Se hai intenzione di cominciare questo percorso, puoi chiedere un supporto professionale: sul nostro sito o altrove.

Vorrei intraprendere un percorso di crescita personale: a chi mi rivolgo?

Un professionista o una professionista potrebbero aiutarti a entrare in connessione con le tue emozioni, le tue necessità, i tuoi obiettivi. In particolare, potresti servirti del percorso di coaching e/o di quello sulla comunicazione assertiva.

Il percorso di personal coaching si concentra sull’ambito della vita che intendi migliorare - il lavoro, lo sport, il tuo benessere emotivo. Lo scopo è quello di imparare delle strategie efficaci che potrai applicare quando necessario.

Il percorso di comunicazione assertiva insegna invece a esprimere i bisogni, i pensieri e le opinioni in modo chiaro e deciso, senza paura, ma anche senza alzare la voce. Una guida allenerà i tuoi punti di forza per aiutarti a raggiungere gli obiettivi personali o professionali che avrete stabilito.

Rispondi al questionarioRispondi al questionario

Abbiamo un segreto

“La terapia mi ha aiutato a trovare un equilibrio”

Giorgia, che lavora in Serenis

Sappiamo cosa significa fare terapia: ogni dipendente di Serenis (o quasi) ha alle spalle uno o più percorsi.

Conosciamo bene gli ostacoli pratici e culturali che rendono poco accessibile il benessere mentale. Il nostro lavoro è cercare di superarli – non è semplice, ma l’esperienza aiuta.

A cosa serve la terapia?

Fare una lista è difficile, perché può servire per tantissime cose: l’idea di base è lavorare su ciò che si prova e cercare un cambiamento. Queste sono alcune delle situazioni di cui ci occupiamo più spesso.

Stress da lavoro

Crescita personale

Ansia

Genitorialità

Coppie

Depressione

Fobie

Sonno

Panico

Adolescenza

Ricapitoliamo

  • Se rispondi al questionario troveremo il tuo o la tua terapeuta.

  • Il primo colloquio è gratuito. Se andrà male, potrai farne un altro.

  • Gli incontri saranno tutti in videochiamata e senza vincoli.

  • Avrai anche un diario dove annotare i tuoi progressi.

  • Potrai smettere in ogni momento.

Leggi anche

No items found.

Domande frequenti

Perché ho sempre paura di sbagliare?
Quali libri potrei leggere sull’argomento “crescita personale”?
I contenuti di questa pagina sono verificati?
Come funziona Serenis?
Quanto costano le sedute di terapia individuale?