Ti manca l’energia? Potrebbe essere Anergia

Aggiornato il 27 settembre 2021

Se ti senti spesso senza energia, potrebbe esserci qualcosa di diverso. Potresti avere una condizione nota come anergia, che indica che hai bisogno di più di un po’ di caffeina per aiutarti ad affrontare la giornata, ma è qualcosa che può essere affrontato, quindi non è una condizione che ti affligge cronicamente.

Ragazza che riposa la testaFonte: unsplash.com

Cos’è l’anergia?

La definizione dianergiaè “un’abnorme mancanza di energia” sia a livello mentale che fisico. Scientificamente, l’anergia può essere una “diminuita o assente sensibilità agli antigeni comunemente usati”. Non è una malattia in sé, ma spesso è un sintomo di depressione o di schizofrenia.

Mentre molti hanno dei giorni in cui si sentono apatici, l’anergia si manifesta quando questo stato diventa cronico. A causa della fatica costante, molti fanno fatica a gestire o a completare gli eventi e i compiti più semplici.Spesso le persone con anergia le classificano come pigre o apatiche nei lavori, nelle attività e nella vita sociale, mentre la verità è che sono semplicemente incapaci di uscire dallo stato di letargia per impegnarsi in qualsiasi cosa in modo significativo.Ci sono circa 20 milioni di persone che soffrono distanchezza cronicaquindi tu non sei l’unico ad averla provata.

Depressione e anergia

Spesso, quelli con la depressione soffrono di anergia. Avete mai sentito dire che non c’è motivo di uscire dal letto al mattino? Bene, molti con la depressione trovano che sia esatto e fisicamente non hanno l’energia per uscire dal letto.Spesso chi è affetto da depressione anergica diventa disinteressato a ciò che prima gli procurava gioia. A volte la diagnosi può essere complicata perché chi è affetto da depressione anergica non mostra mai i segni “tradizionali” della depressione, ma sembra semplicemente pigro quando, naturalmente, il disinteresse è profondamente psicologico.

Si parla di depressione anergica come di un tipo di “depressione atipica”, che è collegata alla capacità di essere più felice, per quanto lieve, quando si verificano eventi positivi nella vita di una persona, pur avendo una depressione inferiore.Per esempio, anche se una persona è depressa e apatica per tutto il giorno, può sentirsi leggermente meglio quando viene trasmesso il suo spettacolo preferito, quando il suo coniuge torna a casa dal lavoro o quando riceve una lettera da un amico.A volte, l’anergia sarà usata per aiutare la diagnosi della depressione.

Se soffri di depressione e ti senti spesso affaticato, assicurati di parlare con il tuo medico o psicologo dei sintomi.

Ragazza che guarda cucchiaio con cerealiFonte: unsplash.com

Cos’altro causa l’allergia?

La narcolessia, il disturbo del sonno cronico, la schizofrenia e il disturbo bipolare, che sono disturbi psicologici, sono stati dimostrati come causa dell’anergia, che può essere anche un sintomo della distimia, che è una delle forme più semplici di depressione, ma non è mai stata di lunga durata.

Ci sono diversi problemi di salute che possono provocare l’anergia: molte condizioni cardiache possono causare questa mancanza di energia, spesso le sindromi coronariche acute; l’anemia, la mancanza di sufficienti cellule sanguigne rosse sane, induce frequentemente questo stato cronicoarginoso, così come la sindrome cronica di Fatigues.Se la tiroide è incapace di produrre quantità sufficienti di ormone tiroideo, una condizione che viene definita ipotiroidismo, si può spesso sperimentare l’anergia.

Di tanto in tanto, alcuni farmaci possono risolvere le cause dell’anergia; tuttavia, a seconda di quanto cruciale sia quel farmaco, si può trovare un altro trattamento per l’anergia invece di interrompere semplicemente il farmaco.

Occasionalmente, la dipendenza da sostanze provoca anergia. Per alcuni, l’anergia si sviluppa durante l’assunzione della sostanza, mentre per altri si verifica durante l’astinenza.

Sebbene possa sembrare controintuitivo, la mancanza di esercizio fisico o di attività può portare all’anergia. I problemi di sonno, anche senza il disturbo del sonno elettronico, possono anche risultare come un sintomo.

Gli effetti dell’Anergia

La cronica argia dell’anergia può essere fortemente debilitante per coloro che ne soffrono; di fronte all’incapacità di raccogliere l’energia per svolgere le attività quotidiane, molti cadono ulteriormente nella depressione potenzialmente preesistente; gli amici e la famiglia spesso li rimproverano di essere “pigri”, portando a ulteriore ansia e depressione.Duetointenso affaticamento, spesso è difficile per coloro che hanno un’energia che funziona bene all’interno delle loro occupazioni, a volte si può arrivare a essere licenziati e a lottare con problemi monetari, e questo ha un impatto sulla salute fisica di chi soffre, perché non può forzarsi a fare esercizio o essere attivo.

Uomo che pedala in biciclettaFonte: unsplash.com

A causa dell’attività, molti soffrono di problemi alimentari: se il cibo è presente in casa, molti ne mangiano in quantità eccessive, a volte con conseguente obesità e diabete.Se il cibo non è presente, l’anergia spesso impedisce alle persone di andare al supermercato o di uscire a mangiare e la farina d’avena viene saltata, portando a una sana perdita di peso e occasionalmente all’anemia, il che peggiora l’anergia perché senza nutrienti adeguati nel corpo, non si può creare energia.

Si può curare l’anergia?

Sì, ed è estremamente importante cercare un trattamento, perché l’anergia può causare una depressione più grave e duratura, oltre a vari problemi di salute psicologica e fisica. Se siete sicuri di avere l’anergia, parlate subito con il vostro medico. Se avete l’anergia, può essere sicuramente curata; tuttavia, i medici di solito attaccano ciò che la causa, invece dell’anergia stessa.Per esempio, se la depressione causa la tua anergia, invece di trovare il modo di farti uscire dallo stato di letargia, uno psichiatra potrebbe prescriverti un SSSRI per curare la tua depressione, che a sua volta dovrebbe alleviare l’anergia.

La terapia cognitivo-comportamentale è molto comune nel trattamento della depressione, specialmente quando si verificano specifici insiemi mentali o crisi d’azione. Molti con l’anergia evitano di completare le attività quotidiane che sono spesso necessarie, come pulire, fare la doccia o fare esercizio.Perciò, la terapia cognitivo-comportamentale aiuta anche ad analizzare il motivo per cui non sono in grado di portare a termine un compito, e può aiutarli a cambiare la loro mentalità rispetto al loro approccio, idealmente permettendo loro di svolgerlo in futuro.

La terapia di gruppo può essere utile perché permette a coloro che hanno un’allergia di sapere che gli altri stanno attraversando quello che stanno attraversando o che hanno attraversato in passato, così non si sentiranno più soli.La cosa più importante è che coloro che sono anergici possono condividere il modo in cui riescono a sfondare o a superare i loro stati di debolezza, dando la possibilità agli altri nella stanza di fare lo stesso.Quando qualcuno si sente abbattuto o incapace, la terapia di gruppo offre una forma di sistema di supporto per chi lo capisce in prima persona.

L’intervista motivazionale, o la psicoterapia attraverso il tentativo di raggiungere gli obiettivi, si è anche dimostrata utile per coloro che sono affetti da anergia. Questo metodo non tratta necessariamente la depressione, in quanto è più mirato a far sì che i pazienti superino i loro limiti; tuttavia, è efficace per combattere gli effetti più gravi dell’anergia.

Cos’altro si può fare?

Oltre ai farmaci, alcuni cambiamenti nello stile di vita, come una dieta più sana e un’attività fisica regolare, possono aiutare ad alleviare l’anergia.L’esercizio fisicoPuò ridurre la letargia aiutandovi a dormire la notte. Quando siete naturalmente stanchi durante il giorno, la vostra routine di sonno diventerà più regolare, il che combatte di nuovo l’allergia. Questo esercizio non deve nemmeno essere particolarmente difficile – potete scegliere il vostro preferito! Anche solo trenta minuti di stimolazione della frequenza cardiaca al giorno è un evento che offre benefici significativi. Tuttavia, non fare la tua corsetta all’ora di andare a letto e evita di fare esercizio troppo vicino all’ora in cui ti addormenti, perché ti darà energia nel momento sbagliato e interromperà il tuo ciclo del sonno.

Ridurre i grassi nel tuodietaInoltre, assicurati di mangiare cereali, verdura e frutta, e stai lontano dai carboidrati non salutari – pasta, caramelle, soda, ecc.Inoltre, assicurati di mangiare a orari regolari nel corso della giornata e evita di mangiare troppo vicino all’ora di andare a letto, perché questo potrebbe compromettere il tuo sonno, e naturalmente non consumare caffeina quando questo influisce sul tuo sonno.

A volte attività semplici come trascorrere del tempo con gli amici e la famiglia, andare all’aperto o giocare a golf possono offrire delle esplosioni di energia che, se fatte abbastanza spesso, solleveranno dall’anergia. È bene avere unaroutine. Evita di usare il tuo computer la sera prima di dormire e fai in modo che la tua stanza sia silenziosa e buia.

Conclusione

L’anergia è un problema che può essere causato da una condizione che hai già e non solo perché sei pigro.Se soffri di stanchezza cronica, devi fare tutto da solo e vedere cosa sta succedendo.Puoi ritrovare il tuo senso di energia – hai solo bisogno di altri strumenti. Fai ilprimo passo oggi.


Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).