Smentire il mito che “la depressione è falsa”

Aggiornato il 05 ottobre 2021

Una comprensione approfondita e concisa della salute mentale è imperativa, specialmente nel mondo occupato di oggi. La salute mentale e comportamentale è altrettanto importante della salute fisica e, fortunatamente, sempre più persone iniziano a capirlo. Tuttavia, rimane una sottosezione di persone che purtroppo crede ai miti comuni sulla depressione. Uno di questi miti sulla depressione, che “la depressione è falsa” o comunque non è una vera malattia, è particolarmente dannoso. Questo può essere visto quando agli individui depressi viene detto di “superarla” semplicemente da persone che potrebbero non scegliere di saperne di più. Mentre la maggior parte delle persone sono consapevoli che la depressione è una malattia mentale, le persone che devono ancora arrivare a questa realizzazione è così importante per confutare i miti di depressione come “la depressione è falsa”.

La depressione è reale

Uomo steso a terra con candela accesa Fonte: unsplash.com

Per prima cosa, diamo uno sguardo approfondito alla depressione e a tutto ciò che comporta.

Cosa devi sapere sulla depressione

La depressione è clinicamente definita come una “malattia mentale caratterizzata da un umore persistentemente depresso o da una perdita di interesse nelle attività, che causa una significativa compromissione della vita quotidiana”. Ci sono milioni di persone negli Stati Uniti che vivono ogni anno con la depressione. Inoltre, l’esistenza della depressione altera la chimica del cervello e le parti del cervello che si occupano di emozioni, percezioni e molto altro.

Quali sono le cause della depressione?

Non esiste una causa unica di depressione. Tuttavia, ci sono molteplici fattori di rischio e circostanze che sono legati ad un aumento del rischio di depressione. Fattori ambientali, psicologici e persino ereditari sono collegati alla depressione, così come lo sono gli eventi fortemente traumatici che gli individui subiscono e lottano per elaborare.

È dimostrato che una storia familiare di malattia mentale aumenta il rischio di depressione. Se qualcuno ha un familiare stretto che ha lottato con la depressione, non significa automaticamente che si sperimenterà la depressione, ma aumenta significativamente il rischio.

Avere un’altra malattia mentale o un disturbo della salute comportamentale come i disturbi alimentari, i disturbi da uso di sostanze o il disturbo post traumatico da stress contribuisce a un rischio maggiore di depressione. Il disturbo post traumatico da stress comporta l’esperienza di sintomi angoscianti in seguito a un evento traumatico, ed è altamente legato all’ansia e alla depressione.

È anche comune che i disturbi da uso di sostanze coesistano con le malattie mentali, poiché un individuo può ricorrere all’abuso di sostanze per far fronte ai sintomi opprimenti. Il trattamento della salute comportamentale affronta sia i problemi di abuso di sostanze che la malattia mentale allo stesso tempo.

La depressione colpisce le donne in misura maggiore rispetto agli uomini, il che può essere dovuto a fattori ormonali e biologici nelle donne. Tuttavia, le donne sono più propense a cercare un trattamento di salute mentale, il che ha un impatto sui dati raccolti sulla prevalenza della depressione. È importante notare i modi unici in cui la depressione colpisce le donne. Forme di depressione specifiche per le donne includono il disturbo disforico premestruale, la depressione perinatale e la depressione perimenopausale. La depressione colpisce le donne in modi diversi, quindi è fondamentale capire i modi in cui la depressione può manifestarsi. Se tu o qualcuno che conosci sta sperimentando i sintomi della depressione, cerca un consiglio medico da un professionista della salute che può fornire opzioni di trattamento della salute mentale.

Sintomi della depressione

I sintomi della depressione maggiore possono variare tra gli individui. Ansia, fluttuazioni estreme di peso, insonnia e mancanza di interesse in attività normalmente godute sono esperienze comuni di individui che sperimentano la depressione. Allo stesso modo, le persone con depressione possono anche subire sentimenti di disperazione, disturbi della concentrazione e persino pensieri di suicidio.

Se voi o una persona cara state sperimentando pensieri suicidi, chiedete immediatamente aiuto. La National Suicide Prevention Lifeline può essere raggiunta al numero 1-800-273-8255, ed è disponibile 24/7.

Alcuni individui possono ricorrere all’abuso di droghe o alcol per cercare di curare da soli i sintomi opprimenti della depressione. Secondo la National Alliance on Mental Illness, è comune che i disturbi da uso di sostanze e la malattia mentale coesistano. Tuttavia, i disturbi da uso di sostanze possono portare all’esacerbazione dei sintomi della malattia mentale, innescando un circolo vizioso. È fondamentale cercare un trattamento di salute comportamentale appropriato che affronti sia i disturbi da uso di sostanze che la malattia mentale.

Trattamento per la depressione

Come ogni malattia mentale, la depressione non può essere curata, ma ci sono modi per trattare e gestire efficacemente la condizione. Di solito il trattamento della depressione comporta una combinazione di farmaci e psicoterapia (nota anche come terapia del dialogo). Se un individuo non prova sollievo dai sintomi con questi metodi, può scegliere di esplorare altre opzioni di trattamento come la terapia di stimolazione cerebrale.

Un tipo comune di psicoterapia (o talk therapy) che risulta essere efficace come trattamento della depressione è la terapia cognitivo-comportamentale. Questo metodo si concentra sulla sfida dei modelli di pensiero non utili per influenzare l’umore e la salute comportamentale. La psicoterapia sulla salute comportamentale può essere utile per imparare ad affrontare i problemi di salute mentale. Si imparano abilità e tecniche per incorporare abilità di coping sane nella loro vita.

La salute comportamentale coinvolge la connessione tra il corpo e la mente di un individuo. Il focus della salute comportamentale è come le abitudini di una persona impattano il suo benessere mentale e fisico. È importante riconoscere la connessione tra la propria salute fisica e la salute mentale. Le strategie per gestire la depressione includono l’impegno in abitudini sane come seguire una dieta nutriente, esercitare regolarmente e dare priorità al sonno.

È anche cruciale per un individuo che soffre di depressione costruire un forte sistema di supporto. Gli studi hanno dimostrato l’impatto del sostegno sociale e di avere un sistema di supporto affidabile sul recupero dalla malattia mentale. Il sistema di sostegno di una persona può consistere in amici fidati, membri della famiglia, una comunità online o un gruppo di sostegno.

Ciò che funziona bene per una persona può non funzionare per un’altra. È imperativo cercare un consiglio medico e conoscere le opzioni di trattamento della salute mentale da un medico autorizzato, addestrato e accreditato. In nessun caso qualcuno dovrebbe tentare di auto-diagnosticarsi o auto-medicarsi, né dovrebbe accettare diagnosi o trattamenti da qualcuno che non sia un medico accreditato e autorizzato.

Ragazza seduta su un pontile

Fonte: unsplash.com

Perché alcune persone pensano che la depressione sia falsa?

A causa degli studi, della scienza e delle prove ben documentate, può essere frustrante sapere che ci sono persone che credono che la depressione sia falsa. Tuttavia, uno dei modi migliori per combattere questa disinformazione è esplorare le ragioni che gli individui hanno per queste convinzioni errate e poi gestire queste ragioni con la logica e i fatti sulla malattia mentale.

Credono che sia per l’attenzione

Uno dei motivi più comuni per cui alcune persone nutrono scetticismo verso la depressione è la convinzione che la malattia mentale sia semplicemente un metodo contorto per cercare attenzione. Tuttavia, questa semplicemente non è la verità. Molte persone con depressione in realtà si ritirano da altre persone e attività che normalmente amano. Questo è l’opposto della ricerca di attenzione. La depressione non è una tendenza o una moda; è una malattia clinica e mentale molto reale che richiede un trattamento.

Dire a un individuo che sperimenta la depressione che sta semplicemente cercando attenzione è molto pericoloso e sconsiderato su più fronti. A seconda di quanto è estrema la depressione di un individuo e se sta ricevendo aiuto o meno, quel tipo di affermazione potrebbe seriamente peggiorare la sua salute emotiva. Chiunque capisca veramente la depressione e quanto possa essere devastante per la vita delle persone non oserebbe mai dire che è semplicemente un atto per attirare l’attenzione.

Credono che si tratti di ipersensibilità

Un altro mito tossico sulla depressione è che si tratta di qualcuno che è troppo sensibile a certe cose. Come la falsa credenza che le persone con depressione cerchino attenzione, i fatti e la scienza semplicemente non supportano questa idea. Una malattia mentale che ha un impatto sulla chimica del cervello e sulle parti del cervello che controllano le funzioni di base va ben oltre l’essere semplicemente meno sensibili. Molte delle persone più forti e dure del mondo hanno a che fare con la depressione. Non ha niente a che vedere con l’essere semplicemente troppo ipersensibili.

Non capiscono le cause della depressione

Molti individui respingono la depressione come falsa e lo fanno a causa della totale ignoranza su ciò che causa la depressione. Le persone con questa mentalità spesso si chiedono: “per cosa deve essere depressa quella persona?”. È più comune di quanto alcuni potrebbero credere. Un altro tipico malinteso è l’idea che essere ricchi e di successo significa automaticamente che una persona non sperimenterà la depressione. Ancora una volta, questo non è semplicemente vero. Come detto in precedenza, ci sono una serie di fattori di rischio che aumentano il rischio di depressione, tra cui fattori biologici (come la chimica del cervello), genetici, psicologici e ambientali.

Avere un’altra malattia mentale o un disturbo della salute comportamentale come i disturbi alimentari, i disturbi da uso di sostanze o il disturbo post-traumatico da stress contribuisce anche a un rischio maggiore di depressione. Il disturbo da stress post-traumatico comporta l’esperienza di sintomi angoscianti a seguito di un evento traumatico ed è altamente legato all’ansia e alla depressione. È anche comune che i disturbi da uso di sostanze coesistano con le malattie mentali, poiché un individuo può ricorrere all’abuso di sostanze per far fronte ai sintomi opprimenti. I trattamenti di salute comportamentale sono disponibili per affrontare sia l’abuso di sostanze che la malattia mentale allo stesso tempo.

Uomo con una mano sulla fronteFonte: unsplash.com

Come aiutare le persone a capire che la depressione è reale

Quando incontriamo persone che credono sinceramente che la depressione sia falsa, può essere facile arrabbiarsi o avere voglia di sfogarsi. Anche se sentirsi in questo modo è comprensibile, non risolve il problema. Invece di attaccare le persone che non capiscono la depressione, la risposta è comunicare con loro in modo rispettoso e intelligente. Mostrare loro i fatti sulla depressione, i dati scientifici e le prove sulla malattia mentale è il modo giusto per educare coloro che non sono istruiti.

Progressione naturale

Quando la malattia mentale è discussa nella società, può servire come fonte di informazioni per gli individui che credono che la depressione sia falsa. A volte, può volerci del tempo perché le persone apprendano fatti accurati sulla depressione. Un risveglio o una svolta non avverrà sempre dopo una conversazione. In molti casi, le persone devono imparare a modo loro e quando sono pronte.

E se voi o qualcuno che conoscete sta affrontando la depressione?

Se voi o qualcuno che conoscete sta vivendo con la depressione, una delle cose più importanti da fare è assicurarsi un forte sistema di supporto. Vivere con una malattia mentale può essere molto difficile e impegnativo, e avere un sistema di supporto affidabile fa tutta la differenza del mondo. Quando qualcuno vive con una grave malattia mentale, sapere che è amato e non è solo può fare una differenza significativa nella sua vita. Il sistema di sostegno di una persona può consistere in amici fidati, membri della famiglia, una comunità online o un gruppo di sostegno.

Essere presenti per qualcuno che ha a che fare con la depressione significa incoraggiarlo a ricevere l’aiuto adeguato. Questo potrebbe comportare il lavoro con un terapeuta o un terapeuta. Alcune persone possono essere più ricettive ad accettare un aiuto professionale, mentre altre possono avere delle riserve. Nei casi di depressione, l’individuo potrebbe sentirsi come se il suggerimento di psicoterapia o terapia significhi che c’è qualcosa di sbagliato in lui. Questo non è semplicemente il caso. Non c’è niente di sbagliato nel vedere uno specialista della salute mentale; infatti, fare questo può essere un’esperienza che apre gli occhi e illumina.

A volte la depressione è la manifestazione di un problema del passato che non è stato risolto in precedenza. Come detto prima, il trauma è uno dei molti colpevoli associati allo sviluppo della depressione. Quando le persone non risolvono i problemi nel momento in cui si presentano, causano problemi che possono indugiare sotto la superficie e anche avere un impatto negativo sulla qualità della vita di una persona. Questa è un’altra ragione per cui le persone con depressione possono beneficiare del lavoro con terapeuti e terapeuti. Gli specialisti della salute comportamentale in questo campo sono molto bravi in quello che fanno e possono aiutare una persona ad arrivare al fondo di ciò che sta causando la loro depressione.

Alcuni individui possono ricorrere all’abuso di droghe o alcool per cercare di automedicare i sintomi opprimenti della depressione. Secondo la National Alliance on Mental Illness, è comune che i disturbi da uso di sostanze e la malattia mentale coesistano. Tuttavia, i disturbi da uso di sostanze possono portare all’esacerbazione dei sintomi della malattia mentale, innescando un circolo vizioso. È fondamentale cercare un trattamento di salute comportamentale appropriato che affronti sia i disturbi da uso di sostanze che la malattia mentale.

Una parola finale

La depressione è una malattia molto reale. È una grave malattia mentale che milioni di persone combattono ogni anno. Mentre molti fattori e cause possono portare alla depressione, ciò non toglie la gravità o la gravità di questo problema di salute mentale. La società continuerà a migliorare man mano che sempre più persone capiscono la depressione e quanto sia reale.

Di fronte alla depressione, una delle cose più coraggiose da fare è chiedere aiuto. Può essere snervante o impegnativo, ma l’aiuto adeguato da parte di professionisti della salute comportamentale può contribuire a rafforzarvi nel vostro viaggio e avere un impatto positivo sul resto della vostra vita. Tutti affrontano delle sfide prima o poi, ma non devono affrontarle da soli. Vivere con la depressione o altri tipi di malattie mentali è molto più facile con il giusto sistema di supporto affidabile. È importante capire che non sei meno di una persona a causa delle sfide che stai lavorando per superare.

I servizi di salute mentale online sono risorse terapeutiche in crescita nel campo dei trattamenti psicologici. È stato notato che sono una grande alternativa alle sessioni di terapia tradizionale se non sono offerte nella vostra zona locale, o se il vostro programma è occupato durante le ore di lavoro. Uno studio pubblicato dall’Università di Pittsburgh School of Health Sciences ha scoperto che la terapia cognitiva comportamentale computerizzata online (CCBT) usata sia individualmente che con gruppi di supporto online è stata molto efficace nell’affrontare i sintomi dei problemi di salute mentale. I pazienti dai 18 ai 75 anni sono venuti a conoscenza dei programmi CCBT dopo essere stati indirizzati dai loro medici di base. In sei mesi, più dell’83% dei pazienti è entrato nei programmi. In seguito hanno riferito che i sintomi dell’ansia e della depressione sono migliorati notevolmente durante le sessioni regolari.

Se non siete sicuri di cercare una terapia faccia a faccia, potete considerare i servizi di salute mentale online come un efficace trattamento alternativo. Tutto ciò di cui avete bisogno è un dispositivo funzionante e una connessione a Internet. Molte opzioni come video conferenze, sistemi di messaggistica dal vivo e telefonate sono disponibili a seconda delle vostre preferenze. Inoltre, è possibile programmare le sessioni a proprio piacimento. Non c’è bisogno di guidare fino a un ufficio fisico o aspettare a lungo per vedere il vostro terapeuta autorizzato.


Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).