Prescrizione e farmaci ansiolitici da banco: qual è la differenza?

Aggiornato il 14 novembre 2021

Attenzione ai contenuti: Ti informiamo che il seguente articolo potrebbe menzionare argomenti che includono la prescrizione di farmaci, l’abuso di farmaci e la dipendenza. Le informazioni contenute nell’articolo non è un sostituto della psicoterapia medica professionale. Chiedete sempre il parere del vostro medico o di altri operatori sanitari qualificati prima di provare qualsiasi opzione farmacologica, compresi i farmaci da banco.

Gli ansiolitici da banco hanno il loro fascino. Dopo tutto, puoi comprarli facilmente nella tua farmacia locale. Possono costare meno dei farmaci con prescrizione. Perché, allora, dovresti preoccuparti di andare dal tuo medico per una prescrizione? In realtà, ci possono essere delle ottime ragioni per cui potresti voler fare quel viaggio. Qui ci sono alcuni fatti sulle differenze tra i farmaci ansiolitici da banco e quelli con prescrizione.

pillole

Questo sito è di proprietà e gestito da Serenis, che riceve tutte le commissioni associate alla piattaforma.

Fonte: unsplash.com

Tipi di ansiolitici

L’ansia è estremamente comune nella società moderna. Non c’è da stupirsi che siano disponibili molte soluzioni diverse per trattarla. Non tutti i farmaci per l’ansia sono creati allo stesso modo, ma la maggior parte di essi hanno alcuni benefici. Ecco alcuni dei tipi più comuni di farmaci per l’ansia.

Farmaci ansiolitici a base di erbe

Molte erbe funzionano bene come ansiolitici naturali. La ragione per cui queste piante funzionano così bene è che hanno sostanze chimiche naturali nelle loro foglie, radici, fiori, frutti o corteccia che interagiscono con il sistema nervoso per diminuire i sintomi dell’ansia.

I rimedi a base di erbe possono essere disponibili in diverse forme. Si possono ottenere in capsule o si può scegliere una tisana. Le tinture sono un’altra forma. Sono fatte sciogliendo l’erba nell’alcool. Si possono ottenere in molti negozi locali, online, o attraverso un erborista.

Alcune delle erbe più comunemente usate per l’ansia includono:

  • Radice di valeriana
  • Kava kava
  • Ashwagandha
  • Rhodiola
  • Lavanda
  • Passiflora
  • Camomilla
  • Melissa
  • Basilico santo
  • Tè verde

Oltre ai rimedi a base di erbe, un altro rimedio naturale è la medicina omeopatica per l’ansia. L’omeopatia è un sistema di medicina naturale molto rispettato in molte parti del mondo. Questo sistema si basa sulla convinzione che il corpo può guarire se stesso. Le medicine sono scelte perché possono facilitare questa guarigione. Alcuni dei rimedi omeopatici utilizzati per l’ansia includono:

tè verde

Fonte: unsplash.com

  • Aconite
  • Argentum nitricum
  • Arsenicum album
  • Calcarea carbonica
  • Gelsemium
  • Ignatia
  • Kali arsenicosum
  • Kali phophoricum
  • Lycopodium
  • Stramonium

Puoi acquistare facilmente i rimedi omeopatici online. Tuttavia, se non li hai mai usati come rimedio casalingo per l’ansia, è meglio consultare un medico omeopata. Uno dei motivi è che ogni preparato combatte un diverso aspetto o tipo di ansia. Inoltre, l’omeopata può guidarvi nell’uso delle giuste quantità al momento giusto.

Altri farmaci ansiolitici da banco

Anche se i rimedi naturali non richiedono una prescrizione, molte persone non pensano a loro quando stanno considerando i farmaci da banco contro l’ansia. I farmaci OTC possono riferirsi a farmaci che si possono ottenere in farmacia senza prescrizione medica. Questi farmaci sono in genere progettati per altri scopi, ma hanno proprietà o effetti collaterali che aiutano con l’ansia. Un’altra cosa su questi farmaci OTC è che nessuno è stato approvato per l’uso come farmaco per l’ansia.

Il più comunemente usato è il Benadryl, chiamato anche difenidramina. Questo farmaco è un antistaminico. È un farmaco che è propriamente usato per le allergie e condizioni simili. I suoi effetti calmanti per l’ansia sono solo lievi, ma può dare un po’ di sollievo ad azione rapida. Tuttavia, può anche avere effetti negativi che lo rendono una scelta povera per i sintomi dell’ansia.

Gli individui che vogliono ridurre il nervosismo hanno anche usato altri farmaci OTC che causano sedazione. Questi includono altri antistaminici, farmaci per il raffreddore, sciroppi per la tosse, farmaci per il sonno e antidolorifici. Di nuovo, possono fornire una breve tregua, ma possono causare più problemi che soluzioni.

Quali farmaci vengono prescritti per l’ansia?

Se cerchi l’aiuto di un medico o di uno psichiatra, essi possono suggerirti un farmaco ansiolitico su prescrizione. Sono disponibili diversi farmaci ansiolitici da prescrizione. Dovresti discutere tutte le potenziali opzioni di farmaci con il tuo medico.

Quando sono meglio i farmaci da banco?

Un rimedio naturale per l’ansia spesso può andare bene per le persone che non stanno prendendo altri farmaci naturali per disturbi fisici o mentali. Idealmente, si dovrebbe eseguire la vostra lista di farmaci naturali per l’ansia dal vostro medico per assicurarsi che qualsiasi cosa su di esso è una buona scelta per voi.

Per quanto riguarda i farmaci da banco che non sono destinati all’ansia, non c’è mai davvero un momento in cui sono migliori. È molto meglio evitarli. Se la tua ansia è lieve, spesso puoi migliorarla naturalmente con lo yoga, la meditazione, la consapevolezza, un’alimentazione sana, dormire abbastanza e passare del tempo nella natura. Se è da moderata a grave, è molto meglio cercare aiuto da un medico e/o un terapeuta.

Quando sono meglio i farmaci con prescrizione?

I farmaci con prescrizione sono migliori quando hai un’ansia da moderata a grave. Inoltre, se si hanno altri problemi di salute medica o mentale, lavorare con un medico quando si prendono farmaci per l’ansia è assolutamente essenziale. Come i farmaci da banco per l’ansia, i farmaci con prescrizione per l’ansia possono anche essere pericolosi. Ecco perché è necessario lavorare con un medico quando si è su di loro per assicurarsi di ottenere i migliori risultati con la minor quantità di danni.

Problemi con i farmaci ansiolitici da banco

Gli ansiolitici da banco possono sembrare una soluzione facile per i sintomi fastidiosi. Tuttavia, ci sono alcune ragioni per essere cauti o evitare alcuni farmaci da banco.

In primo luogo, i rimedi naturali e a base di erbe non sono regolati come farmaci. Non saprai esattamente quanto stai ricevendo, qual è la qualità, o forse anche se stai ricevendo il rimedio a base di erbe che è sull’etichetta. Inoltre, non ci sono state abbastanza ricerche sugli ansiolitici naturali per sapere quanto siano efficaci.

Un altro problema è che alcuni rimedi a base di erbe comportano dei seri rischi. Per esempio, la kava kava è stata vietata in alcuni paesi perché può comportare un rischio di danni al fegato. Quando si prendono farmaci da banco naturali o altri ansiolitici senza supervisione, non si sa come interagiranno tra loro o con i farmaci con prescrizione che si prendono per altre condizioni.

Prima di provare i farmaci, pensa al motivo per cui solo i farmaci ansiolitici da prescrizione sono approvati specificamente per trattare la condizione. Influenzano il tuo cervello e i risultati possono essere potenti. Non è qualcosa che è sicuro fare da soli. È meglio cercare l’aiuto di un medico.

Poiché qualsiasi farmaco per l’ansia ha il potenziale per l’abuso, prenderlo senza la guida di un medico può significare guai seri per te. Questi farmaci possono funzionare per un po’, ma poi è necessario prenderne di più per ottenere lo stesso effetto calmante. Quando si finisce per prenderne più di quanto si dovrebbe, si può danneggiare il cervello o addirittura provocare la morte. Ma se si smette di prenderle improvvisamente, possono causare sintomi di astinenza.

Infine, il tuo cervello diventerà dipendente dai farmaci ansiolitici nel tempo se non impari abilità di coping mentre li stai prendendo. Infatti, si può arrivare a fare affidamento sul farmaco così tanto che si perdono le abilità di coping con cui si è iniziato. Se si tenta di fermare il farmaco o quando smette di funzionare dopo circa un anno o giù di lì, l’ansia diventa peggio che mai.

Come evitare le insidie dei farmaci ansiolitici

Anche se ci sono rischi con ogni tipo di farmaco ansiolitico, la maggior parte degli scienziati sono giunti al consenso che i rimedi a base di erbe disponibili al pubblico sono sicuri. Tuttavia, per i rimedi a base di erbe, chiedete al vostro medico prima di prenderli. Inoltre, assicuratevi di segnalare qualsiasi effetto collaterale o problema insolito che inizia dopo aver iniziato a consumarli. Per le medicine omeopatiche, parlate con un medico omeopata. E di nuovo, segnalate qualsiasi problema.

Per quanto riguarda i farmaci da banco non destinati all’ansia, è meglio non prenderli per gravi condizioni di salute mentale.

Quando prendi dei farmaci con prescrizione, hai un vantaggio. Il tuo medico deve seguire i tuoi progressi e controllare gli effetti collaterali. Determinano anche la dose giusta per te e tengono traccia di come sta funzionando e di come ti sta influenzando. Quando arriva il momento di smettere di prenderli, ti aiuteranno a smettere il farmaco in modo sicuro.

Puoi aiutare il tuo medico ad aiutarti in diversi modi:

  • Tieni un registro scritto dei sintomi e degli effetti collaterali
  • Informare il medico di tutti i farmaci da banco o degli integratori che stai prendendo
  • Tieni sempre con te la lista dei tuoi farmaci per l’ansia
  • Prendere il farmaco solo come il medico ti dice di prenderlo
  • Non smettere di prenderlo improvvisamente o senza dirlo al tuo medico
  • Costruisci uno stile di vita sano
  • Preparati al giorno in cui non prenderai più i farmaci
uomo al laptop

Fonte: unsplash.com

Il ruolo della terapia nel trattamento dell’ansia

Prendere farmaci per l’ansia può essere utile, ma la maggior parte porta con sé effetti collaterali indesiderati. Se non fai qualcosa oltre a questo, la tua ansia aumenterà nel tempo anche se continui a prendere i farmaci. La cosa migliore che puoi fare per evitare questa situazione è andare da un terapeuta per farti aiutare.

Gli scienziati credono che i disturbi d’ansia siano sottostimati. Ricorda: farsi aiutare può essere semplice e conveniente. È stato anche dimostrato che funziona. Una tecnica conosciuta come terapia cognitivo-comportamentale (CBT) ha dimostrato di funzionare particolarmente bene. Secondo un team di scienziati dell’ansia guidato dal  Dr. Borwin Bandelow “L’efficacia della CBT per tutti i disturbi d’ansia è stata dimostrata in un gran numero di studi controllati”.

Con la disponibilità di psicoterapia online, cercare un trattamento per l’ansia è più facile di prima. Puoi ottenere il trattamento da un terapeuta Serenis ovunque tu abbia una connessione internet. Inoltre, puoi programmare la tua sessione secondo le tue esigenze settimanali.

È possibile connettersi con un terapeuta su Serenis per la terapia online. Sia che tu prenda anche farmaci per l’ansia o no, è fondamentale che tu impari come affrontare l’ansia in modi pratici e ponderati. Una volta superata l’ansia, potrai vivere una vita più calma e serena.

Bibliografia e Approfondimenti


Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).