Perché le persone si lasciano? I modi migliori per capire se avete problemi nella vostra relazione

Aggiornato il 09 settembre 2021

Sfortunatamente, ci sono diverse ragioni per cui una relazione può finire. Se stai guardando la tua relazione e ti stai chiedendo se questa è davvero la persona che fa per te, è normale chiedersi: “Come faccio a sapere davvero se questo è giusto?” Se sei felicemente innamorato, tuttavia, potresti chiederti “perché le persone si lasciano? Cosa potrebbe succedere in una relazione così meravigliosa per far sì che qualcuno voglia porre fine alle cose?”

Quando le cose vanno bene nella tua relazione, può essere difficile vedere il vero potenziale che la tua relazione è destinata ad avere i suoi problemi. È un mito che una buona relazione o un rapporto di “vero amore” significa che la relazione non richiederà lavoro o sarà sempre “facile”. La verità è che molte persone che si lasciano hanno relazioni assolutamente fantastiche all’inizio. All’inizio, le cose vanno alla grande, entrambe le persone si amano e si prendono cura l’una dell’altra. Lavorano duramente per fare tutto il possibile per far sentire l’altra persona amata, rispettata, curata e molto di più. Quando poi succede e fa cadere le cose a pezzi? La chiave per capire questa domanda è la chiave per trovare il segreto di relazioni durature e sane. È raro che un rapporto cada a pezzi tutto in una volta. Di solito, ci sono segnali di avvertimento che le cose tra voi stanno diventando tese. Quando queste cose vanno per le lunghe senza essere affrontate in modo produttivo, possono succedere le seguenti cose che possono davvero distruggere la vostra relazione per sempre.

Persona con accendino e fotografia
Fonte: unsplash.com

Perché le persone si lasciano?

  • Tradimento

Una delle più grandi ragioni per cui le persone tendono a lasciarsi è perché una delle persone nella relazione (o entrambe) ha tradito.Per alcuni, è possibile superare questo periodo e superare l’infedeltà. Per altri, non c’è proprio modo di aggirarla ed è la campana a morto per la relazione. Il tradimento può avvenire anche se non c’è sesso o altra intimità fisica. Spesso, il tradimento inizia con un profondo legame emotivo con un altro membro del sesso opposto che può portare a qualcosa di più. Anche se si riesce a superarlo, a volte inizia a causare un cuneo nella relazione in altri modi, come l’incapacità di fidarsi di nuovo della persona. È importante rispettare i limiti del vostro partner quando si tratta di ciò che lo aiuta a sentirsi sicuro o insicuro nella vostra relazione.

  • Nessuno ci mette lo sforzo

Quando si entra in una relazione per la prima volta, entrambi ci mettete ogni tipo di sforzo, di solito senza che sembri un grande sforzo. Siete nuovi l’uno per l’altro e interessati a imparare e sperimentare tutto di quella persona. Non è un lavoro di routine essere gentili l’uno con l’altro; fare le piccole cose che sai che l’altra persona ama. È una seconda natura prendersi cura di loro e fare di tutto per renderli felici. Parte di questo probabilmente ha a che fare con il fatto che stai cercando di far sì che quella persona voglia restare con te e viceversa. Ma con il passare del tempo può diventare sempre più difficile occuparsi dell’altro con la stessa quantità di energia. Potresti anche non pensarci più, oppure inizia a trasformarsi in troppo lavoro e troppo fastidio, quindi lo sforzo svanisce.

  • Caduta dell’amore

Se sei felicemente innamorato può sembrare del tutto impossibile che tu possa disinnamorarti del tuo partner, ma è assolutamente possibile. A volte si scopre più avanti che non sono quelli giusti per te. Le relazioni con un alto livello di conflitto possono causare un dolore che contribuisce al disinnamoramento. Forse la relazione non si sente più come prima e tu non sei felice di com’è ora. Parte di questo disinnamoramento ha probabilmente a che fare con il numero 2 di cui sopra, che uno o entrambi avete smesso di cercare di rendere speciale la vostra relazione.

Coppia di spalle
Fonte: unsplash.com

Perdita di fiducia

L’infedeltà in una relazione è un chiaro esempio di ciò che può causare una mancanza di fiducia, ma ci sono altri esempi di comportamento disonesto che possono contribuire ai dubbi sul tuo partner e sulla relazione nel suo complesso. Forse hanno mentito su qualcosa di piccolo e questo ti ha divorato. Forse hanno mentito su qualcosa di importante e questo ha distrutto tutto. La fiducia, una volta persa, è possibile ma molto difficile da recuperare. Se il tuo partner significativo ha mentito su qualcosa, potrebbe significare che ha mentito su altre cose o che lo farà in futuro. La persona che è stata disonesta deve ammettere la responsabilità e scusarsi. Perdonare le persone per gli errori è una cosa difficile ma necessaria da fare sulla strada per ricostruire la fiducia. A volte, una persona non ha necessariamente fatto qualcosa di disonesto, ma l’altra persona nella relazione è così insicura che la fiducia è un concetto traballante nella relazione, per cominciare.

Troppi litigi (improduttivi)

Man mano che le relazioni progrediscono, cominciamo a vedere l’altra persona in una luce più realistica, e viceversa. Ci saranno naturalmente cose che l’altro fa che iniziano a darti fastidio. Quelle piccole abitudini che erano carine quando avete iniziato a frequentarvi potrebbero essere ora estremamente irritanti. Quelle nuove piccole abitudini che non conoscevate fino a quando non vi siete avvicinati si sono trasformate in qualcosa che proprio non potete sopportare. È assolutamente normale avere disaccordi e persino discussioni in una relazione sana, perché voi due siete persone diverse. Non è realistico aspettarsi che siate esattamente uguali o che siate d’accordo su tutto; non sarebbe davvero noioso? Tuttavia, ci sono modi in cui ci comportiamo durante i disaccordi o i conflitti che possono essere improduttivi o addirittura distruttivi per la nostra relazione. Essere in grado di affrontare e risolvere i conflitti in modo sano è cruciale per relazioni di successo e durature (romantiche o meno).

Ogni relazione ha i suoi alti e bassi. Se pensate che la vostra relazione non avrà mai un periodo negativo, probabilmente siete nella fase di “luna di miele” della vostra relazione, cioè è nuova e non avete ancora visto nulla che non possiate adorare. Se volete che le cose funzionino, si tratta di fare in modo di lavorare su quegli alti e bassi. Se avete dei problemi, o a volte quando siete seriamente intenzionati a rafforzare il vostro impegno reciproco e volete prevenire i problemi prima che inizino, può essere utile vedere un terapeuta di relazioni.


Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).