Perché i miei genitori mi odiano?

Aggiornato il 09 settembre 2021

Indipendentemente da quanto “magica” sia stata la tua infanzia, può arrivare un momento in cui senti un cambiamento nel modo in cui i tuoi genitori ti trattano e, come manager, è normale creare una certa distanza tra te e i tuoi genitori.

C’è una separazione naturale che si verifica tra genitori e figli nella tarda adolescenza e all’inizio dell’età adulta, quando i bambini crescendo sviluppano identità separate dalle loro famiglie.Stai lentamente mettendo via i tuoi tempi d’infanzia e scambiando la finzione con la realtà.Durante gli anni dell’adolescenza e oltre, tuttavia, cominci a sviluppare i tuoi circoli sociali, i tuoi gusti musicali, le tue idee sulla moda, le tue celebrità preferite e forse anche le tue fedi o altre opinioni su questioni importanti.

Ragazza che sorrideFonte: unsplash.com

Questa può essere una transizione difficile per i tuoi genitori, perché hanno investito molto tempo ed energia nell’educarti, e ora devono iniziare il processo per lasciarti andare, e dato che hanno il controllo su molti aspetti della tua vita, possono essere ansiosi di superare i loro confini e chiedersi che tipo di facoltà diventerai.In questo articolo parleremo di cosa significa questo per te e come puoi affrontarlo.

“I genitori non capiscono”

Il mondo in cui entri è diverso da quello in cui sono cresciuti i tuoi genitori. Può sembrare che loro non lo capiscano, ma ricorda che erano come te e hanno avuto molte delle tue stesse emozioni ed esperienze.Va bene che voi e i vostri genitori abbiate interessi e idee diverse, ma cercate di parlare con loro apertamente, così potete imparare a capirvi l’un l’altro.

Provate a condividere parti della vostra vita con loro. Potrebbe non piacergli tutta la vostra musica preferita, ma potrebbe esserci ancora qualche punto in comune. Un giovane bambino si è interessato alle Irishballads e le ha ascoltate con i suoi amici. Quando ha presentato questa musica ai suoi genitori, hanno rinnovato il loro legame e hanno iniziato ad esplorare altri aspetti della loro eredità irlandese e a partecipare a eventi culturali.

Quando sembri così diverso

Il tuo taglio di capelli, il tuo abbigliamento e la tua scelta dell’abbigliamento corporeo fanno un’affermazione. Stai dicendo al mondo con quale gruppo ti identifichi. Se questa identità è controcorrente, i tuoi genitori potrebbero essere così preoccupati come lo erano i loro genitori negli anni ’50, quando i loro figli indossavano giacche di pelle nera e andavano in moto e le loro figlie andavano in bicicletta sulla spiaggia.I genitori si innervosiscono quando i loro figli non si conformano alle norme sociali. Probabilmente hanno dimenticato i loro giorni di ribellione, o se lo ricordano, hanno paura che la ribellione si scateni quando si fanno alcuni degli stessi errori che hanno fatto.

Ragazza triste silhouette
Fonte: unsplash.com

Inoltre, ciò che sembra radicale oggi potrebbe non sembrare così domani. Oggi, la maggior parte delle persone non ci pensa due volte ai giovani in moto e alle ragazze vestite di skini sulla spiaggia; i tatuaggi, una volta considerati in modo molto conservatore, sono ora molto più comuni e accettabili; i capelli striati al neon sono di moda, mentre una volta erano riservati ai rocker punk.Questo perché i giovani crescono e le cose che facevano da giovani non sono più strane, sono state normalizzate. Una serata di filmati casalinghi che descrivono il paradosso della gioventù potrebbe aiutare i vostri genitori a ricordare che le cose che iniziano come tendenze di moda spesso diventano normali col passare del tempo.

Perché i miei genitori mi odiano? Mi puniscono per tutto

I genitori sono educati a mettere confini. I genitori vengono istruiti a porre dei limiti ai bambini fissando dei limiti e delle aspettative ragionevoli, il che dimostra che si assumono la responsabilità per il loro sviluppo generale e la loro consapevolezza sociale, ma non capiscono che ci sono delle regole e che infrangerle ha delle conseguenze.

Padre e figlio Fonte:unsplash.com

È normale per i genitori rimproverare i figli di non rispettare le regole che servono a tenerli al sicuro o a promuoverne il benessere sociale. Le conseguenze più comuni per la violazione sono l’isolamento, la rimozione dei videogiochi preferiti o la limitazione dei privilegi del cellulare.Alcuni genitori regalano ai loro figli passeggiate in strada, li incorniciano con una lezione di un’ora, o li mandano da un educatore o da un terapeuta per il “discorso duro”. La didattica è nota come “amore duro” perché spesso è dura anche per i genitori.

I genitori hanno diversi modi di disciplinare i bambini per insegnare loro la responsabilità e altre cose senza vita. I tuoi genitori non ti impediscono di stare fuori tutta la notte, di saltare i tuoi compiti a casa o di frequentare persone che potrebbero essere d’influenza.Infatti, questi sono segni che i tuoi genitori ti amano: non ti permetteranno di prendere cattive abitudini, di circondarti di persone pericolose o di diventare qualcuno che trascura le responsabilità.

Sii forte

Tu e i tuoi genitori state affrontando una battaglia emotiva, mentre il tuo corpo subisce dei cambiamenti chimici e la tua mente si evolve in modi che potresti non capire.I sentimenti possono sembrare confusi e persino caotici mentre stai diventando adulto.A volte è difficile per i tuoi genitori assistere a questi cambiamenti. Inoltre, è molto comune che i genitori e i giovani comunichino e litighino, così può sembrare che ci sia una lotta per il potere.

Ogni volta che hai l’opportunità di comunicare, approfittane. Condividi un po’ di ciò che stai imparando e il futuro della tua casa ti sta di fronte. Se non vai da una ragazza di 20 anni, probabilmente scoprirai che il loro rapporto con i genitori è migliorato da quando sono diventati manager.Voi siete un tempo naturalmente tumultuoso, anche se è sempre meraviglioso in tutti i sensi. Se state sperimentando la fragilità del vostro rapporto con i vostri genitori, probabilmente cambierà presto e un giorno comincerete a vedervi come adulti uguali.

Quando le cose si fanno difficili, prenditi una pausa, prenditi un po’ di spazio, vai a passeggiare e trascorri un po’ di tempo tranquillo da solo, scrivendo i tuoi pensieri e facendo respiri profondi: non si ottiene mai niente di buono quando le persone si incontrano nel mezzo del pericolo e dell’ansia.

Quando ti senti calmo, parla con i tuoi genitori apertamente e onestamente delle tue aspettative e delle tue.Questo mostrerà la mia maturità e la tua volontà di soddisfarli a metà strada.I tuoi genitori sono probabilmente sorpresi dal tuo comportamento e si chiedono che cosa sta succedendo nella tua testa.Se gli dai un passaggio di ritorno ai tuoi pensieri, ti ringrazieranno per questo.

Madre e figlioFonte: unsplash.com

Può anche essere di aiuto a tutte le persone che non capiscono.Rivolgiti agli amici o ad altri adulti fidati per supporto.A volte aiuta a ottenere un altro punto di vista e a ricordare che anche questo passerà.

Se i tuoi problemi ti sembrano difficili, potresti voler parlare con un professionista.La terapia è un modo anonimo e discreto per parlare dei tuoi pensieri e sentimenti.

Conclusione

Anche se sembra che i tuoi genitori ti abbiano odiato, in fondo sai che sono duri con te e hanno grandi aspettative perché ti amano.Potresti pensare che ti odiano perché ti mettono a terra, ma quando ti puniscono, cercano di assumersi le tue responsabilità.Non ti rende più facile, ma ti permetterà di fare il primo passo per diventare una persona indipendente e piena di sé. Fai il primo passo.


Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).