Le 5 cose che si imparano nella psicoterapia di coppia

Aggiornato il 26 agosto 2021

Se stai sperimentando problemi di relazione, potrebbe sembrare che non ci sia un posto dove andare. Forse vai normalmente dal tuo partner con problemi, o non ti fidi di molte persone con le tue informazioni personali. Non importa il motivo, non abbiate paura di chiedere aiuto. Tutti abbiamo bisogno del tocco umano, dell’amore e dell’affetto per prosperare. Meritate di essere in una relazione dove potete sentirvi spensierati e felici.

coppia che litiga

Cosa si impara nella psicoterapia di coppia

Molte coppie esitano ad iniziare la psicoterapia di coppia perché non sono sicuri di come possa aiutarli. Potreste sentirvi come se i metodi tradizionali di terapia non funzionassero per voi, o forse non capite le opzioni. D’altra parte, potreste essere sicuri di volere aiuto, ma non sapete cosa aspettarvi.

Nella psicoterapia imparerete abilità come la comunicazione e la risoluzione dei problemi; poi il vostro terapeuta vi aiuterà ad applicarle alla vostra relazione. In poco tempo, sarete in grado di godere dei frutti del vostro lavoro in una relazione felice e stabile. Discuteremo queste abilità in modo più approfondito più avanti in questo articolo.

Statistiche sulla psicoterapia di coppia

La psicoterapia di coppia funziona? Le sessioni di terapia possono salvare un matrimonio caratterizzato da litigi e negatività costante? Le statistiche mostrano che la psicoterapia di coppia può aiutare la comunicazione e altri aspetti importanti di una relazione.

Può essere difficile da affrontare se ti sembra che tutti intorno a te abbiano una relazione sana e felice. Ma quando si tratta di problemi di relazione, non siete soli. Fortunatamente, la psicoterapia di coppia può aiutare a guarire la vostra partnership, lasciando la vostra relazione in condizioni molto migliori. Mentre alcune statistiche riportano un tasso di fallimento del 38 per cento per le coppie che frequentano la terapia familiare, altre fonti come l’Associazione Americana dei Terapisti del Matrimonio e della Famiglia riportano un 98 per cento di coppie che considerano la psicoterapia un successo. In definitiva, il successo della psicoterapia di coppia dipenderà dalla vostra volontà di impegnarvi nel trattamento.

Come potete farlo funzionare

Quando si inizia la psicoterapia di coppia, l’atteggiamento di entrambi i partner può determinarne il successo. Mentre può sembrare ovvio che chi cerca una psicoterapia professionale voglia essere aiutato a cambiare, non è sempre così. Con le coppie, ci possono essere altri fattori che li spingono a considerare la psicoterapia, e queste dinamiche non sono sempre ottimali per il successo. Per esempio, alcune persone vogliono solo mostrare che hanno fatto uno sforzo serio per salvare la loro relazione. Altri possono sinceramente preoccuparsi del loro partner, ma hanno già deciso di lasciare la relazione, quindi scelgono di frequentare la psicoterapia per assicurarsi che il loro partner si colleghi con un terapeuta di supporto prima della loro imminente partenza.

Detto questo, in molte coppie, entrambe le parti sono sinceramente aperte a migliorare la loro relazione ricevendo supporto, assistenza, educazione e psicoterapia. In questo caso, queste coppie raccoglieranno i frutti dell’apertura mentale e della disponibilità ad ascoltare l’altro partner. Nel sondare le coppie che frequentano la terapia per la prima volta, sono emerse altre cinque lezioni sorprendenti. Le discuteremo di seguito.

  • La psicoterapia di coppia non riguarda il “lui ha detto, lei ha detto”.

coppia si tiene per mano
Fonte: unsplash.com

La maggior parte degli esperti qualificati nella psicoterapia di relazione sanno che non c’è un vincitore in un gioco di “lui ha detto, lei ha detto”. Quindi, il biasimo, la vittimizzazione e le storie di “woe-is-me” non sono incoraggiati. La psicoterapia non riguarda chi aveva ragione o torto; si tratta di riparare la fiducia e ristabilire i confini. Mentre una singola persona può scegliere di terminare qualsiasi relazione, le relazioni sane richiedono la partecipazione di entrambe le parti.

E possiamo imparare molto dai nostri partner. Per esempio, a volte le stesse qualità del nostro partner che ci fanno impazzire sono le qualità che possediamo noi! Invece di lamentarci, trarremo beneficio se guardiamo prima il nostro comportamento. Se tendo a lamentarmi che il mio partner non mi ascolta mai, potrei voler considerare quanto bene lo ascolto io. Se mi trovo a sentirmi ferito perché lui non mi presta attenzione, posso valutare quanto intenzionalmente lo assisto.

Una delle maggiori fonti di conflitto nelle relazioni è l’incomprensione, la maggior parte della quale ha origine da un’errata comunicazione. Perciò, una parte comune della psicoterapia sulle relazioni riguarda la comunicazione efficace e lo sviluppo di capacità di risoluzione dei conflitti. Possiamo essere veramente stupiti da quanti conflitti sono il risultato di un semplice malinteso. Nella psicoterapia, imparerete strumenti produttivi per gestire il conflitto, come la capacità di ascolto sano; parlare per se stessi piuttosto che per l’altra persona; ascoltare più che parlare; fare domande aperte per raccogliere informazioni più complete e accurate dall’altra persona prima di rispondere; usare time out reciprocamente rispettosi; e imparare le differenze tra comunicazione passivo-aggressiva e assertiva.

È utile riconoscere che il cambiamento e la colpa si escludono a vicenda. Non abbiamo alcun controllo su nessuno oltre a noi stessi. Certo, influenziamo gli altri, ma non abbiamo il potere di costringere un’altra persona a cambiare. Più concentriamo la nostra attenzione sul nostro partner, meno ci viene in mente di guardare il nostro comportamento. E poiché non possiamo costringere i nostri partner a cambiare, tali tentativi portano solo a sentirsi più fuori controllo. È molto più produttivo per ogni partner concentrarsi su se stesso. Le relazioni sono sistemi in cui il cambiamento in qualsiasi parte crea automaticamente il cambiamento in tutto il sistema. C’è maggiore speranza e probabilità di cambiamento quando ci impegniamo a cambiare noi stessi.

  • Le prime visite sono informative: non aspettatevi grandi conflitti.

La maggior parte dei terapeuti inizia con una semplice sessione di domande e risposte, chiedendo ad entrambi i partner di spiegare la loro storia e il problema. Avrete la possibilità di parlare e raccontare la vostra versione dei fatti. Queste prime sessioni stabiliscono il tono della psicoterapia e gli obiettivi che avete come coppia che cerca di migliorare il vostro rapporto. Molti terapeuti di relazione preferiscono che la sessione iniziale includa entrambi i partner. Questo aiuta a garantire la dinamica fondamentale della relazione terapeutica con la coppia come cliente, piuttosto che solo uno dei partner come cliente principale.

Comunque, è anche abbastanza comune per il clinico raccomandare fortemente, se non richiedere, almeno una sessione individuale per ogni partner immediatamente dopo la prima sessione congiunta. Questo permette ad ogni partner di condividere qualsiasi cosa abbia bisogno di esprimere senza preoccuparsi di come il partner possa interpretare i suoi commenti. Permette anche al clinico di osservare come i partner interagiscono sia insieme che separatamente.
È saggio notare che, spesso, le cose sembrano peggiorare prima di migliorare nella psicoterapia. Questo perché spesso aspettiamo a cercare una psicoterapia e nel frattempo creiamo meccanismi di coping per aiutarci a vivere con le difficoltà delle nostre relazioni.

La maggior parte dei meccanismi di coping servono, in qualche modo, a minimizzare la nostra consapevolezza di quei problemi. Tuttavia, la psicoterapia generalmente richiede che portiamo tutto alla luce. Questo può causare un aumento sia della consapevolezza che dell’intensità mentre lavoriamo efficacemente attraverso il processo di psicoterapia. Per favore non allarmatevi se sperimentate questo in qualche misura. È molto normale e c’è da aspettarselo, quindi potete considerarlo come una prova di progresso, anche se non vi sembra così!

  • Non si tratta solo di “Uh-huh” e “Dimmi perché ti senti così”.

coppia anziane si tiene per mano

Le prime sessioni potrebbero essere tranquille, ma man mano che la psicoterapia procede, il terapeuta diventa una forza di mediazione – qualcuno che mette in evidenza i veri problemi che esistono nella comunicazione o nelle abitudini personali di una coppia. Secondo un terapeuta matrimoniale, “il tradizionale approccio passivo, ‘uh huh uh huh’ è inutile”. Molti terapeuti individuali sono anche molto più interattivi dello stereotipo del terapeuta. Questi terapeuti stereotipati possono mostrare principalmente una considerazione positiva incondizionata. Confidano che ogni partner abbia tutte le risposte dentro di sé, quindi hanno solo bisogno di calore, sostegno e incoraggiamento per accedere alla loro saggezza interiore. Tuttavia, i terapeuti di relazione hanno quasi sempre bisogno di essere più istruttivi, diretti e interattivi per servire al meglio i bisogni dei loro clienti.

  • La psicoterapia di relazione consiste nell’iniziare una nuova relazione con l’altro, non nel continuare a fare affari come al solito.

Secondo Psychology Today, il vero obiettivo della psicoterapia di coppia è quello di cambiare il modo in cui entrambi i partner vedono la relazione. Si tratta di confrontarsi rispettosamente, ascoltarsi a vicenda e poi imparare a vedere la relazione in modo più “obiettivo”. Così facendo, le coppie imparano a smettere di incolparsi a vicenda e invece guardano il matrimonio o la relazione come un progetto di squadra. Più a lungo siete stati nella vostra relazione, più facile è rimanere bloccati nel modo in cui vedete il vostro partner. Questo può interferire con la capacità del vostro partner di fare i cambiamenti che avete richiesto per anni o decenni! Tutti noi tendiamo a resistere al cambiamento – anche quando è completamente personale e non coinvolge nessuno al di fuori di noi.

Perciò è prudente essere consapevoli dei modi in cui potreste cercare di far deragliare o ostacolare il vostro progresso. Quando siete in psicoterapia di coppia, vorrete anche essere consapevoli della misura in cui potreste resistere ai tentativi di crescita del vostro partner. Se volete che il cambiamento avvenga, dovete essere intenzionali nel permettere il cambiamento.

Come Serenis può aiutare

Molte coppie stanno provando l’opzione online perché viaggiare da e verso una clinica è difficile, specialmente se entrambi i partner lavorano o hanno altre responsabilità familiari. Mentre le sessioni faccia a faccia permettono un maggiore scambio di dettagli utili come il linguaggio del corpo, le espressioni facciali, o altre reazioni non verbali, la psicoterapia virtuale serve un ruolo molto importante nel rendere la psicoterapia professionale di alta qualità disponibile a tutti. Serenis offre caratteristiche come la conferenza e la chat telefonica, rendendo più facile che mai trovare un orario e una data che vada bene per tutti. Se tu e il tuo partner volete provare un nuovo approccio, iscrivetevi e vedete come è facile iniziare.

FAQ (domande frequenti)

Qual è la percentuale di successo della psicoterapia di coppia?

Secondo Psychology Today, la psicoterapia di coppia (usando la Terapia Emotivamente Focalizzata) ha il 75% di possibilità di successo. Dipende da entrambi i partner impegnati nel processo, ma se ogni persona è investita nel cambiare la relazione in meglio, c’è una buona possibilità che la psicoterapia di coppia possa funzionare. Ci sono molti tipi diversi di problemi che si possono discutere nella psicoterapia di coppia. Sesso, relazioni, intimità o infedeltà sono tra gli argomenti di cui voi e il vostro partner potete parlare con un terapeuta. Potreste non sapere quali sono i problemi finché non iniziate a parlare con un terapeuta di coppia. Potreste avere alcune cose che vi preoccupano, ma forse non siete consapevoli di ciò che preoccupa il vostro partner. Ci sono molti tipi diversi di relazioni e non ci sono due coppie uguali. Ecco perché la psicoterapia di coppia può aiutare molte coppie diverse.

Cosa fa un terapeuta di coppia?

Un terapeuta di relazione lavora sulla connessione tra i partner nelle coppie con un setting terapeutico. Vedono molti tipi diversi di relazioni nella terapia di coppia. Alcuni partner sono sul punto di rompere, mentre altri hanno qualche problema da risolvere, ma sono pronti ad appianare queste differenze. Alcune relazioni funzionano anche dopo che le coppie pensano che stiano per finire. La psicoterapia di coppia può aiutare a salvare una connessione tra partner che credono che sia finita. Se stai lottando con problemi di intimità, non sei solo. Alcune relazioni sessuali tra partner possono essere impegnative se c’è un’infedeltà coinvolta. Ma un abile terapeuta di coppia può aiutarvi a risolvere questi problemi e a superarli. La tua attuale relazione può essere in difficoltà, ma lavorare con un terapeuta che capisce questi problemi aiuterà te e il tuo partner a lavorare insieme e a guarire.

La psicoterapia può aiutare una relazione?

La psicoterapia non solo può aiutare una relazione, ma può salvarla se entrambi i partner sono dedicati al cambiamento. Un eccellente terapeuta di coppia può vedere entrambe le parti e aiutare i partner a comunicare. Le relazioni delle persone passano attraverso tutti i tipi di sfide. Potreste scoprire che voi e il vostro partner vi state allontanando. Tuttavia, le relazioni in terapia di coppia hanno l’opportunità di crescere e cambiare positivamente.

Quando si dovrebbe vedere un terapeuta di coppia?

Ci sono molte occasioni in cui un terapeuta di coppia può aiutare. Forse state lottando con la comunicazione. Forse un partner ha un problema di salute mentale e l’altro partner non sa come sostenerlo. Potreste vedere un terapeuta di relazione se state cercando di separarvi pacificamente. Potreste voler lavorare su questioni che riguardano l’infedeltà, la fiducia, i problemi di relazione sessuale. Ci sono molte preoccupazioni che si possono affrontare nella terapia di coppia. Tu e il tuo partner potete decidere quali sono le priorità e partire da lì.

I terapeuti matrimoniali suggeriranno mai il divorzio?

Un terapeuta matrimoniale esperto non dirà a una coppia di separarsi. Solo le due persone nella relazione hanno il diritto di prendere la decisione finale. Tuttavia, il terapeuta può guidare la coppia attraverso una separazione pacifica o un divorzio.

Quanti matrimoni sopravvivono dopo la psicoterapia?

È difficile dire quanti matrimoni sopravvivono dopo aver visto un terapeuta. Tuttavia, secondo recenti statistiche, oltre il 75 per cento di queste relazioni migliorano come risultato della psicoterapia di coppia.

Come posso salvare la mia relazione?

Tu e il tuo partner dovete dedicarvi a risolvere i problemi della vostra relazione. Se entrambi siete disposti a scendere a compromessi e a parlare di problemi seri, la relazione ha la possibilità di sopravvivere.

Quanto costa un terapeuta di coppia?

A seconda della copertura della vostra assicurazione sanitaria, potete trovare una psicoterapia di relazione a partire da 40 dollari a sessione online. Puoi cercare un terapeuta nella tua zona e vedere cosa copre la tua assicurazione. Si può scoprire che ci sono cliniche di salute mentale a basso costo che forniscono psicoterapia per le coppie nella vostra zona.

Quanto spesso le coppie litigano?

La risposta varia a seconda della relazione. Tuttavia, la cosa più importante è il modo in cui non sono d’accordo. Se voi e il vostro partner riuscite a comunicare l’uno con l’altro in modo onesto e non giudicante, questo è il segno di una relazione stabile. Non c’è bisogno di alzare la voce per litigare. Potete comunicare diplomaticamente i vostri bisogni.

Come si ricostruisce la fiducia?

Per ricostruire la fiducia in una relazione, dovete scegliere di perdonare. C’è quel vecchio detto: “perdona e dimentica”. Non puoi dimenticare ciò che è successo che ti ha fatto soffrire o arrabbiare, ma puoi imparare a perdonare qualcuno che ami per come ti ha ferito.

Perché le coppie cercano una psicoterapia?

Le coppie cercano psicoterapia per molte ragioni, tra cui migliorare la loro vita sessuale, lavorare su problemi di fiducia, parlare di infedeltà, separarsi pacificamente, imparare a comunicare meglio, e lavorare su obiettivi di relazione condivisi.

I terapeuti matrimoniali prendono posizione?

Un buon terapeuta matrimoniale rimane imparziale e vede entrambi i punti di vista. Siete lì per vedere quella persona come una squadra. Non volete che il vostro terapeuta prenda le vostre parti o quelle del vostro partner. Devono rimanere neutrali per potervi aiutare efficacemente.

Come si risolve una relazione senza sesso?

Se una relazione sessuale è carente, è qualcosa che puoi discutere con un terapeuta di coppia. In definitiva, i problemi emotivi stanno causando quelli sessuali. Un terapeuta di coppia può aiutarvi a capire quali sono e sostenere la coppia nel lavorare attraverso di loro insieme.

Come fai a sapere se vale la pena salvare la tua relazione?

Lo sai solo se ci provi. La terapia di coppia è un ottimo posto per capire se i problemi nella vostra relazione sono quelli che voi due potete risolvere insieme. Se siete al punto in cui siete preoccupati di rompere, considerate di provare prima la terapia di coppia. Poi potrete prendere una decisione definitiva.

Se state considerando la terapia di coppia, è importante prepararsi per quello che verrà. Con il giusto atteggiamento e sforzo, potete risolvere tutti i vostri problemi di relazione. Ci vorrà un po’ di lavoro e a volte sarà scomodo, ma ne varrà sempre la pena. Il supporto e l’aiuto di cui hai bisogno è a portata di click con Serenis – fai il primo passo qui.


Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).