Come mantenere i segreti può influire sulla tua salute mentale

Aggiornato il 07 gennaio 2022SegretoFonte: unsplash.com

Anche se non tutti si divertono a mantenere i segreti, molte persone ritengono necessario mantenere i segreti, sia che stiano nascondendo qualcosa al loro partner romantico, alla famiglia o agli amici. Le persone hanno segreti per una moltitudine di motivi. Forse provano imbarazzo o vergogna per qualcosa, sentono che potrebbero finire nei guai (con la legge o con una persona), o sentono che la loro relazione con qualcuno potrebbe essere distrutta se il grande segreto fosse rivelato.
È probabile che anche tu abbia dei segreti. Uno studio della Columbia University ha scoperto che la persona media ha circa 13 segreti alla volta, 5 dei quali sono segreti che non hanno mai detto a nessuno, in categorie che includono (ma non si limitano a): infedeltà, uso di droga, attività illegali, orientamento sessuale e vita familiare. Ti fa pensare a cosa ti nascondono le persone, vero?
Pensa a una volta in cui hai tenuto un grande segreto a qualcuno. Come ti sei sentito quando lo stavi nascondendo? In colpa? Appesantito? Imbarazzato? Paranoico? Forse in questo momento stai mantenendo un grande segreto e ti senti così. Qualunque siano le circostanze, non è quasi mai piacevole portarsi dentro un segreto.

L’effetto che i segreti hanno sul nostro benessere

Gli studi hanno confermato l’impatto della conservazione dei segreti. Il già citato studio della Columbia University ha stabilito che essere riservati è legato a un minore benessere generale. Più spesso i segreti compaiono nei pensieri di qualcuno, più è probabile che il benessere generale sia inferiore. Questo è anche legato al fatto che non solo il segreto stressa il detentore del segreto, ma agisce anche come un’indicazione e un promemoria che sono inautentici o meno che totalmente genuini.

Segreti nelle relazioni romantiche

Spesso la conservazione dei segreti più impegnativa è nelle relazioni romantiche, dove i segreti hanno davvero il potenziale per distruggere una partnership. Quando si tratta di questo, in qualsiasi relazione, la comunicazione è la chiave, e mantenere segreti è fondamentalmente l’opposto di questo.
Alcuni grandi segreti che potrebbero far sentire un partner colpevole di mantenere e quindi mettere a dura prova la relazione includono l’infedeltà o l’uso di droghe. Tuttavia, fare lo sforzo e mettere tutto il lavoro per mantenere un segreto è spesso più dannoso di quello che accadrebbe se si rivelasse il segreto. Prima di tutto, come sappiamo, questo comporta un pedaggio per il vostro benessere. In secondo luogo, nella maggior parte dei casi, più a lungo aspetti a rivelare un segreto, più il tuo partner la prenderà male. Per esempio, se aspetti più di un anno per dire al tuo partner che l’hai tradito, si sentirà ancora più tradito perché hai aspettato così tanto per confessarlo.

Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).