Come gli stereotipi del liceo fanno male agli adolescenti

Aggiornato il 22 novembre 2021

Gli adolescenti delle scuole superiori sono intensamente consapevoli degli stereotipi negativi. Questi includono stereotipi sul sesso, la sessualità, l’etnia, la religione e persino le attività extrascolastiche. La maggior parte degli studenti sente il bisogno di trovare un posto a cui appartenere, e quasi ogni studente finisce in almeno un gruppo o un altro. La maggior parte di questi gruppi sarà associata a stereotipi, dalle cheerleader considerate “stupide” ai ragazzi intelligenti (come quelli della squadra di scacchi) visti come “rigidi” o “non divertenti”. E gli anticonformisti che non fanno parte di un gruppo possono essere visti come “emarginati” o non interessati alla scuola. Questi e altri stereotipi delle scuole superiori sono dannosi.

Studenti Fonte: unsplash.com

Cosa sono gli stereotipi del liceo?

Gli stereotipi delle scuole superiori sono “scatole” in cui gli adolescenti possono essere inseriti dai coetanei. Poiché gli adolescenti trascorrono gli anni del liceo imparando a conoscere se stessi, possono finire per credere ad alcuni degli stereotipi che vengono imposti loro durante questa importante fase di sviluppo.

Gli studenti non sono gli unici responsabili degli stereotipi. Anche gli insegnanti, gli amministratori e persino i genitori possono giocare un ruolo nel rafforzarli. Inoltre, l’impatto dei social media sulle norme sociali ha aumentato l’impatto negativo degli stereotipi nelle scuole superiori americane di oggi.

Consideriamo i programmi televisivi e i film sugli adolescenti. In The Breakfast Club, un film degli anni ’80, troviamo esempi dello stereotipo dell’esaurito, dell’atleta, del nerd, del perdente e della principessa. Sfortunatamente, tali stereotipi sono dannosi per gli studenti delle scuole superiori, aumentando il rischio di depressione, ansia e persino di ideazione suicida. Gli stereotipi possono anche influenzare le future scelte e opportunità di carriera degli studenti.

Se vostro figlio sta lottando contro gli stereotipi, non siete soli. Tuttavia, con il giusto supporto, il vostro adolescente può imparare a guardare oltre gli stereotipi per riconoscere il suo pieno e genuino sé. In questo articolo, esploreremo come gli stereotipi delle scuole superiori vengono ad esistere, come danneggiano gli adolescenti e cosa puoi fare per aiutarli.

Stereotipi da parte degli insegnanti

Come già detto, gli adolescenti non sono gli unici a perpetuare gli stereotipi del liceo. Che sia intenzionalmente o meno, anche gli insegnanti e gli amministratori possono essere colpevoli. Per esempio, gli insegnanti possono trattare gli studenti in modo diverso in base alla loro nazionalità, razza o etnia.

Unostudioha scoperto che alcuni insegnanti preferivano gli asiatici-americani agli studenti afro-americani e latini a causa dello stereotipo che gli asiatici-americani hanno più successo accademico. Questo trattamento preferenziale ha fatto sì che gli studenti di altri gruppi emarginati si scagliassero contro gli studenti asiatici-americani. Il risultato è stato tensione e bullismo tra tutti i gruppi mentre gli studenti lottavano per evitare di essere stereotipati.

Ragazza che leggeFonte: unsplash.com

Gli stereotipi delle scuole superiori portano al bullismo

Un altrostudioha scoperto che gli stereotipi e i pregiudizi sono tra i maggiori responsabili del bullismo nelle scuole superiori. Sulla base di differenze sociali, culturali o fisiche, gli studenti possono stereotipare gli altri studenti come deboli o strani. Gli studenti aggressivi spesso basano la loro antipatia e il bullismo verso altri studenti su questi stereotipi.

Molti studi hanno cercato di capire i problemi che portano al bullismo nelle scuole superiori. Il bullismo è diventato un problema più grande negli ultimi decenni, quindi sono stati fatti più sforzi educativi per aumentare la consapevolezza e porre fine al bullismo.

Gli stereotipi delle scuole superiori portano a stress e ansia

Gli stereotipi associati ai diversi gruppi demografici causano un aumento dello stress per gli studenti delle scuole superiori, così come l’ansia legata al successo accademico. Gli stereotipi razziali, per esempio, promuovono la falsa convinzione che alcune minoranze siano meno disposte o capaci di imparare di altre. La ricerca ha dimostrato che ilrazzismo a scuolacrea un rischio maggiore di malattia mentale.

Per esempio, a causa degli stereotipi razziali, gli studenti provenienti da gruppi emarginati o minoritari potrebbero sentire un’intensa pressione per avere successo, nel tentativo di smentire lo stereotipo. Come tale, possono lavorare più duramente degli altri studenti in ambito accademico e mettere più impegno nelle attività extracurricolari. L’intensa pressione che esercitano su se stessi può aumentare lo stress e l’ansia. In seguito, questo può portare a crolli nel comportamento, cambiamenti d’umore, depressione o anche ideazione suicida.

Gli stereotipi portano all’isolamento

Come abbiamo visto in The Breakfast Club, alcuni gruppi di liceali sono ben noti nella nostra cultura. Tuttavia, non tutti gli studenti rientrano in questi gruppi predeterminati. In altre parole, gli stereotipi delle scuole superiori ritratti dai media sono ciò che studenti, genitori e amministratori si aspettano, ma non comprendono tutti gli studenti.

Quando uno studente non si inserisce in un gruppo stabilito, può essere isolato e privato dei suoi diritti. Per esempio, consideriamo uno studente asiatico-americano che non eccelle negli studi, come ci si aspetta che facciano gli studenti asiatici-americani. Quello studente potrebbe sentirsi come se non avesse nessun posto in cui inserirsi e diventare socialmente isolato.

Tale isolamento sociale è dannoso per gli adolescenti. Possono sentire di non appartenere alla scuola o alla società in generale. Questo può essere un colpo enorme per la loro autostima in via di sviluppo, e può anche indurli a impegnarsi in comportamenti rischiosi per inserirsi in un gruppo desiderato. E anche l’isolamento sociale è associato alla depressione e all’ideazione suicida.

Gli stereotipi portano alla confusione dell’identità

Gli studenti delle scuole superiori sono nel processo di formazione della loro identità. Quando vengono stereotipati come parte di un gruppo, rischiano di perdere parti del loro senso di sé presente e futuro. Uno studente può sentire così tanta pressione per conformarsi agli standard della società che sceglie di adattarsi alla folla a costo di esprimere la sua piena personalità.

La decisione di conformarsi a uno stereotipo rende difficile per gli adolescenti esprimere la loro personalità genuina agli altri studenti, ai genitori, agli insegnanti e agli amministratori. Quando la vera identità è minacciata dalla pressione dei pari e dagli stereotipi, questo può portare a frustrazione, confusione e stress emotivo.

Stereotipi delle scuole superiori e punteggi dei test

Si è scoperto che gli stereotipi sugli afro-americani nelle scuole superiori influenzano direttamente i punteggi dei test standardizzati. Quando gli studenti afroamericani sono stereotipati come incapaci di avere successo, la loro autostima e la loro fiducia ne risentono molto, il che a sua volta influenza il loro rendimento nei test standardizzati. Alcuni di questi test, come il SAT e l’ACT, hanno un impatto diretto sulle opportunità future.

Unostudioha scoperto che gli studenti afro-americani hanno costantemente ottenuto risultati peggiori degli studenti bianchi in un test che si diceva prevedesse il loro successo in un esame standardizzato di alto livello. I ricercatori hanno scoperto che la percezione delle capacità, il successo atteso e gli stereotipi correlati influenzano notevolmente i risultati di tali test.

Un altrostudioha scoperto che le studentesse e gli studenti afro-americani avevano risultati simili nei test standardizzati, che erano inferiori a quelli degli studenti maschi bianchi. Questi studenti sono stati stereotipati negativamente, il che ha avuto un’influenza diretta sull’autostima e sull’ansia di come erano visti all’interno del contesto scolastico. Quest’ansia ha portato a bassi punteggi sui predittori dei test standardizzati di alto livello.

Stereotipi della scuola superiore e risultati accademici

Il rendimento accademico può essere direttamente collegato agli stereotipi. Per esempio, lo stereotipo dello “stupido atleta” ha dimostrato di avereun impatto negativo suglistudenti delle scuole superiori, il che può avere un effetto diretto sulla qualità dell’istruzione che questi studenti ricevono. Lo stesso si può dire degli stereotipi sull’etnia e sul genere. Gli insegnanti e gli amministratori che partono dal presupposto che gli studenti provenienti da gruppi emarginati o minoritari non avranno lo stesso rendimento degli altri studenti potrebbero non fare uno sforzo per assicurarsi che ricevano la stessa qualità dell’istruzione.

Stereotipi nelle future scelte di carriera

Durante la scuola superiore, gli studenti iniziano a pensare al college, alla scelta della carriera futura e ad altri elementi della vita adulta. Laricercaha dimostrato che gli stereotipi di genere hanno un impatto diretto sui piani di carriera degli studenti dell’ultimo anno delle superiori. Uno studio ha mostrato che la maggior parte delle studentesse non ha scelto percorsi di carriera basati sul prestigio, sul potenziale monetario o sulla capacità di avere successo, ma piuttosto sull’interesse. Lo studio suggerisce che questa tendenza potrebbe essere causata dallo stereotipo di genere che le donne hanno meno probabilità degli uomini di avere successo in carriere prestigiose.

Soluzioni

Se il vostro adolescente sta lottando con gli stereotipi della scuola superiore, ci sono cose che potete fare per aiutarlo.

Incoraggiate diario. Aiutate il vostro adolescente a capire l’importanza di esprimere le emozioni. Un diario è un ottimo modo per esprimere i sentimenti in privato. Quando un adolescente parla dei propri sentimenti, può capire meglio gli stereotipi e può anche essere in grado di superarli.

Sostenete vostro figlio. Voi siete la fonte disostegnopiù importante per vostro figlio. Fategli sapere che vi preoccupate e che ci sarete sempre per loro. Questo aiuterà a migliorare l’autostima e ad aumentare le possibilità che vengano da te se hanno problemi a scuola.

Esercizioinsieme. L’esercizio fisico fa bene non solo al corpo ma anche alla mente. Fare trenta minuti di esercizio al giorno può aiutare ad alleviare lo stress che gli adolescenti possono avere per essere stereotipati a scuola.

Conclusione

Gli stereotipi del liceo danneggiano gli adolescenti in molti modi. Con il giusto aiuto, potete proteggere il vostro adolescente e aiutarlo a diventare un adulto sano. Non lasciate che gli stereotipi danneggino il loro futuro. Fate ilprimo passo per aiutarli ad avere una vita soddisfacente oggi stesso.

Bibliografia e approfondimenti

  • Aronson J., & Steele C. M. (1995). Stereotype threat and the intellectual test performance of African Americans. Journal of personality and social psychology, 69, 797-811.
  • Carnaghi A., & Arcuri L. (2007). Parole e categorie: la cognizione sociale nei contesti intergruppo. Milano, Raffaello Cortina Editore.

Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).