Affrontare il comportamento di controllo

Aggiornato il 27 settembre 2021
Avere a che fare con un comportamento di controllo è probabilmente una delle cose più emotivamente e mentalmente drenanti che una persona può attraversare. La buona notizia è che se sei disposto a provare, puoi riconquistare la tua vita dal comportamento di controllo e vivere una storia migliore andando avanti. Puoi fare diverse cose per raggiungere questo obiettivo, e tutto ciò che serve è una modifica del tuo modo di pensare.

Conosci la tua autostima

Quando hai una relazione o un’amicizia con qualcuno che mostra un comportamento manipolativo o di controllo, la prima cosa che potrebbe fare (consapevolmente o meno) è cercare di diminuire la tua autostima. Questa persona probabilmente vorrà farvi sentire come se aveste bisogno di loro, e potrebbe anche farvi sentire male in modo che possiate essere sempre sotto il suo controllo. Le persone che emanano un comportamento di controllo di solito non lo rivelano da un giorno all’altro.

Spesso si comportano in modo “normale” fino a quando non iniziate a sentirvi a vostro agio intorno a loro, poi lentamente iniziano a cambiare e a controllare le vostre azioni. Nel momento in cui ve ne rendete conto, i comportamenti di controllo potrebbero essere in atto da un po’ di tempo. Avrete bisogno di ricordare chi siete. Ricordate il vostro valore e che nessuno ha il diritto di farvi sentire inferiori. Questa persona che controlla ha dei problemi propri che stanno causando il suo comportamento, e non è colpa vostra.

Tieni vicini i tuoi amici e la tua famiglia

Una mossa classica che qualcuno con un comportamento di controllo farà spesso è cercare di isolarvi dagli altri vostri familiari e amici. Tieniti stretti gli altri amici e membri della famiglia e parla con loro dei comportamenti di controllo. I vostri cari vogliono proteggervi e spesso vogliono solo ciò che è meglio per voi. In molte situazioni, avere un sostegno esterno è il miglior acceleratore per liberarsi dai comportamenti di controllo.

Usate questi amici e familiari per mettere in pratica conversazioni sane e che stabiliscono dei limiti che potete avere con la persona che vi controlla, o fatevi aiutare da loro a prendere le distanze dal comportamento di controllo.

Proteggi il tuo tempo da solo

Ogni relazione sana valorizza l’individualità. Quando avete a che fare con una persona dispotica, potrebbe farvi pressione per fare tutto con lei, o trovare un modo per invitarsi a tutto ciò che fate.

All’inizio, questo può essere accattivante per voi, o può farvi sentire importanti. Con il tempo, però, può diventare fastidioso, o qualcosa che ti spaventa. Dovete proteggere il vostro tempo da soli a tutti i costi. Potete iniziare a proteggere la vostra indipendenza facendo sapere alla persona che vi controlla che deve rispettare il vostro tempo personale se vuole rimanere nella vostra vita. Se non ti senti a tuo agio a parlare per te stesso, coinvolgi un altro amico o un membro della famiglia. Abbiate loro al vostro fianco quando stabilite dei limiti con la persona che vi controlla. Ti meriti una vita tutta tua.

Resistere alla pressione e al comportamento di controllo

Il comportamento di controllo del tuo amico o partner può indurlo a farti pressione per fare cose che non vuoi fare. Questo può manifestarsi in molte situazioni diverse. Possono farti pressione in modo gentile o possono cercare di intimidirti per farti fare ciò che ti chiedono. Anche se può essere scomodo o difficile, cerca di dire gentilmente di no o di suggerire la tua opinione in queste situazioni.

Dovresti essere te stesso. Questo può essere più facile da dire che da fare a volte, ma non è impossibile. Mentre continuate a diventare più forti, vi sarà più facile con il passare del tempo. Alla fine, la persona con un comportamento di controllo si renderà conto che hai pensieri e desideri indipendenti, e imparerà a rispettarlo. Oppure, si renderà conto che non fai più quello che vuole, e scomparirà dalla tua vita.

Quando qualcuno vuole controllarvi, può ricorrere a bugie, imbrogli e manipolazioni. Una persona con un comportamento di controllo è spesso un maestro manipolatore. Si prenderà del tempo per conoscervi, così saprà esattamente cosa dire per ottenere ciò che vuole. Non credere alle bugie. Questa persona ha bisogno di aiuto e non è tua responsabilità cambiarla.

Madre e figlia che si abbracciano
Madre e figlia che si abbraccianoFonte: unsplash.com

Non credere alle bugie sul comportamento dispotico

Uomo in piedi sulla spiaggiaFonte: unsplash.com

Se ti senti controllato da qualcuno nella tua vita, la terapia potrebbe essere massicciamente utile per combattere il comportamento di controllo. Potete trovare un eccellente alleato in un terapeuta, che può aiutarvi a identificare i comportamenti di controllo e altri aspetti malsani della vostra vita e come navigarli. Ci sono anche molte opzioni disponibili per aiutare l’altra persona a riconoscere e cambiare i propri comportamenti.

Uno studio recente indica che le coppie che lavorano con un terapeuta online (al contrario di un terapeuta in un tradizionale ufficio di mattoni e malta) trovano il formato favorevole alla condivisione dei loro sentimenti in un modo che li fa sentire meno giudicati. I partecipanti hanno continuato a dire che la terapia basata sul video ha permesso loro di concentrarsi più intensamente sul processo terapeutico e ha offerto un maggiore senso di controllo e comfort rispetto alla terapia tradizionale faccia a faccia.


Questa pagina è stata verificata

I nostri contenuti superano un processo di revisione in tre fasi.

Scrittura

Ogni articolo viene scritto o esaminato da uno psicoterapeuta prima di essere pubblicato.

Controllo

Ogni articolo contiene una bibliografia con le fonti citate, per permettere di verificare il contenuto.

Chiarezza

Ogni articolo è rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e la comprensione.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Rosario Urbani

Psicoterapeuta specializzato in cognitivo comportamentale

Ordine degli Psicologi della Campania num. 6653/A

Laureato in Neuroscienze presso la Seconda Università di Napoli. Specializzato presso l’istituto Skinner in psicoterapia cognitivo comportamentale. Analista del comportamento ABA e specializzato anche nella tecnica terapeutica dell'EMDR.

reviewer

Dott.ssa Maria Vallillo

Psicoterapeuta specialista in Lifespan Developmental Psychology

Ordine degli Psicologi del Lazio num. 25732

Laurea in Psicologia presso l'Università degli Studi di Chieti. Specializzazione in psicoterapia e psicologia del ciclo di vita presso l’Università la Sapienza di Roma. Esperta in neuropsicologia e psicodiagnostica e perfezionata in psico-oncologia.