Abuso di droga negli adolescenti: Cosa usano?

Aggiornato il 15 ottobre 2021

L’abuso di sostanze da parte degli adolescenti non è un fenomeno nuovo, ma è certamente un motivo di preoccupazione. Anche se questo può essere un momento spaventoso per i genitori, ci sono molte opzioni di trattamento della dipendenza disponibili per gli adolescenti.

Quali sono i segnali d’allarme della dipendenza negli adolescenti?

Festa

Determinare la differenza tra il comportamento standard legato all’età e i sintomi dell’abuso di sostanze può essere difficile. Molti adolescenti iniziano a comportarsi in modo più irritabile e riservato man mano che crescono. Se la comunicazione è difficile, la terapia familiare o la terapia dei genitori potrebbe aiutare a migliorare la salute mentale dell’unità familiare nel suo complesso.

Anche se gli adulti non sono certamente immuni dall’abuso di sostanze, il gruppo di età delle scuole superiori sembra essere particolarmente suscettibile al richiamo della dipendenza. La salute mentale, gli sbalzi ormonali e le pressioni ambientali possono tutti giocare un ruolo nella decisione di un adolescente di partecipare all’uso di questi narcotici.

Abuso di farmaci: Integratori da prescrizione

MedicinaliFonte: unsplash.com

I farmaci più comuni di cui si abusa sono l’Adderall e il Vicodin, entrambi farmaci che inizialmente possono essere prescritti ad adolescenti e giovani adulti. L’Adderall è più comunemente conosciuto e prescritto per ADHD e ADD. Vomito, tremori incontrollati e difficoltà a dormire sono tutti sintomi dell’abuso di Adderall, e poiché si tratta di un’anfetamina, la dipendenza è possibile. Il trattamento della dipendenza da Adderall potrebbe essere gestito attraverso la terapia e l’intervento medico, o potrebbe richiedere la facilitazione del ricovero.

Il Vicodin è la seconda prescrizione farmaceutica più comune abusata dagli adolescenti. Il Vicodin è un antidolorifico e il suo uso eccessivo può portare a vertigini e svenimenti. Come oppioide, il Vicodin crea una forte dipendenza, e anche un abuso a breve termine può avere gravi conseguenze. L’overdose è la fonte più comune di pericolo associata al Vicodin, e i sintomi di overdose includono un polso debole, confusione e insufficiente assunzione di aria. Il trattamento della dipendenza va da una struttura di ricovero a una terapia di abuso farmaceutico e interventi sullo stile di vita.

La droga numero uno usata dai liceali

L’alcol e il tabacco sono costantemente le sostanze più comuni di cui abusano gli adolescenti, seguiti dalla cannabis. Circa il 24% degli studenti delle scuole superiorinel 2020 ha fatto uso di prodotti del tabacco. Il prodotto del tabacco più comunemente usato dagli studenti delle scuole superiori è la sigaretta elettronica, conosciuta anche come vape.

Anche se la marijuana è stata approvata per l’uso ricreativo in alcune aree, l’uso ricreativo richiede che gli individui siano adulti e non è disponibile per gli individui sotto i 21 anni. Di conseguenza, se la marijuana viene fumata o ingerita da chiunque abbia meno di 21 anni, è ancora considerata illegale. Il National Institute on Drug Abuse ha scoperto che l’uso di marijuana supera tutte le altre sostanze; degli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori che usano sostanze illecite, il 36% faceva uso di marijuana, mentre la sostanza di cui si abusava di più era l’Adderall, all’8,7%.

Il modo più comune di consumare marijuana tra gli adolescenti è attraverso il fumo o l’ingestione di cannabinoidi sintetici, chiamati K2 o Spice. Anche se la marijuana non è necessariamente sicura da fumare o ingerire, K2 e Spice presentano in realtà più pericoli dei composti naturali che si trovano all’interno della marijuana. Inizialmente creati in un laboratorio per studiare gli effetti della marijuana, K2 e Spice sono stati cooptati dagli spacciatori, e un picco di questi pericolosi narcotici si è verificato nel 2011. Mentre il fumo o l’ingestione di marijuana non è l’ideale, non presenta molte delle stesse preoccupazioni che presentano i cannabinoidi sintetici, tra cui la presenza di un cuore accelerato, convulsioni, psicosi, allucinazioni, paranoia, mancanza di respiro e dolore al petto. Questi composti sintetici sono stati collegati a sintomi fatali nel Connecticut nel 2018, in cui gli abusatori hanno avuto naso sanguinante, urina sanguinolenta, sangue tossito e hanno avuto emorragie interne. Anche se sono commercializzati come “marijuana sintetica”, per collegarsi agli stessi effetti della marijuana, K2 e Spice sono cocktail chimici sintetici senza alcuna regolamentazione o consistenza e possono presentare un pericolo molto reale per gli adolescenti.

Fattori di rischio

Anche se essere un adolescente o un giovane adulto è, di per sé, un fattore di rischio per l’abuso di sostanze, ci sono ulteriori fattori che potrebbero giocare un ruolo nello sviluppo della dipendenza, tra cui…

  • Le persone che hanno maggiore accesso a composti illeciti (compresi i farmaci) hanno maggiori probabilità di lottare con l’abuso o la dipendenza.
  • Gli adolescenti che vivono o crescono in povertà hanno una maggiore probabilità di abuso di sostanze e di declino della salute mentale.
  • Se un genitore ha lottato con l’abuso di sostanze (e l’alcolismo in particolare), il figlio è più suscettibile di sviluppare la stessa dipendenza.
  • Il trauma è stato collegato alla dipendenza in persone di ogni età e provenienza, e gli adolescenti che sono stati esposti al trauma sono molto più propensi ad abusare di narcotici, a correre rischi inutili e a richiedere potenzialmente un trattamento per la dipendenza. Il trattamento del trauma stesso può diminuire questo fattore di rischio, poiché questo fattore di rischio può essere direttamente collegato alla salute mentale e ai bisogni di salute mentale.

Mentre i fattori di rischio possono inizialmente sembrare spaventosi, non sono garanzie; gli adolescenti e i giovani adulti che possiedono tutti i fattori di rischio di cui sopra non sono determinati a lottare anche con la dipendenza. Tuttavia, questi fattori di rischio possono allertare i genitori sulla possibile probabilità di dipendenza e possono incoraggiare l’adozione di misure preventive.

Trattamento della dipendenza per gli adolescenti

L’abuso di sostanze è spaventoso e può essere un argomento difficile da discutere liberamente e apertamente per genitori e adolescenti. Il trattamento della dipendenza varia significativamente nella sua portata, durata e impostazione. Qualunque sia il caso, l’abuso di sostanze da parte degli adolescenti e la conseguente dipendenza sono condizioni molto trattabili, e i genitori, i giovani adulti e gli adolescenti possono iniziare a cercare opzioni di trattamento ora.

Domande frequenti (FAQ)

 A che età inizia la maggior parte dei fumatori?

Sfortunatamente, molte persone iniziano a fumare in giovane età. Secondo la FDA, il 90% dei fumatori inizia a fumare prima dei 18 anni. Le ricerche attuali indicano che molti giovani fumano tra i 14 e i 15 anni; tuttavia, in alcuni casi, potrebbe essere più giovane. I liceali sono noti per il loro spirito avventuroso. L’adolescenza è un periodo in cui i giovani imparano a conoscere il mondo e a provare cose nuove. Purtroppo, questi anni possono portare a sperimentare cattive abitudini, come il fumo. Potrebbe sembrare qualcosa che abbandoneranno nel corso degli anni, ma la nicotina crea una forte dipendenza. Se si prende una sigaretta durante gli anni dell’adolescenza, è difficile metterla giù in seguito.

Perché gli adolescenti fumano?

Gli adolescenti fumano per molte ragioni. È importante essere consapevoli di quali sono, così possiamo essere meglio attrezzati per aiutare i giovani. Ecco alcuni dei più comuni:

  • Pressione dei pari – Una ragione per cui scelgono di fumare è che si sentono pressati a farlo dal loro gruppo sociale. Se i loro amici prendono le sigarette, non vogliono sentirsi esclusi. Tutti vogliono sentirsi amati e accettati da chi li circonda. Se i loro amici più stretti fumano, è probabile che seguano l’esempio.
  • Curiosità – Un’altra ragione è la curiosità. Quando sei un adolescente, la tua identità si sta ancora sviluppando. Stai provando cose nuove e sei curioso del mondo. Un adolescente potrebbe prendere una sigaretta perché vuole sapere cosa si prova a fumare.
  • Ribellione – Gli adolescenti stanno cercando di separarsi dai loro genitori. Vogliono formare la loro identità, e per alcuni, questo significa ribellarsi contro i loro tutori. Fumare è un modo per dimostrare che stanno facendo qualcosa contro le regole.
  • I fumatori sono in famiglia – Alcuni ragazzi fumano perché i membri della famiglia lo fanno. Se i tuoi genitori sono fumatori, l’inclinazione naturale è quella di volerlo fare anche tu. Un adolescente può avere genitori permissivi che gli permettono di fumare, o forse un adolescente ruba le sigarette dei genitori per vedere com’è il fumo.
Cosa succede se un 13enne svapa?

La realtà è che è pericoloso per un tredicenne fumare o svapare. L’esposizione precoce alla nicotina può avere un impatto sullo sviluppo del cervello, influenzare negativamente la concentrazione e causare problemi di memoria. Un altro problema è che il vaping può portare all’uso di sigarette normali, quindi non si sta evitando di fumare sostanze più dannose. Un tredicenne che svapa si sta preparando alla possibilità di desiderare altre sostanze più tardi.

Quale percentuale di guidatori ubriachi sono liceali?

Secondo il CDC, la guida in stato di ebbrezza tra i liceali è diminuita di circa il 54% dal 1991. Nonostante queste statistiche incoraggianti, oggi i guidatori delle scuole superiori si mettono alla guida in stato di ebbrezza 2,4 milioni di volte al mese. L’85% dei liceali che hanno riferito di aver bevuto e guidato hanno anche dichiarato di aver fatto binge drinking. Chiaramente, la guida in stato di ebbrezza è ancora una grande preoccupazione tra la popolazione adolescente.

Quali sono le 5 ragioni per cui un adolescente beve alcol?

Gli adolescenti bevono alcolici per ragioni simili a quelle per cui fumano le sigarette. Qualcuno osserva i suoi amici bere e vuole inserirsi. Il loro gruppo sociale può spingerli a bere. I loro genitori potrebbero essere bevitori. Sono curiosi di sapere che sapore ha l’alcol e come si sente nel loro corpo. Forse si sta ribellando ai genitori. In sintesi, ecco cinque motivi comuni per cui gli adolescenti bevono:

  • Adattarsi
  • Pressione dei pari
  • I genitori sono bevitori
  • Curiosità
  • Ribellione

Non importa quali siano le ragioni per cui un adolescente beve, il consumo di alcol è qualcosa che potrebbe danneggiarlo seriamente. Dobbiamo essere consapevoli di quello che succede ai nostri figli e aiutarli a fare scelte intelligenti per la salute.


Due parole sul nostro processo di revisione

I video, i post e gli articoli non possono sostituire un percorso di supporto psicologico, ma a volte rappresentano il primo o l'unico modo per interpretare un problema o uno stato d'animo. Per i contenuti del nostro blog che trattano argomenti legati a sintomi, disturbi e terapie, abbiamo deciso di introdurre un processo di revisione fondato su tre principi.

Gli articoli devono essere approfonditi

La prima stesura è fatta da uno/una psicoterapeuta con almeno 2.000 ore di esperienza clinica.

Gli articoli devono essere verificati

Dopo la prima stesura, le informazioni e le fonti vengono esaminate da un altro o da un'altra professionista.

Gli articoli devono essere chiari

L'articolo viene rivisto dal punto di vista stilistico, per agevolare la lettura e l'assimilazione dei concetti.

Revisori

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista EMDR. È membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo studio del trauma e della dissociazione).

reviewer

Dott. Luca Barbieri

Psicologo clinico di Milano

Ordine degli Psicologi della Lombardia num. 23251

Psicologo clinico. Ha una laurea in scienze psicologiche e una in psicologia criminologica e forense. Sta svolgendo il percorso di specializzazione in psicoterapia presso l'istituto CIPA di Milano.

reviewer

Dott. Raffaele Avico

Psicoterapeuta, psicotraumatologo e terapista certificato EMDR I

Ordine degli Psicologi del Piemonte num. 5822

Si occupa di divulgazione scientifica e comunicazione scritta e video in ambito di salute mentale, psicologia e psichiatria. E' membro della ESDT (European Society for Trauma and Dissociation) e socio AISTED (Associazione italiana per lo Studio del Trauma e della Dissociazione).